Perché l

Perché l'uguaglianza potrebbe non funzionare per le coppie sposate

I moderni atteggiamenti della società celebrano le donne che guadagnano più dei loro mariti. Le donne ora sono uguali agli uomini. Sono incoraggiati a qualificarsi nel campo di interesse prescelto e a seguire una carriera verso l'alto. È assistita in questo tentativo da un marito che è stato socializzato per capire che deve fare la sua giusta parte di educazione dei figli e doveri domestici.


Quindi tutti vincono in questa società molto più giusta, giusto?

Non proprio.

Ricerca dall'Università dell'Illinois ha scoperto che quando gli stipendi delle donne aumentavano, riportavano più sintomi di depressione. Ma l'effetto opposto è stato riscontrato negli uomini: il loro benessere psicologico era massimo quando erano i salariati primari.


I ricercatori Karen Kramer e Sunjin Pak hanno esaminato i dati su quasi 1.500 uomini e 1.800 donne di età compresa tra 52 e 60 anni e hanno scoperto che le coppie che resistono ai ruoli di genere tradizionali o che mirano a un cosiddetto matrimonio equo sono meno felici di quelle che mantengono al modo tradizionale di fare le cose.



'Abbiamo osservato una differenza statisticamente significativa e sostanziale nei sintomi depressivi tra uomini e donne nel nostro studio', ha detto Kramer. 'I risultati hanno supportato l'ipotesi generale: il benessere è stato inferiore per madri e padri che hanno violato le aspettative di genere sulla divisione del lavoro retribuito e superiore per i genitori che si sono conformati a queste aspettative'.


La conclusione: l'uguaglianza non funziona per le coppie sposate.

Kramer e Pak affermano anche che la felicità delle donne non è stata influenzata dall'abbandono del lavoro per diventare mamme casalinghe, ma la salute mentale degli uomini è peggiorata quando sono rimaste a casa per prendersi cura dei bambini.

È interessante notare che questi risultati erano veri anche per le coppie che avevano una visione egualitaria del lavoro e della famiglia. Nonostante le loro opinioni moderne, la salute degli uomini ha subito un duro colpo quando i loro guadagni si sono ridotti, suggerendo chiaramente che il ruolo tradizionale del lavoratore primario è ancora molto importante per gli uomini.

Il presupposto logico della società secondo cui i matrimoni miglioreranno essendo più uguali non ha funzionato. Perché le coppie non sono più felici ora che ogni partner è riconosciuto come uguale e insieme guadagnano di più?

I ricercatori suggeriscono che mentre le opportunità di istruzione e carriera delle donne si sono moltiplicate, le norme e le aspettative della società sulle divisioni di genere del lavoro sul posto di lavoro e a casa si sono evolute più lentamente.

Inoltre, madri e padri che si discostano dai ruoli di genere convenzionali - come i papà che lasciano la forza lavoro per prendersi cura dei propri figli a tempo pieno - possono essere percepiti negativamente, con un potenziale impatto sulla loro salute mentale, hanno scritto Kramer e Pak.

Uomini e donne non sono esseri intercambiabili, puri e semplici, scrivono Suzanne Venker per Fox News.

“Possono esserlo entrambi capace di essere capofamiglia e genitori a tempo pieno, ma questo non significa che vogliano svolgere questi compiti con lo stesso fervore. In genere, l'identità di un uomo è inestricabilmente legata al suo stipendio. Quello di una donna è legato ai suoi figli. '

Il punto è questo: il fatto che questo non sia vero per tutte le donne o per tutti gli uomini, non significa che non sia ancora vero per la maggior parte degli uomini e delle donne.

Venker è specializzato in relazioni di genere ed è autrice e fondatrice di Women for Men (WFM), un sito di notizie e opinioni.

Il suo punto ha perfettamente senso:

'La natura umana non cambia solo perché la società lo fa. Proprio come le donne sono emotivamente investite nella casa in un modo unico e primordiale, gli uomini hanno un bisogno viscerale di fornire e proteggere. È così che la maggior parte degli uomini e delle donne acquisisce il senso di autostima '.

Non significa che l'inversione di ruolo in un matrimonio sia impossibile o che non funzioni mai, ma il fatto è che nella maggior parte dei casi non è così e nella maggior parte dei casi la tradizionale divisione dei ruoli fa ancora un lavoro migliore.

Sì, ma questa è anche solo la metà di ciò che si cela dietro la performance deludente (scusate il gioco di parole) di matrimoni uguali.

PER studia riportato su The New Times nel 2014 ha scoperto che il sesso soffre in questi matrimoni. In particolare, se gli uomini facevano faccende femminili come piegare il bucato, cucinare o passare l'aspirapolvere, le coppie facevano sesso 1,5 volte in meno al mese rispetto a quelle con mariti che facevano quelle che erano considerate faccende maschili, come portare fuori la spazzatura o riparare l'auto.

C'è più.

Più tradizionale è la divisione del lavoro, il che significa che maggiore è la quota del marito nelle faccende maschili rispetto a quelle femminili, maggiore è la soddisfazione sessuale riferita dalla moglie.