Perché l

Perché l'amore fa così male? Tutto quello che devi sapere

Ci sono molte emozioni legate all'amore. Non sta solo da solo.


E quando ti rendi conto di quanto profondamente queste emozioni entrino nel tuo essere, non c'è da meravigliarsi se abbiamo paura di provare amore e sperimentarlo a volte.

Se lo hai mai fatto aveva il cuore spezzato, conosci il dolore che può seguire una rottura o una perdita. L'amore fa male e può tagliare come mille coltelli.

Ma perché? Cosa succede nei nostri corpi che reagiamo fisicamente alle emozioni dell'amore?


Dopotutto, sono causati dai pensieri nelle nostre teste.

Quindi, se i pensieri nella nostra testa possono farci provare amore, allora anche i pensieri nella nostra testa possono farci provare dolore.



Essere bruciati dall'amore può ferire così tanto, fisicamente e mentalmente, che alcune persone non si fidano del processo una seconda volta e scelgono di attraversare questa vita senza legami e proteggendosi da uno dei più grandi dolori della vita: la perdita dell'amore.


La perdita dell'amore può pungere come un'ape.

Gli esseri umani sono programmati per reagire.

Vediamo una minaccia e corriamo nella direzione opposta. Non siamo fatti per restare e amare le persone.

Ci prendiamo cura e nutriamo coloro che ci circondano, ma i nostri istinti animali non sono progettati per farci affrontare il dramma delle relazioni amorose e del crepacuore.

Invece di capire come ricablare il nostro cervello per soddisfare i bisogni dell'amore moderno e del crepacuore, continuiamo a reagire come faremmo con una pericolosa tigre dai denti a sciabola di molto tempo fa: scappiamo da esso. Lo temiamo.

Il nostro cervello percepisce una rottura allo stesso modo di una tigre che cerca di mangiarci nella giungla. Il nostro cervello vuole solo allontanarsi da quel dolore il più rapidamente possibile.

La minaccia di perdere noi stessi a causa della perdita dell'amore è reale per il nostro cervello quanto la minaccia percepita, o la minaccia paragonata, o il pranzo per un grosso gatto feroce.

L'amore fa male fisicamente perché il nostro corpo rilascia ormoni ed endorfine per proteggerci e prepararci ad allontanarci il più rapidamente possibile dalla minaccia percepita.

Ma quella minaccia permane nella nostra mente per giorni, settimane, mesi e in alcuni casi anche anni. È un inferno di una tigre, non è vero?

Perché le rotture sono così difficili: rifiuto sociale dell'ego, del corpo e della mente

La tristezza che provi dopo una rottura può sembrare la peggiore serie di emozioni che tu abbia mai dovuto affrontare nella tua vita, paragonata solo alla tragica morte di un membro della famiglia o di una persona cara.

Ma perché esattamente reagiamo così negativamente alla perdita di un partner romantico?

L'Ego

Una rottura è l'istanza più significativa di rifiuto sociale a cui semplicemente non puoi prepararti finché non si verifica.

Non è solo un rifiuto della tua compagnia, ma un rifiuto dei tuoi sforzi e del potenziale personale percepito. È una specie di rifiuto sociale diverso da qualsiasi altro.

Si scopre che il modo in cui affrontiamo la perdita di una relazione a lungo termine è simile a come affrontiamo la morte di una persona cara, secondoesperti di salute mentale.

I sintomi sia della depressione relazionale che del lutto mortale si sovrappongono, causati dalla perdita di qualcuno da cui abbiamo imparato a dipendere nella nostra vita, emotivamente o in altro modo.

Tuttavia, la perdita di una relazione romantica ci colpisce ancora più profondamente della morte di una persona cara, perché le circostanze sono il risultato di noi stessi piuttosto che un incidente o un evento che non abbiamo potuto prevenire.

Una rottura è un riflesso negativo della nostra autostima, che scuote le basi su cui è costruito il tuo ego.

La rottura è molto più della semplice perdita della persona che amavi, ma la perdita della persona che ti immaginavi mentre eri con loro.

Il corpo

Perdita di appetito Muscoli gonfi. Collo rigido. La 'rottura a freddo'. Il numero di disturbi fisici associati alla depressione post-rottura non è una coincidenza, né è un gioco della mente.

Vari studi hanno scoperto che il corpofacrollare in un certo modo dopo una rottura, il che significa che le fitte di angoscia che provi dopo aver rotto con il tuo ex non sono solo prodotti della tua immaginazione.

Ma perché proviamo dolore fisico quando perdiamo qualcosa che dovrebbe solo causare disagio emotivo?

La verità è che il confine tra dolore fisico e dolore emotivo non è così solido come una volta pensavamo.

Dopotutto, il dolore in generale, sia esso emotivo o fisico, è un prodotto del cervello, il che significa che se il cervello viene attivato nel modo giusto, il dolore fisico può manifestarsi dal dolore emotivo.

Ecco le spiegazioni neurologiche e chimiche dietro il tuo dolore fisico post-rottura non così immaginato:

  • Mal di testa, torcicollo e petto stretto o schiacciato:Causato dal rilascio significativo di ormoni dello stress (cortisolo e epinefrina) dopo l'improvvisa perdita di ormoni del benessere (ossitocina e dopamina). L'eccesso di cortisolo fa sì che i principali gruppi muscolari del corpo si irrigidiscano e si irrigidiscano
  • Perdita di appetito, diarrea, crampi:L'afflusso di cortisolo ai principali gruppi muscolari richiede sangue extra in quelle aree, il che significa che è presente meno sangue per mantenere il corretto funzionamento del sistema digestivo
  • 'Rompere il raffreddore' e problemi di sonno:L'aumento degli ormoni dello stress porta al sistema immunitario vulnerabile e difficoltà a dormire

Mentre il cortisolo spiega le fitte e i dolori fisici quotidiani che provi dopo una rottura, c'è un elemento di dipendenza dietro il dolore fisico percepito dopo la rottura.

I ricercatori hanno scoperto che un individuo prova sollievo da qualsiasi dolore fisico in corso quando lo fatenere le manicon una persona cara, e possiamo diventare dipendenti da questo sollievo dal dolore alimentato dalla dopamina.

Questa dipendenza porta al dolore fisico che si verifica quando pensiamo al nostro precedente partner subito dopo una rottura, poiché il cervello desidera il rilascio di dopamina ma sperimenta invece il rilascio dell'ormone dello stress.

Neluno studio,si è scoperto che quando ai partecipanti venivano mostrate le immagini dei loro ex, le parti del loro cervello prevalentemente collegate al dolore fisico venivano simulate in modo significativo.

In effetti, il dolore fisico dopo una rottura è così reale che molti ricercatori ora consiglianoprendendo Tylenolper alleviare la depressione post-rottura.

La mente

Dipendenza dalla ricompensa:Come abbiamo discusso sopra, la mente diventa dipendente dalla soddisfazione durante una relazione e la perdita della relazione porta a una sorta di ritiro.

In uno studio che ha coinvolto studi di scansione cerebrale su partecipanti a relazioni romantiche, è stato riscontrato che avevano una maggiore attività nelle parti del cervello più associate a ricompense e aspettative, l'area tegmentale ventrale e il nucleo caudato.

Mentre stare con il tuo partner stimola questi sistemi di ricompensa, la perdita del tuo partner porta a un cervello che aspetta la stimolazione ma non la riceve più.

Ciò porta il cervello a provare un dolore ritardato, poiché deve imparare di nuovo a funzionare correttamente senza la stimolazione della ricompensa.

Euforia cieca:Ci sono anche casi in cui non sai esattamente perché sei ancora innamorato del tuo ex partner.

I tuoi amici e la tua famiglia ti mostrano tutti i loro difetti, ma il tuo cervello è semplicemente incapace di elaborare questi difetti o sommarli quando soppesa il loro carattere.

Questo è noto come 'euforia cieca', un processo che è radicato nel nostro cervello per incoraggiare la riproduzione.

Secondo i ricercatori, il detto 'l'amore è cieco' ha in realtà basi neurologiche.

Quando ci innamoriamo di qualcuno, il nostro cervello ci mette in uno stato di 'cieca euforia', in cui è meno probabile che notiamo o giudichiamo il suo comportamento, le sue emozioni e le sue caratteristiche negative.

I ricercatori teorizzano che lo scopo di questa cecità amorosa sia incoraggiare la riproduzione, poiché gli studi hanno scoperto che generalmente diminuisce dopo unperiodo di 18 mesi.

Questo è il motivo per cui potresti ancora ritrovarti disperatamente perduto con il tuo ex molto tempo dopo aver rotto con loro.

Dolore evolutivo:Molte delle sfumature del nostro comportamento moderno possono essere ricondotte a sviluppi evolutivi, e il angoscia dopo una rottura non è diverso.

Una rottura provoca un senso opprimente di solitudine, ansia e pericolo, indipendentemente dal supporto che potresti effettivamente avere dal tuo ambiente e dalla comunità personale.

Alcuni psicologicredo che questo abbia qualcosa a che fare con i nostri ricordi primordiali, o sensazioni radicate in noi dopo migliaia di anni di evoluzione.

Mentre perdere il tuo partner conta molto poco per il tuo benessere nella società moderna, la perdita di un compagno è stato un affare molto più grande nelle società premoderne, portando alla perdita di status o posto nella tua tribù o comunità.

Ciò ha portato allo sviluppo di una profonda paura di essere soli che non siamo ancora completamente riusciti a scrollarci di dosso, e forse non lo faremo mai.

I nostri pensieri causano le nostre realtà.

Una cosa è certa, i pensieri che abbiamo creano i sentimenti che proviamo in questa vita. Che tu accetti o meno il woo-woo di creare la tua realtà, i pensieri che hai provocano sentimenti dentro di te.

Se dici a te stesso che il tuo cuore spezzato è come essere investito da un autobus, il tuo cervello può evocare quell'immagine e rilasciare sostanze chimiche nel tuo corpo che ti fanno sentire dolore fisico.

Questo non accade a tutti, ovviamente, ma abbiamo tutti sentito parlare di persone che affermano di voler morire di crepacuore.

Si sentono come se la loro vita fosse finita e il dolore fisico del crepacuore, sebbene contestato, è molto reale per molte persone.

Se scegli di pensare 'chi se ne frega, non mi piaceva comunque' invece di 'mi ha strappato il cuore quando se n'è andato' avrai un tipo molto diverso di esperienza di crepacuore.

Potresti non provare nulla tranne il sollievo che il tuo orribile ragazzo se ne sia andato.

Ma se sei legato emotivamente a questa persona e hai molto investito su ciò che sei come persona, ti sembrerà di morire letteralmente se ti abbandonano.

È tutto a causa dei pensieri che scegli di avere nell'affrontare quelle situazioni.

(Dai un'occhiata al nuovo articolo di Ideapod per una guida passo passo su come riavere il tuo ex).

Il tuo cervello non è abbastanza intelligente per capire la differenza.

Se continui a dirti che il crepacuore è come essere investito da un autobus, o lo paragoni a un evento fisico che hai avuto e continui a riprodurlo più e più volte nella tua mente, il tuo cervello non sarà in grado di capire la differenza.

Il cervello si concentra su ciò su cui gli dici di concentrarsi. Quindi, se non ti preoccupi di una rottura e vai avanti con la tua vita, non ci saranno sentimenti drammatici intorno ad essa.

Se continui a dirti che la tua vita è finita, continuerai a sentirti come se fosse e il tuo cervello obbedirà.

Deve solo concentrarsi su qualcosa, quindi cerca di concentrarti sui buoni risultati di queste brutte situazioni invece di concentrarti su quanto ti fa male il petto perché il tuo ragazzo ha detto addio.

Concentrarti su ciò che puoi fare ora, invece di concentrarti sul passato, ti aiuterà a superare quei sentimenti di sconfitta e angoscia.

Queste sono parole potenti, ma sono comunemente usate quando si verifica un crepacuore. Ci attacciamo alle altre persone come se non avessimo vissuto intere vite prima che entrassero nella nostra.

Dimentichiamo che il nostro cervello e il nostro corpo sono separati dal loro, anche se è facile rimanere coinvolti nelle loro vite e sentirsi parte di loro.

L'amore fa male fisicamente perché lo vogliamo. Chiaro e semplice.

Se volessimo ottenere un risultato diverso, lo faremmo. Non è quello che le persone vogliono sentire, ma come esseri umani, desideriamo ardentemente il dramma e il caos.

Fa parte del nostro cablaggio: ricordi la tigre?

Quindi, quando non ci sono tigri da vedere, qualcuno deve prendere il suo posto. Il crepacuore, per molti, è la prossima cosa migliore.

Riusciamo a rimanere vittime e scappare dalle cose spaventose e potenzialmente dannose nelle nostre vite.

Ma un pensiero, un'azione o un'idea diversa potrebbe cambiare tutto ciò. Quando è stata l'ultima volta che hai visto una tigre vagare in giro comunque?

I nostri corpi sono incredibili.

Ti fermi mai a pensare a quanto sia sorprendente che il tuo cuore batte, i tuoi occhi battono le palpebre e i tuoi polmoni stanno portando aria nel tuo corpo in modo da poter essere vivo abbastanza a lungo da leggere questo?

La nostra capacità di vedere, ascoltare, imparare, parlare, leggere, ballare, ridere, pianificare e agire di nostra spontanea volontà è una cosa meravigliosa.

Eppure non ci fermiamo mai a pensare a com'è che siamo qui finché non proviamo dolore in questi corpi. Quando il dolore colpisce, ci ferma sulle nostre tracce.

Come esseri umani, abbiamo imparato l'arte di superare il dolore fisico. Abbiamo trattamenti e interventi medici per migliorare la nostra qualità di vita quando ci rompiamo una gamba o abbiamo mal di testa.

Andiamo bene se tocchiamo l'alluce dopo alcuni minuti di sfregamento o glassa. Possiamo andare in terapia per imparare a parlare di nuovo dopo un ictus. Il dolore fisico si attenua.

Ma il dolore emotivo è spesso molto più pericoloso e può alterare il corso della vita di qualcuno nei modi più inimmaginabili.

Come società, non abbiamo ancora imparato come affrontare il dolore emotivo. E mostra.

Così tante persone vanno in giro con il cuore spezzato.

E la parte più triste è che il crepacuore non ha sempre a che fare con l'amore romantico perduto.

Spesso ha a che fare con le nostre prime esperienze di vita, essere delusi, maltrattati, abbandonati o esclusi da amici e familiari.

Quel tipo di crepacuore non si ripara da solo e non siamo bravi ad aiutare le persone a trovare modi per gestire il dolore fisico che può scaturire dal dolore emotivo.

È come se non lo trattassimo con lo stesso tipo di rispetto.

L'amore romantico può indurre le persone a fare cose stravaganti quando se ne va. Siamo molto bravi a spezzarci il cuore a vicenda.

Non siamo bravi a ripararli. E quando ti ritrovi a turbinare per una rottura, può sembrare che il tuo intero mondo stia cadendo a pezzi.

È perché non ci viene insegnato come gestire le nostre emozioni, le nostre menti e i nostri pensieri su questo genere di cose. Ci viene insegnato, anche se non di proposito, che l'amore dovrebbe ferire.

Che gli esseri umani non devono stare insieme e possono scegliere e scegliere le persone che vogliono amare e che non vogliono amare.

Questo tipo di messaggi ci lasciano vacillanti e interrogativi sul nostro valore quando le cose vanno male nelle nostre vite amorose.

E crea un senso di inutilità che può causare un dolore estremo nella vita delle persone.

Non sappiamo come sostenerci a vicenda e aiutarci a vicenda durante il crepacuore, come sappiamo come presentarci e stare al capezzale di qualcuno che muore in vecchiaia.

È come se avessimo paura delle nostre stesse emozioni e del potere che hanno su di noi. Non c'è da stupirsi che non vogliamo affrontare i fatti quando le relazioni stanno cadendo a pezzi.

È un lavoro duro capire cosa fare con quelle emozioni. Può essere così disorientante che proviamo dolore fisico per l'atto di evitare il processo decisionale.

Se hai mai avuto mal di testa a causa dello stress al lavoro, questa è una reazione fisica ai tuoi pensieri ed emozioni.

Fino a quando non scopriremo come gestire la nostra mente in modo da non provare quei dolori fisici, continueremo a trattare il crepacuore - e il mal di testa in ufficio - come se a volte fossero la fine del mondo.

Provare dolore fisico a causa del crepacuore non è raro.

Molte persone avvertono dolore allo stomaco, alla schiena, alle gambe, alla testa e al petto. Ansia, depressione e pensieri di farsi del male possono essere tutti presenti quando il dolore fisico è il risultato di un disagio emotivo.

Pensa all'ultima relazione che è finita per te: come ha reagito il tuo corpo? Le tue ginocchia hanno toccato il pavimento? Hai pianto? Ti sei ammalato fisicamente e hai vomitato? Hai dormito per giorni a letto e ignorato il problema?

I nostri corpi sono programmati per reagire. È ciò che sappiamo fare meglio. È solo quando ti rendi conto che i pensieri che hai creano i risultati che ottieni che puoi iniziare a raccogliere un po 'di controllo su quel dolore fisico. In alcuni casi, casi estremi, le persone possono provare dolore ai nervi e dolori fantasma a causa del crepacuore.

I nostri corpi possono diventare così stressati a causa dei nostri pensieri che inizia ad entrare in modalità di reazione e causare molti altri problemi.

Lo shock di essere lasciati all'altare, quando tuo marito o tua moglie se ne va improvvisamente, o di scoprire il tuo il coniuge ti tradisce sono tutti come essere inseguiti attraverso il Serengeti da un animale selvatico in cerca del suo prossimo pasto: il tuo corpo è semplicemente fuori di testa.

Se provi dolore fisico a causa di un recente crepacuore, prenditi del tempo per pensare ai tuoi pensieri relativi alla situazione.

Anche se potresti aver bisogno di parlare con un professionista per aiutarti a imparare a pensare a nuovi pensieri su ciò che è accaduto, il semplice fatto di prestare attenzione a ciò che stai pensando può aiutarti a vedere che una nuova realtà è all'orizzonte.

Notare è una parte importante per ottenere il controllo del tuo cervello. È tutto il tempo fuori controllo, correre libero per il mondo senza preoccuparsi di come ti fa sentire.

Fermare. Pensare. E decidi che stai per find qualcuno per aiutarti a superare questo momento difficile e potresti scoprire che il dolore inizia a diminuire.

Non commettere errori, però, il dolore è molto reale. Il tuo dolore è reale. Non lasciare che nessuno ti dica il contrario. Hai diritto ai tuoi pensieri e sentimenti.