Auto-miglioramento non convenzionale: 8 convinzioni tossiche di cui sbarazzarsi!

Auto-miglioramento non convenzionale: 8 convinzioni tossiche di cui sbarazzarsi!

Quando ero adolescente e poco più che ventenne, volevo che la vita fosse in un certo modo. Volevo essere il meglio che potevo e ottenere tutto ciò che avessi sempre voluto.


Dopo tutto, la scuola era finita e il mondo si stava aprendo.

Ma poiché lo volevo così tanto, ho iniziato a concentrarmi sui miei difetti. Ho iniziato a diventare ansioso e timoroso di non essere quello che ho sempre pensato di poter essere.

Mi sono arreso a queste paure per un senso di conforto. Mi sono protetto dal provare cose nuove e dallo sperimentare tutti i diversi aspetti della vita.


E mentre ci penso adesso, non c'è da stupirsi che fossi così dannatamente infelice!

Ero perso. Le mie convinzioni e comportamenti tossici stavano sabotando la mia vita. È facile dirlo ora, ma è davvero difficile notarlo quando ci sei nel bel mezzo.



La tua mente rimane bloccata in schemi ed è un vortice da cui uscire.


Ma ci sono rimasto.

Dopo una lunga lettura della filosofia buddista e cambiato idea attraverso le mie azioni, ho iniziato a provare cose nuove e provare un senso di appagamento e pace nella mia vita. (Puoi leggi la mia storia qui)

Tuttavia, non sono perfetto. La vita è ancora una lotta, ma l'unica cosa che è cambiata è la mia reazione ad essa.

Non ho più paura della paura o sono ansioso per l'ansia. Ho accettato che queste emozioni facciano parte della vita, il che paradossalmente ha portato a più pace e meno stress.

E quando ci pensi, credo che la nostra reazione sia tutto ciò che abbiamo controllo.

Ma sono le nostre convinzioni infondate che ostacolano la comprensione di cose come questa.

Quindi di seguito, esaminerò 8 convinzioni tossiche che credo siano più comuni di quanto potresti pensare.

Noto che queste convinzioni stanno diventando prevalenti in molti di noi con tutto ciò che sta succedendo con il coronavirus.

È molto comprensibile considerando lo sconvolgimento che sta provocando alle nostre vite e alla nostra comunità.

Ma a un certo punto, dobbiamo renderci conto che in realtà non ci stanno avvantaggiando.

Quindi ecco 8 convinzioni tossiche che faremmo bene a smettere di credere:

1) Il presente è indicativo del futuro

Quando le cose non stanno andando bene, è normale credere che la tua vita sarà sempre così. Le sfide si presentano e temi che non sarai mai in grado di superarle.

La cosa divertente è che, quando le cose vanno alla grande, crediamo che qualcosa gli impedirà di continuare ad essere grandioso.

Pensiamo che la felicità sia fugace. Lo prendiamo per valore nominale, ma quando ci sentiamo depressi o ansiosi, crediamo che peggiorerà solo.

Ma questa è una profezia che si autoavvera ed è un giudizio nebbioso.

Il prima legge del buddismo è che il cambiamento è l'unica costante nell'universo. Quindi, non importa quanto le cose sembrino essere brutte, le cose devono semplicemente cambiare.

Niente rimane fisso. Quindi, pulisci quella lente sporca che vede il mondo solo peggiorando. Abbi ottimismo e spera che cambierà in meglio.

Noam Chomsky lo dice meglio:

“Se presumi che non ci sia speranza, garantisci che non ci sarà speranza. Se presumi che ci sia un istinto di libertà, che ci siano opportunità per cambiare le cose, allora c'è la possibilità che tu possa contribuire a creare un mondo migliore '.

2) È troppo tardi per apportare modifiche

La vita non è prevedibile. Non esiste una linea retta verso nulla. Solo perché non sei soddisfatto del tuo lavoro in questo momento, non significa che non puoi apportare un cambiamento e provare qualcosa di nuovo. Non importa quanti anni hai.

Ti è permesso fare marcia indietro nella vita. Hai il permesso di capire cosa è giusto per te.

È vero, la vita è un disastro. Ma è un bel pasticcio e piuttosto che cercare di trasformare qualcosa di dritto a zigzag, è molto più appagante e divertente correre con gli zigzag.

3) Essere vulnerabili è pericoloso

Questa è una credenza comune e per una buona ragione.

A nessuno di noi piace provare emozioni spiacevoli come paura e vulnerabilità.

Rudá Iandê nel suo fantastico corso online Out of the Box afferma che abbiamo paura di provare queste emozioni al massimo perché siamo pessimisti su come reagiremo.

Tuttavia, dice che il progresso può avvenire solo quando esci dalla tua zona di comfort.

E l'unico modo per farlo è accettare l'imperfezione e accettare il fatto che ti sentirai a disagio.

Quindi abbraccia chi sei e tutto ciò che senti. Potresti scoprire che porta a opportunità e intuizioni che non avresti mai pensato fossero possibili in precedenza.

Consiglio vivamente di dare un'occhiata al suo masterclass gratuito qui per una saggezza più perspicace.

4) Essere soli è un problema

Puoi dire grazie alla società per questo. Le persone che trascorrono del tempo da sole vengono etichettate come strane ed emarginate.

È una credenza pericolosa in cui impegnarsi. La verità è che quando le cose vanno male, dobbiamo solo fare affidamento su noi stessi e se non sei a tuo agio con te stesso, può portare a tutti i tipi di problemi.

Come dice il buddismo, la felicità può venire solo da te stesso, quindi smetti di cercare fattori esterni per renderti felice.

Renditi conto che stare bene con te stesso è la risorsa più grande che avrai mai nella tua vita.

5) Il montaggio è una buona cosa

Siamo cresciuti credendo che se vuoi avere successo, devi adattarti.

Il problema è, queste convinzioni operano generalmente su stereotipi. La società sviluppa una scatola limitante che devi inserire se vuoi essere considerato 'normale'.

Ma l'unico modo in cui sarai mai veramente felice è se sei il tuo vero sé.

Quindi abbraccia chi sei veramente e dimentica di essere qualcuno perché fa piacere agli altri.

È un fatto noto che le persone più felici sono persone autentiche.

6) C'è una persona perfetta là fuori per me

Tutti inseguiamo la perfezione e questo non è diverso quando si tratta di cercare un partner.

Cerchiamo l'amante perfetto perché Hollywood ci ha insegnato che esistono sicuramente da qualche parte nel mondo.

Ma dobbiamo renderci conto che non esiste la perfezione. Sì, troverai qualcuno che ami, ma avrà i suoi difetti, proprio come te.

Con un po 'di pazienza e una mente aperta, inizierai a capire che queste imperfezioni sono davvero ciò che rende la vita bella.

7) Quello che ti fanno tutti è personale

Alcuni di noi tendono a pensare che qualsiasi cosa ci accada sia un attacco diretto contro di noi. Ma quando iniziamo a vedere il mondo in questo modo, può rapidamente diventare una profezia che si autoavvera.

La verità è che il mondo non è pronto a prenderti e nemmeno le altre persone. Quello che le persone pensano di te dice di più su di loro che su di te.

Abbiamo tutti una lente con la quale vediamo il mondo, quindi scegli la tua per essere ottimista e fiducioso. La tua mente ti ringrazierà per questo.

8) Non dovresti mai essere triste

Grazie al movimento del pensiero positivo, la maggior parte di noi crede che se proviamo emozioni negative, allora c'è qualcosa che non va in noi.

Ma è impossibile essere sempre positivi. Devi accettare le tue emozioni negative perché se non lo fai, tornerà a morderti 10 decine più forte.

La felicità non significa essere positivi tutto il tempo. Si tratta di abbracciare la vita così com'è e accettare chi sei.

Saluti,
Lachlan e il team di Hack Spirit

P.S Se vuoi imparare più saggezza come questa, dai un'occhiata al mio libro: The Nonsense Guide to Using Buddhism and Eastern Philosophy for a Better Life.

In questo libro ti guiderò attraverso la tua prima meditazione e ti darò alcuni esercizi semplici ma potenti per aiutarti a essere più consapevole ogni giorno.

Insieme, lavoreremo per rafforzare le tue relazioni, aumentare la tua resilienza emotiva e allenare sistematicamente la tua mente.

Controllalo qui.

Potrebbe piacerti anche leggere: