Il ciclo tossico del ricatto emotivo e come fermarlo

Il ciclo tossico del ricatto emotivo e come fermarlo

'Mi ucciderò se mi lasci.'


'Ho fatto di tutto per renderti felice. Perché non puoi fare solo questa semplice cosa per me? '

'Se non lo farai, dirò a tutti il ​​tuo segreto.'

'Pensavo mi amassi.'


'Se mi amavi davvero, lo farai per me.'

È abbastanza difficile tornare indietro nel tempo, ma ne ho già sentiti alcuni. Ci sono stato, l'ho fatto.



Se anche tu hai familiarità con questo, allora sei stato ricattato emotivamente. Secondo Susan Forward, il ricatto emotivo riguarda la manipolazione.


Succede quando qualcuno vicino a noi usa le nostre debolezze, i nostri segreti e le nostre vulnerabilità contro di noi per ottenere esattamente ciò che vuole da noi.

E personalmente, non potrei essere più d'accordo. Meno male che mi sono fatto crescere la spina dorsale e mi sono ripreso la vita che è mia.

Beh, forse è il mio segno zodiacale (sono una Bilancia) che è rappresentato dalle scale per mostrare il nostro bisogno di giustizia, equilibrio e armonia o forse è un potere superiore che mi ha detto che qualcosa non va. Ma quello che sapevo era che non voglio vivere una vita sentendomi inutile.

Quindi, da vittima precedente a vincitore di oggi, lascia che ti dia una panoramica del ricatto emotivo.

Il ricatto emotivo è qualcosa che le persone fanno quando cercano disperatamente di farti fare quello che vogliono.

È uno strumento di manipolazione generalmente utilizzato da persone in strette relazioni: partner, genitori e figli, fratelli e amici intimi d'infanzia.

È in queste relazioni, dove le vite delle persone sono strettamente legate, che il ricatto emotivo è più forte.

In questo articolo, approfondirò cos'è il ricatto emotivo, come si manifesta e come puoi gestirlo (e fuggire indenne).

Cos'è la relazione di ricatto emotivo?

rapporto di ricatto emotivo

Secondo il libro, Ricatto emotivo:

“Il ricatto emotivo è una potente forma di manipolazione in cui le persone a noi vicine minacciano di punirci per non aver fatto ciò che vogliono. I ricattatori emotivi sanno quanto apprezziamo i nostri rapporti con loro. Conoscono le nostre vulnerabilità e i nostri segreti più profondi. Possono essere i nostri genitori o partner, capi o colleghi, amici o amanti. E non importa quanto si preoccupino per noi, usano questa conoscenza intima per vincere il profitto che vogliono: la nostra conformità '.

Inutile dire che è una tattica usata dalle persone a noi più vicine per ferirci e manipolarci, intenzionalmente o meno.

Il ricatto emotivo implica che il ricattatore dica a qualcuno che se non fa come si dice, finirà per soffrire per questo.

Il ricattatore potrebbe dire:

'Se mi lasci, mi ucciderò'

Nessuno vuole essere responsabile di un suicidio e così vince il ricattatore.

A volte le minacce sono meno estreme, ma comunque progettate per giocare sulle paure naturali della vittima. Il ricattatore potrebbe indurre la vittima a credere che finirà per essere isolata o non gradita se non fa quello che chiede. Ad esempio, potrebbero dire:

“Tutti sono d'accordo con me. Non dovresti farlo '

Di solito, un ricattatore emotivo non esce solo con grandi dichiarazioni di tanto in tanto. Il loro ricatto emotivo farà parte di un modello più ampio di abuso emotivo in cui useranno regolarmente forme minori di ricatto e colpa.

Potrebbero dire:

'Se avessi potuto darmi un passaggio, non avrei fatto tardi al lavoro'

Lo diranno anche se sanno che non potresti dar loro un passaggio perché avevi un appuntamento a cui essere presente e nonostante siano un adulto che dovrebbe essere responsabile di mettersi al lavoro.

Perché le persone usano il ricatto emotivo?

La maggior parte delle persone usa occasionalmente qualche forma di ricatto emotivo minore.

Siamo stati tutti colpevoli di esserci frustrati quando qualcuno non ha fatto qualcosa che avremmo voluto che facesse.

Ad esempio, potresti lamentarti del fatto che il tuo ragazzo non ha preso la cioccolata mentre tornava a casa, anche se sapeva che eri malato.

Anche se può diventare un problema se è frequente, non è qualcosa di cui preoccuparsi da solo.

Le persone che ricorrono a un serio ricatto emotivo sono autori di abusi che tentano di controllare i pensieri e i sentimenti di un'altra persona.

I ricattatori emotivi sono molto bravi a far sentire le loro vittime impotenti e confuse.

Spesso riescono a far sentire la loro vittima come se fossero completamente ragionevoli e che sia la vittima a essere irragionevole.

Le vittime di ricatti emotivi spesso si trovano a cercare di anticipare gli stati d'animo del loro ricattatore e si scusano profusamente per cose che non erano colpa loro.

Paura, obbligo e colpa

Il termine ricatto emotivo è stato reso popolare dai principali terapisti e psicologi Susan Forward e Donna Frazier nel loro libro del 1974 con lo stesso nome.

Il libro ha anche introdotto il concetto di paura, obbligo e colpa o FOG.

FOG è ciò su cui i ricattatori emotivi fanno affidamento per il successo. Le loro vittime possono essere manipolate da loro perché si sentono spaventate, obbligate nei loro confronti e in colpa per non aver fatto ciò che è stato loro chiesto.

Il ricattatore sa molto bene che la sua vittima si sente così e impara rapidamente quali parti della triade FOG sono più efficaci nel manipolarle. Imparano quali trigger emotivi funzioneranno.

I ricattatori emotivi, come tutti gli autori di abusi, sono spesso molto bravi a individuare le persone che probabilmente risponderanno loro nel modo migliore.

Quali tipi di ricatti emotivi esistono?

Forward e Frazier hanno identificato quattro diversi tipi di ricattatori emotivi. Questi sono:

Punitori

I punitori minacceranno di ferire direttamente la persona che stanno ricattando. Potrebbero impedirti di vedere i tuoi amici, o ritirare l'affetto, o persino ferirti fisicamente se non fai quello che dicono.

Autopunitori

Chi si auto-punisce minaccerà di farsi del male come forma di ricatto e ti dirà che sarà colpa tua se lo farà.

Chi soffre

I malati ti biasimeranno per il loro stato emotivo. Si aspetteranno che tu soddisfi i loro desideri per farli sentire meglio. Potrebbero dire 'Esci con i tuoi amici se vuoi, ma passerò l'intera serata a sentirmi triste e solo se lo fai'.

Stuzzicanti

Gli stuzzicanti non faranno minacce dirette, ma faranno penzolare la promessa di qualcosa di meglio se fai quello che ti chiedono. Quindi potrebbero dire 'Prenoterò una vacanza se rimani a casa con me questo fine settimana'.

Le fasi del ricatto emotivo

Forward e Frazier hanno identificato sei fasi del ricatto emotivo.

Fase 1: una richiesta

Il ricattatore dice alla vittima cosa vuole da lei e aggiunge una minaccia emotiva: 'se mi lasci mi farò del male'.

Fase 2: resistenza

La vittima inizialmente resiste alla richiesta, non sorprende, poiché la richiesta è spesso irragionevole.

Fase 3: pressione

Il ricattatore fa pressione sulla vittima affinché ceda, senza preoccuparsi di come la fa sentire. Spesso cercheranno deliberatamente di far sentire la vittima spaventata e confusa, così cominceranno a chiedersi se la loro resistenza iniziale fosse ragionevole.

Fase 4: una minaccia

Il ricatto stesso. 'Se non fai come dico, allora lo farò ...'.

Fase 5: conformità

La vittima cede alla minaccia

Fase 6: il modello è impostato

Il ciclo di ricatto emotivo termina, ma ora lo schema è impostato e il ricatto quasi sicuramente si ripeterà.

Strategie e segnali di ricatto emotivo

Ci sono tre strategie che i manipolatori usano per ricattare le loro vittime. Possono usarne solo uno o una combinazione di tre finché non ti sottometti.

Le strategie coinvolgono tutto ciò che ti fa funzionare. Essere consapevoli di queste tattiche ti aiuterà a identificare i comportamenti che altrimenti non avresti riconosciuto come manipolatori.

Queste strategie creano una NEBBIA nelle loro relazioni, che è un acronimo che sta per paura, obbligo, colpa. Quanto segue è una discussione dettagliata sulle tre tecniche utilizzate:

Usano le tue paure (F)

Secondo questo studia, la paura è un'emozione che ci protegge dal pericolo. La paura che proviamo quando prevediamo che accadrà qualcosa di brutto e la paura di perdere i nostri cari sono la stessa cosa.

Triste a dirsi, alcune persone usano le nostre paure per farci soddisfare le loro richieste. Per tenere una persona in ostaggio emotivamente, i manipolatori usano diversi tipi di paure come:

  1. Paura dell'ignoto
  2. Paura dell'abbandono
  3. Paura di turbare qualcuno
  4. Paura del confronto
  5. Paura delle situazioni difficili
  6. Paura per la tua sicurezza fisica

Usano il tuo senso di obbligo (O)

I manipolatori ci fanno sentire obbligati a dare loro la loro strada. Con ciò, usano diverse tecniche per premere i nostri pulsanti al punto che ci vediamo in una luce molto cattiva se non facciamo i nostri obblighi.

Ad esempio, un genitore manipolatore ricorderà al bambino tutti i sacrifici fatti o si lamenterà dell'ingratitudine quando il bambino non fa ciò che il genitore vuole.

Un'altra cosa è quando il tuo partner afferma che farebbe qualunque cosa ti hanno chiesto di fare, quindi dovresti fare quello che ti dice.

Qualunque cosa utilizzino, ci farà sicuramente sentire obbligati a fare ciò che vogliono, anche quando non ci piace.

Usano il senso di colpa (G)

Ciò che viene dopo essere stati obbligati a fare qualcosa è la colpa di non farlo. I manipolatori fanno sembrare che meritiamo di essere puniti per non aver rispettato i nostri obblighi.

Se sei stato inciampato in colpa per essere solo felice quando il tuo partner o amico si sente giù, allora sei emotivamente ricattato.

Quali sono i tipi di ruoli di ricatto emotivo?

ruoli di ricatto emotivo

Secondo Sharie Stines:

“La manipolazione è una strategia psicologica emotivamente malsana utilizzata da persone che non sono in grado di chiedere ciò che vogliono e di cui hanno bisogno in modo diretto. Le persone che stanno cercando di manipolare gli altri stanno cercando di controllare gli altri '.

Perché si verifichi un ricatto emotivo, il manipolatore deve fare una richiesta seguita da una minaccia se la vittima si rifiuta di obbedire.

E se ancora non lo sai, i manipolatori adottano uno o più ruoli utilizzando una o più delle strategie discusse sopra per ricattarti emotivamente. Ecco i quattro tipi di ruoli utilizzati per farti fare ciò che vogliono:

1. Ruolo del punitore

Questo ruolo utilizza la strategia della paura in cui minacciano di punirti se le richieste non vengono soddisfatte. Ti dicono quali sono le conseguenze se non farai una cosa particolare.

Le punizioni includono ma non si limitano a trattenere l'affetto, terminare la relazione, impedirti di vedere amici e familiari, sanzioni finanziarie e punizioni fisiche.

2. Ruolo di autolesionismo

Gli auto-punitori minacciano di farsi del male solo per ottenere ciò che vogliono. È un modo per innescare paura e senso di colpa in modo da essere costretto a fare ciò che ti viene chiesto.

La mia esperienza personale ha coinvolto il mio allora ragazzo che si è tagliato con una lama davanti a me per ottenere ciò che voleva. Tuttavia, può anche essere qualcuno vicino a te che minaccia di togliersi la vita o di farsi del male se non fai quello che ti chiedono di fare.

3. Ruolo del malato

Chi ne soffre usa tattiche di paura, obbligo e colpa per manipolare le persone. Usano e tengono la loro miseria sopra la testa del loro partner per ottenere ciò che vogliono.

Ad esempio, affermeranno che lo stato in cui si trovano, sia esso fisico, mentale o emotivo, è colpa dell'altra persona. Altre manipolazioni includono dirti che soffriranno se ti rifiuti di fare quello che vogliono che tu faccia.

4. ruolo Tantalizer

Gli stuzzicanti promettono una ricompensa, che non si materializzerà mai. È come guidarti e chiederti di fare qualcosa in cambio di qualcos'altro, ma di solito non è uno scambio equo.

Un esempio è quando il tuo partner, amico o familiare fa promesse generose che dipendono dal tuo comportamento e poi raramente le mantengono.

Esempi di dichiarazioni di ricatto emotivo

dichiarazioni di ricatto emotivo

Anche se questo elenco potrebbe non coprire tutto, questo ti aiuterà a identificare cosa è e cosa non è una dichiarazione di ricatto emotivo:

  1. Se mai vedrò un altro uomo guardarti, lo ucciderò.
  2. Se mai smetti di amarmi, mi ucciderò / ti ucciderò.
  3. Ne ho già discusso con il nostro pastore / terapista / amici / famiglia e concordano sul fatto che sei irragionevole.
  4. Sto prendendo questa vacanza, con o senza di te.
  5. Come puoi dire che mi ami ed essere ancora amico di loro?
  6. Mi hai rovinato la vita e ora stai cercando di impedirmi di spendere soldi per prendermi cura di me stesso.
  7. È stata colpa tua se sono arrivato in ritardo al lavoro.
  8. Se non cucinassi in modo malsano, non sarei in sovrappeso.
  9. Sarei andato avanti nella mia carriera se tu avessi fatto di più a casa.
  10. Se non ti prendi cura di me, finirò in ospedale / per strada / incapace di lavorare.
  11. Non vedrai mai più i tuoi figli.
  12. Ti farò soffrire.
  13. Distruggerai questa famiglia.
  14. Non sei più mio figlio.
  15. Te ne pentirai.
  16. Ti sto escludendo dalla mia volontà.
  17. Mi ammalerò.
  18. Non posso farcela senza di te.
  19. Se non farai sesso con me, lo riceverò da qualcun altro.
  20. Se non puoi comprarmi un nuovo telefono, sei una sorella / mamma / papà / fratello / amante senza valore.

Come fermare il ricatto emotivo

ricatto emotivo come smettere

1. Cambia la tua mentalità

“Il cambiamento è la parola più spaventosa nella lingua inglese. A nessuno piace, quasi tutti ne sono terrorizzati e la maggior parte delle persone, me compreso, diventerà squisitamente creativa per evitarlo. Le nostre azioni possono renderci infelici, ma l'idea di fare qualcosa di diverso è peggio. Tuttavia, se c'è una cosa che so con assoluta certezza, sia personalmente che professionalmente, è questa: nulla cambierà nella nostra vita finché non cambieremo il nostro comportamento '. - Susan Forward

Ti meriti rispetto. Periodo.

Devi cambiare la tua mentalità e affrontare la situazione in un modo diverso. Il cambiamento fa paura ma è l'unica cosa che ti aiuterà. Altrimenti, finirai con una vita rovinata.

2. Scegli una relazione sana

'Tuttavia, se c'è una cosa che so con assoluta certezza, sia personalmente che professionalmente, è questa: nulla cambierà nelle nostre vite finché non cambieremo il nostro comportamento. Insight non lo farà. Capire perché facciamo le cose controproducenti che facciamo non ci farà smettere di farle. Assillare e implorare l'altra persona di cambiare non lo farà. Dobbiamo agire. Dobbiamo fare il primo passo su una nuova strada '. - Susan Forward

Abbiamo tutti delle scelte su come impegnarci in una relazione: come essere umano, hai il diritto di negoziare per una relazione più sana o terminare la relazione.

Ricorda che nessuna relazione vale la tua salute emotiva e mentale. Se sta diventando troppo tossico, hai sempre la possibilità di fare ciò che è bene per te.

3. Stabilire i confini

Sharie Stines, una terapista con sede in California specializzata in abusi e relazioni tossiche ha detto:

“Le persone che manipolano hanno limiti schifosi. Hai la tua esperienza volontaria come essere umano e hai bisogno di sapere dove finisci e inizia l'altra persona. I manipolatori hanno spesso confini troppo rigidi o confini invischiati '.

Quando imposti i limiti, comunica al manipolatore che hai finito di essere manipolato. All'inizio può essere spaventoso, ma quando rompi con successo questo schema di comportamento tossico, significa che hai iniziato ad amarti.

Quindi, impara a dire 'no' e 'fermati' quando necessario.

RELAZIONATO:Quello che J.K Rowling può insegnarci sulla forza mentale

4. Affronta il ricattatore

Non puoi impostare i confini a meno che non provi ad affrontare il manipolatore. Se vuoi salvare la relazione, puoi provare questi esempi:

  1. Stai spingendo la nostra relazione al limite e mi sento a disagio.
  2. Non mi prendi sul serio quando ti dico quanto sono infelice delle tue azioni.
  3. Dobbiamo trovare modi per affrontare i conflitti che non mi facciano sentire abusato emotivamente e senza valore.
  4. Rispetto sempre le tue richieste e mi sento esaurito. Non sono più disposto a vivere così.
  5. Ho bisogno di essere trattata con rispetto perché me lo merito.
  6. Parliamone, non minacciarmi e punirmi.
  7. Non tollererò più quei comportamenti manipolatori.

5. Ottenere aiuto psicologico per il manipolatore

Raramente, i ricattatori emotivi riconoscono i propri errori. Se vuoi salvare la relazione, puoi richiedere che lui o lei riceva un aiuto psicologico in cui verranno insegnate capacità di negoziazione e comunicazione positive.

Se si stanno veramente assumendo la responsabilità delle proprie azioni, saranno aperti a creare un ambiente più sicuro nella relazione, eliminando i ricatti emotivi. I manipolatori che si assumono la responsabilità mostrano speranza per l'apprendimento e il cambiamento.

6. L'amore è senza ricatti

“Alcune persone guadagnano l'amore. Alcune persone ricattano altri per farlo '. - Rebekah Crane, The Upside of Falling Down

Sappi che il vero amore non ha alcun ricatto ad esso collegato. Quando una persona ti ama veramente, non ci sono minacce.

Guarda la situazione così com'è. La sicurezza è l'elemento primario per definire una relazione sana o non sana. Quando vieni minacciato, non è più sicuro per te.

7. Rimuovere te stesso o il manipolatore nell'equazione

Spesso, non è possibile obbligare un manipolatore ad assumersi la responsabilità delle proprie azioni. Tuttavia, puoi controllarti e agire di conseguenza.

Quando ti allontani dalla situazione (ti separi o ti allontani), non sarai più soggetto a minacce, interrompendo così il ciclo. Dott.ssa Christina Charbonneau disse:

“Abbiamo tutti delle scelte e tu puoi scegliere di aiutare te stesso. Ferma il circolo vizioso di lasciarti ricattare emotivamente dagli altri mettendo in discussione ciò che gli altri ti stanno dicendo prima di prenderlo semplicemente come un dato di fatto e crederci '.

Un messaggio da portare a casa

ricatto emotivo

Il ricatto emotivo è un circolo vizioso che spoglia la tua autostima e ti riempie di paura e dubbio.

Essendo in quella situazione anni fa, mi sono reso conto di quanto sono fortunato a uscirne senza graffi. Ed è stato perché ho preso una posizione, non importa quanto suicida e verbalmente offensivo diventasse il manipolatore.

Ma non tutti sono fortunati come me.

Se vieni ricattato emotivamente, non devi sopportarlo. Sì, puoi ancora riprenderti la tua vita.

Tutto inizia conoscendo il tuo valore.

E lascia che ti dica questo.

Ti meriti di essere amato e rispettato.

RELAZIONATO:Ero profondamente infelice ... poi ho scoperto questo insegnamento buddista

Perché le persone diventano ricattatrici emotive

Le persone che ricorrono al ricatto emotivo hanno spesso una storia complessa che le ha portate in un luogo in cui le loro relazioni sono tossiche e violente.

Spesso avranno avuto un file infanzia emotivamente violenta e saranno stati oggetto di ricatti emotivi da parte dei loro genitori.

Ciò può significare che trovano molto difficile sapere cosa è normale e cosa no, e potrebbero non avere una conoscenza sufficiente di come sia una relazione sana per essere in grado di costruirne una da soli.

I loro colleghi di lavoro e amici potrebbero non rendersene conto, perché non hanno una relazione intensa con alti interessi emotivi con quelle persone.

Ma con un partner le cose sono diverse e vengono fuori abusi e ricatti.

Ci sono alcuni tratti della personalità condivisi da molti ricattatori emotivi. Loro includono:

Mancanza di empatia

La maggior parte delle persone è in grado di immaginare come potrebbe essere essere un'altra persona.

Ciò significa che è difficile per loro causare consapevolmente del male a qualcun altro (pensa a quante persone trovano difficile porre fine a una relazione che ha fatto il suo corso, per esempio).

I ricattatori emotivi spesso non hanno una vera empatia. Quando immaginano di essere nei panni di qualcun altro, di solito è da una posizione di sfiducia.

Pensano che l'altra persona voglia far loro del male e questo giustifica il modo in cui li trattano.

Bassa autostima

Può sembrare un po 'un cliché, ma spesso è vero che i ricattatori emotivi, come tutti gli autori di abusi, hanno bassi livelli di autostima.

Piuttosto che cercare di aumentare la loro autostima, cercano di abbassare quella di coloro a cui sono più vicini.

Sono spesso molto bisognosi e cercano una relazione per dare loro tutte le cose che sentono di mancare altrove.

La loro mancanza di autostima può significare che lottano per formare amicizie strette, quindi il loro partner romantico è tutto ciò che hanno.

Ciò significa che se pensano che il partner si stia allontanando da loro, possono diventare sempre più disperati per farglielo dire e ricorrere a ricatti emotivi sempre più estremi.

Tendenza a incolpare gli altri

I ricattatori emotivi raramente sono in grado di accettare di essere responsabili di problemi nella loro relazione o di fallimenti in altri settori della loro vita, come la loro carriera.

Piuttosto che pensare se avrebbero potuto fare qualcos'altro in modo diverso, tendono a presumere che qualcun altro sia colpevole del loro dolore.

Ciò significa che si sentono giustificati nel minacciare le loro vittime.

Perché alcune persone hanno maggiori probabilità di essere vittime di ricatti emotivi rispetto ad altre

Nessuno è mai da biasimare per essere stato vittima di un ricatto emotivo. La responsabilità è interamente del ricattatore.

Detto questo, ci sono alcuni tratti della personalità che possono renderlo più probabile un ricattatore (o qualsiasi molestatore emotivo) ti prenderanno di mira. Cercano persone che hanno maggiori probabilità di rispondere ai loro abusi. Ciò può significare:

  • Persone con scarsa autostima, che hanno meno probabilità di sentire di meritare una relazione sana.
  • Persone che hanno una maggiore paura di turbare gli altri, quindi è più probabile che cedano al ricatto.
  • Le persone che hanno un forte senso del dovere o dell'obbligo, in modo che siano più propensi a pensare che dovrebbero andare d'accordo con ciò che vuole il ricattatore emotivo.
  • Persone che tendono ad assumersi facilmente la responsabilità o i sentimenti degli altri e che tendono a sentirsi in colpa per cose che non hanno causato.

Inizialmente non tutte le vittime di ricatti emotivi mostreranno tutti questi o alcuni di questi tratti. La maggior parte inizierà a farlo nel tempo a causa del ricatto emotivo.

Qualcuno che è in grado di turbare gli altri quando ne ha bisogno in una situazione lavorativa o familiare, ad esempio, potrebbe trovare molto difficile fare lo stesso quando ha una relazione violenta con un ricattatore emotivo.

Essere soggetti a ricatti e abusi emotivi a lungo termine può cambiare la tua personalità.

Ricatto emotivo e altri tipi di abuso

Il ricatto emotivo va spesso di pari passo con altre forme di abuso, sia emotivo che fisico. I ricattatori emotivi hanno spesso un disturbo della personalità, in particolare disturbo narcisistico di personalità o disturbo borderline di personalità.

Le persone con disturbo borderline di personalità (BPD) hanno un disperato bisogno che le persone stiano con loro e abbiano relazioni con loro.

Se si sente come se stessero perdendo qualcuno, spesso ricorrono a misure sempre più estreme per cercare di farli rimanere, compreso il ricatto emotivo.

Non sono necessariamente deliberatamente manipolatori, ma la natura del loro disturbo significa che non possono affrontare le difficoltà relazionali.

Le persone con disturbo narcisistico di personalità (NPD) usano il ricatto emotivo in modo deliberatamente manipolativo.

Spesso i narcisisti provare piacere nel causare dolore agli altri, così possono usare il ricatto emotivo come un modo per far star male gli altri e ottenere il controllo su di loro.

Le vittime di ricattatori emotivi narcisistici continueranno spesso a cedere alle loro richieste perché non comprendono appieno il grado in cui il narcisista manca di empatia.

Ricatto emotivo di genitori e figli

Sebbene gran parte del focus di questo articolo sia sulle relazioni di coppia, il ricatto emotivo avviene spesso tra genitori e figli.

Molte persone crescono essendo così abituate ai loro genitori che le ricattano emotivamente che, da adulti, non riescono a vedere i segni di un molestatore.

Sono spesso obiettivi chiave per i ricattatori emotivi a cui piace averli come partner poiché sono così profondi nella FOG, sono facili da ricattare.

Se sei cresciuto con un ricattatore emotivo per un genitore, potrebbe essere difficile vedere il loro comportamento per quello che era.

Spesso è molto difficile staccarsi da adulto, ma farlo è la strada per la guarigione da un'infanzia emotivamente violenta.

Come capire se vieni ricattato emotivamente

Poiché i ricattatori emotivi spesso fanno affidamento sul fatto che le loro vittime siano confuse dal loro comportamento e insicure di se stesse, può essere difficile dire se vieni ricattato emotivamente.

Sentirai spesso che qualcosa non va, ma non sai esattamente cosa. Potresti riconoscere che la tua relazione non è la stessa di quella di altre persone, ma potresti non capire perché.

Ecco alcuni segnali rivelatori che sei un vittima di ricatti emotivi:

  • Spesso ti ritrovi a cercare un motivo per chiedere scusa per qualcosa, anche se non sei del tutto sicuro di avere qualcosa per cui chiedere scusa.
  • Spesso senti di dover essere responsabile dei sentimenti del tuo partner.
  • Spesso hai paura dell'umore del tuo partner e cerchi di anticipare i suoi stati d'animo.
  • Sembra che tu faccia costantemente sacrifici per il loro bene senza ottenere lo stesso in cambio.
  • Sembrano sempre avere il controllo.

Come gestire il ricatto emotivo

Gestire il ricatto emotivo è incredibilmente difficile, perché l'intero scopo del ricatto emotivo, dal punto di vista del ricattatore, è confonderti e disarmarti in modo da non sapere come affrontarli.

La prima cosa da ricordare è che non puoi cambiare il loro comportamento. Puoi solo cambiare il modo in cui reagisci.

È difficile, soprattutto se sei immerso nella FOG e lo sei da un po 'di tempo. Ciò significa che di solito il modo per affrontare il ricatto emotivo è staccarsi completamente dal ricattatore. Fai tutto ciò che devi fare allontanati dalla situazione.

Non sarà facile. Potresti scoprire di aver bisogno del supporto di persone di cui ti fidi. Poiché i ricattatori emotivi minacciano di danneggiare te o se stessi, andarsene è eccezionalmente difficile.

Se hai un amico fidato con cui puoi confidarti, parla con lui e chiedigli di essere la tua guida. Poiché sei così profondamente coinvolto nella situazione, potresti non essere in grado di vedere una via d'uscita da solo.

Una volta che avrai messo una certa distanza tra te e il ricattatore, sarai in grado di prendere decisioni reali.

Le vittime del ricatto emotivo sono spesso persone naturali che piacciono alle persone che hanno difficoltà a non fare tutto il possibile per mantenere felice l'altra persona.

Se hai bisogno di parlare con il ricattatore, cerca di essere il più neutrale possibile piuttosto che impegnarti in uno scambio emotivo.

Usa un linguaggio che chiarisca che non ti stai assumendo la responsabilità dei loro sentimenti. Potresti dire 'Mi dispiace che ti senta così'.

Questo non li elimina completamente, ma significa che non ti stai assumendo la responsabilità per loro.

Se decidi di lasciare definitivamente il ricattatore, sappi che potrebbe intensificare i suoi tentativi di ricattarti emotivamente.

Hanno fatto affidamento per molto tempo sul fatto che tu obbedissi al loro ricatto, e quindi lasciarli li spaventerai e li turberai.

Essere disposto a chiudere tutte le forme di comunicazione, compreso il blocco sui social media,

Conclusione

Il ricatto emotivo è una forma di abuso emotivo. I ricattatori fanno affidamento sul fatto che le loro vittime abbiano paura delle conseguenze del non fare ciò che chiedono e che perdano di vista ciò che è normale.

Il ricatto emotivo è un termine ampiamente utilizzato, reso popolare dagli psicologi Forward e Frazier.

Hanno identificato che le vittime del ricatto emotivo sono solitamente bloccate in uno stato di paura, obbligo e colpa, e che queste sono le emozioni su cui i ricattatori fanno affidamento affinché il loro ricatto sia efficace.

Di solito l'unico modo per uscire da una relazione caratterizzata da ricatti emotivi è andarsene, definitivamente o meno. Questo può essere molto difficile e potenzialmente pericoloso.