I 10 principali motivi per il divorzio: perché alcuni matrimoni alla fine falliscono

I 10 principali motivi per il divorzio: perché alcuni matrimoni alla fine falliscono

Nessuno si immagina mai divorziato. È il genere di cose che pensiamo sempre accadrà ad altre persone, ma mai a noi stessi.


Quando l'amore è il sentimento più incredibile del mondo, e così tanto impegno va nel perseguire, costruire e prendersi cura della relazione definitiva con la nostra anima gemella, come fanno allora tante coppie a commettere ancora gli errori che portano al divorzio?

In questo articolo discutiamo di tutto ciò che devi sapere sul divorzio: i motivi per cui le persone divorziano, perché a volte il divorzio può sembrare inevitabile e i segni a cui prestare attenzione per vedere se il tuo il matrimonio può essere salvato.

Abbiamo molto da coprire, quindi iniziamo.


10 motivi per il divorzio

1. Sposarsi per ragioni sbagliate

Se ti sposi per il ragioni sbagliate, come puoi onestamente aspettarti che il matrimonio abbia successo?

Purtroppo, molte persone pensano in modo diverso. Forse non pensano nemmeno affatto. O forse, si sposano pensando che le loro ragioni siano abbastanza valide per farcela.



Ma la realtà è che se il tuo matrimonio non è fatto di rispetto reciproco, obiettivi condivisi e compatibilità, tanto meno amore reale e duraturo, il tuo matrimonio fallirà.


Psicologo clinico e presidente e fondatore di eHarmony Dr. Neil Clark Warren spiega:

'È spaventosamente facile scegliere la persona sbagliata. Attrazione e chimica vengono facilmente scambiate per amore, ma sono tutt'altro che la stessa cosa. Essere attratti da qualcuno è immediato e in gran parte subconscio. Rimanere profondamente innamorati di qualcuno avviene gradualmente e richiede decisioni consapevoli, prese più e più volte, per tutta la vita. Troppe persone scelgono di sposarsi in base all'attrazione e non considerano, o hanno una prospettiva sufficiente per riconoscere, se il loro amore può durare '.

Sposarsi per soldi, sfuggire a una situazione spiacevole o cercare di soddisfare le aspettative di qualcun altro non sono motivi sufficienti per sposarsi. Divorzio di coppie perché alla fine scoprono che non possono vivere il resto della loro vita con qualcuno che non rispettano o che non amano.

2. Perdere voi stessi nel matrimonio

La codipendenza non è mai una buona cosa per nessuna relazione, tanto meno un matrimonio.

Quando due persone sono così intrecciate e dipendenti l'una dall'altra, loro fallire come individui, quindi fallendo come coppia.

Secondo per lo sciamano di fama mondiale Rudá Iandê, la codipendenza è 'il più ricorrente e terribile dei modelli che possono esistere in una relazione'. È quando due persone interpretano due ruoli molto distinti dei 'bisognosi' e il salvatore.'

Il matrimonio non richiede che tu rinunci a ciò che sei. Si tratta di due individui completi che costruiscono una vita insieme.

Ed è qui che la maggior parte delle persone sbaglia. Le coppie divorziano perché si ritrovano perse nel loro matrimonio. Si guardano intorno e scoprono di aver rinunciato a così tanto e di essere diventati infelici. Hanno smesso di lavorare sulla propria crescita, sentendosi come se non avessero più uno scopo nella vita.

3. Estrema incompatibilità

motivi di divorzio

Ho sempre creduto che il successo di qualsiasi relazione o matrimonio si riduca a una cosa:

L'inesorabile decisione di continuare a scegliersi, ogni giorno, nonostante le differenze e le difficoltà della vita.

Dopo tutto, l'amore non è un sentimento. È una scelta attiva.

Il tuo errore più grande è sposare qualcuno e aspettarti che sia perfetto. Quando la pensi cosìrimarrai sempre deluso.Ma quando sposi qualcuno e accetti che sia umano, con difetti, bagaglio e storia, allora sarai più disposto a scendere a compromessi.

Ma c'è anche un limite a questa regola.

A volte, semplicemente non lavori bene con qualcuno. E queste incompatibilità estreme possono alla fine portare a un fallimento del matrimonio. Si commettono errori, le persone si feriscono, si dicono cose - creando un ambiente tossico che può essere così malsano, che l'opzione migliore è divorziare.

In questo caso, le coppie devono tracciare il confine tra salvare un matrimonio e salvare se stesse.

4. Mancanza di impegno

Studi mostrano anche che uno dei principali fattori predittivi del divorzio è la mancanza di impegno.

Ma cosa significa impegno anche al giorno d'oggi quando le relazioni sembrano così sacrificabili?

È facile dire che 'sono impegnato in questo matrimonio' quando le cose sono belle e comode. Ma le coppie sposate devono capire che l'impegno va ben oltre. Si tratta di compiere passi attivi per far andare avanti il ​​matrimonio.

L'impegno è fare quello che serve per far funzionare un matrimonio. Quindi una mancanza di impegno è un atto che non tiene conto e non rispetta non solo il tuo partner ma il matrimonio stesso.

Nessuno vuole stare con qualcuno che non combatte per loro. E il matrimonio riguarda due persone che lavorano alla vitainsieme,non da soli.

(Se il tuo matrimonio è in difficoltà e hai bisogno di una guida pratica e concreta per renderlo migliore, controlla il nostro Mend The Marriage recensione).

5. Il momento non era giusto.

Molte persone si sposano prima di esserlo veramente pronto. Le gravidanze non pianificate e la pressione sociale, ad esempio, giocano un ruolo importante.

Ma la ricerca suggerisce che il tempismo gioca un fattore enorme nel successo di un matrimonio.

Secondo Per il ricercatore sociologico Nicholas Wolfinger, c'è una 'finestra' per il momento perfetto per sposarsi, tra i 28 ei 32 anni.

Ecco qualcos'altro però:

Wolfinger ha analizzato i dati tra il 2006 e il 2010 dal National Survey of Family Growth (NSFG) e ha fatto una scoperta sorprendente:

Sposarsidopo la metà degli anni '30 è effettivamente più rischiosoche sposarsi prima. Infatti dopo i 32 anni, 'le probabilità di divorzio aumentano del 5% all'anno'.

Indipendentemente dal fatto che questa finestra possa essere vera o meno, non si può negare che il matrimonio funzioni meglio quando entrambi gli individui sono adulti 'completamente formati', nel senso che sono emotivamente e mentalmente indipendenti e hanno un migliore 'senso di sé'.

6. Problemi finanziari

motivi di divorzio

I problemi finanziari non creano solo problemi materialisticamente, ma creano anche problemi emotivi.

PER sondaggio condotto da Ramsey Solutions indica che i problemi di denaro sono la seconda più grande ragione per il divorzio, dopo l'infedeltà.

I problemi sono comunemente causati dall'iniziare il matrimonio mentre si è indebitati (avere un matrimonio costoso che non ti puoi permettere), dall'infedeltà finanziaria o da un'ampia differenza di stipendio. Uno dei motivi potrebbe anche essere avere priorità finanziarie diverse.

Secondo allo scrittore di finanza personale Andrea Woroch:

“Sfortunatamente, questo può causare litigi frivoli tra due persone che hanno visioni completamente opposte nei confronti del denaro. Se un partner spende senza pensarci e l'altro risparmia freneticamente ogni centesimo, è inevitabile che ci sia tensione. Chi spende può sentire che il suo partner è costantemente fastidioso ed economico, mentre il risparmiatore può sentirsi vulnerabile agli effetti di un eccesso di cibo. '

Prima o poi, queste differenze nelle opinioni finanziarie causeranno tensioni che alla fine porteranno al divorzio.

7. Dipendenza

La dipendenza può causare tensioni incredibili in qualsiasi relazione, soprattutto in un matrimonio.

Attualmente ci sono 24 milioni di americani che sono sposati e hanno una dipendenza, secondo alle statistiche.

Quando una persona soffre di qualsiasi tipo di dipendenza, che si tratti di droga, gioco d'azzardo, sesso o alcol, colpisce la persona più vicina a lei, il coniuge.

Sfortunatamente, la dipendenza può creare una serie di problemi negativi che spesso portano le coppie al divorzio. La dipendenza crea un ambiente in cui si perdono fiducia e rispetto. La dipendenza può anche imporre un pesante fardello finanziario a tutta la famiglia, per non parlare delle cause di disagio emotivo e abuso.

Non c'è da meravigliarsi se le coppie che soffrono di dipendenza spesso finiscono per divorziare.

8. Violenza e abuso

La violenza e l'abuso sono oggi prevalenti nei matrimoni e nelle relazioni intime. Infatti, 1 donna su 3 e 1 uomo su 4 sperimentare una qualche forma di violenza fisica commessa da un partner intimo.

Ma cosa puoi considerare come 'abuso'? Sì, potrebbe essere violenza fisica. Ma può essere anche qualcosa di più.

L'abuso domestico è un modello di abuso fisico, verbale o psicologico che colpisce il coniuge in modo negativo. Implica un tentativo di controllare o danneggiare il benessere fisico ed emotivo di qualcuno.

Sfortunatamente, molte vittime di abusi domestici hanno difficoltà a lasciare quel matrimonio. Sono stati privati ​​della loro indipendenza e il trauma li ha lasciati spaventati e vulnerabili.

In questa situazione, è meglio cercare aiuto e andarsene immediatamente. Il primo passo per divorziare è andarsene e tutto il resto seguirà dopo aver raggiunto la sicurezza.

9. Crescere a parte

Il matrimonio è come una pianta. Ha bisogno di amore e cura costanti. Se lo trascuri, appassirà e morirà.

Molte coppie pensano che il matrimonio sia qualcosa con cui arrancare. È qualcosa che si prenderà cura di se stesso.

Ma il matrimonio lo è lavoro.

Questo non vuol dire che sia qualcosa su cui devi costantemente sforzarti. Ma devi compiere passi attivi per connetterti con il tuo partner e nutrire quella connessione.

David Bennett, consulente certificato ed esperto di relazioni spiega:

'Se una coppia non alimenta la relazione, questa ristagnerà e i partner si separeranno. Ciò dimostra che in molti casi il divorzio non riguarda un particolare incidente 'ultima goccia' o un cattivo comportamento, ma semplicemente il rapporto si spegne. '

E per molte persone che raggiungono quel punto, non c'è quasi più niente per cui combattere.

10. Incapacità di affrontare i disaccordi

Il conflitto è normale nelle relazioni. Un matrimonio è composto dadue individui.Non è un'organizzazione risoluta.

le coppie sposate discuteranno delle cose. Da piccole lamentele a qualcosa di veramente grande. Ma ciò che separa un matrimonio di successo da uno condannato è ilcapacità di affrontare questi disaccordi in modo sano e maturo.

Le coppie devono ricordare a se stesse che sono entrambi contro il problema, e non loro uno contro l'altro.Altrimenti, il disprezzo si accumulerà fino a diventare un elemento importante nella stanza.

Psicoterapeuta Bonnie Ray Kennan spiega:

“Questo tipo di comportamento crea una cultura di disconnessione. Se uno o entrambi i partner non sono disposti ad ammorbidire la conversazione coniugale e smettere di litigare, il problema peggiorerà fino a quando non ci sarà più ritorno. '

Siamo destinati al divorzio?

Non c'è niente di più magico del giorno del tuo matrimonio: proclamare e legalizzare ufficialmente il tuo impegno con il tuo partner e anima gemella di fronte a tutta la tua famiglia e i tuoi amici.

È un impegno per la nostra comunità tanto quanto un impegno per il nostro altro significativo; la promessa di amare, di tenerci e di stare gli uni con gli altri fino al giorno in cui moriremo.

Ma perché così tanti di questi matrimoni finiscono con il divorzio? Non condividiamo tutti lo stesso livello di impegno e amore per i nostri partner quando ci fidanziamo e prendiamo quell'impegno che cambia la vita? Condanniamo noi stessi correndo, o facendo scelte sbagliate, o pensando con lussuria piuttosto che con amore?

Ci sono un milione di ragioni per cui una coppia di innamorati potrebbe divorziare. Secondo Marriage.com, il 10 motivi più comunemente citati per il divorzio includere:

  • Infedeltà
  • Abuso
  • Aumento di peso
  • Problemi finanziari
  • Discussione costante
  • Mancanza di uguaglianza
  • Mancanza di intimità
  • Aspettative non realistiche
  • Mancata comunicazione
  • Correre al matrimonio

La buona notizia: i tassi di divorzio non sono più così alti come una volta, con i divorzi che hanno raggiunto il picco negli anni '80 al 50% (motivo per cui abbiamo la linea popolare, 'metà di tutti i matrimoni finisce con il divorzio').

Questi giorni, i tassi di divorzio sono diminuiti a circa il 39% negli Stati Uniti, e il motivo principale di questo calo dei divorzi è che i millennial sono più selettivi con i loro partner rispetto alle generazioni precedenti.

Ma il 39% è ancora 4 matrimoni su 10, il che significa che molte coppie stanno prendendo decisioni gigantesche e sbagliate che hanno un impatto negativo sul resto della loro vita senza saperlo.

Anche se non possiamo più dire che il tasso di divorzio è la metà di tutti i matrimoni, molti matrimoni continuano a cadere a pezzi.

Allora perché succede questo?

La natura innaturale della monogamia

Per alcuni scienziati, la monogamia potrebbe essere solo un atto innaturale per gli esseri umani. Secondo il biologo evoluzionista David Barash dell'Università di Washington, la monogamia non è incorporata nei nostri istinti naturali.

Stare con un partner per l'intera vita è difficile per molti di noi perché non è così che eravamo biologicamente cablati.

Secondo Barash, più o meno 80% delle prime società umane potrebbe essere considerato poligamo, con gli umani che condividono partner tra loro in piccole comunità.

Alla fine siamo passati a regole sociali monogame a causa del vantaggio di due genitori, poiché le società hanno capito che i bambini cresciuti in ambienti con due genitori avevano migliori possibilità di sopravvivenza rispetto a quelli cresciuti in comunità poligame.

Naturalmente, questo non significa che le relazioni monogame siano impossibili. Significa semplicemente che è necessario uno sforzo maggiore affinché gli esseri umani rimangano monogami e possono essere tentati più facilmente di considerare la poligamia.

Questo spiega perché i tassi di infedeltà sono così alti anche tra i partner che si amano e non vogliono lasciarsi l'un l'altro.

Tuttavia, l'amore svanisce per altri motivi.

Capire perché l'amore svanisce

Come abbiamo discusso in articoli precedenti, l'amore richiede lavoro. Innamorarsi e seguire la tua passione iniziale nella fase della luna di miele di una relazione può essere facile, ma una volta svaniti quei turbamenti di emozioni e lussuria, una coppia deve fare la parte difficile: mantenere il loro amore e farlo andare avanti.

La verità potrebbe non essere qualcosa che vorresti sentire: l'amore svanisce naturalmente. Secondo il dottor Dan Lieberman, paleoantropologo di Harvard e autore di La molecola di più: come una singola molecola nel tuo cervello guida amore, sesso e creatività e determinerà il destino della razza umana, tutti i nostri sentimenti che circondano l'amore e il romanticismo sono controllati da una singola sostanza chimica: la dopamina.

E senza questa dopamina, anche le coppie più amorevoli possono sentirsi diverse l'una con l'altra.

'L'attaccamento deriva dalla soddisfazione che proviamo nell'essere intorno a un'altra persona, giorno dopo giorno', Dice il dottor Lieberman. 'Queste sostanze chimiche del cervello, chiamate neurotrasmettitori, sono associate al qui e ora.'

E il motivo per cui questo è importante è che molti di noi non capiscono la differenza tra l'attaccamento - l'amore e il legame che le coppie a lungo termine hanno l'una per l'altra - e 'l'amore appassionato', che è singolarmente guidato dalla dopamina.

La dopamina, il tuo amore chimico interno

La dopamina ci fa sentire bene, dandoci un certo ronzio ogni volta che il nostro cervello lo rilascia. Ed essere intorno a qualcuno che desideriamo sessualmente e romanticamente rilascia quella dopamina, causando il brivido e l'eccitazione associati all'amore scolastico.

Sfortunatamente, non importa quanto ami veramente qualcuno, il rilascio di dopamina che ottieni in loro presenza alla fine diminuisce man mano che il tuo cervello si abitua a loro.

Il tempo che il tuo cervello impiega per abituarsi al tuo partner al punto che non si verificano più rilasci di dopamina può variare; in alcuni casi potrebbero volerci solo settimane e in altri casi può durare anni (questo spiega in parte il mito comune del prurito di 7 anni, quando le coppie tendono a sciogliersi dopo 7 anni).

Quando la dopamina smette di colpirci, dobbiamo quindi impegnarci attivamente nella relazione, se dovessimo decidere che la relazione vale il nostro tempo anche senza l'aumento di positività artificiale della dopamina.

Questo è il momento in cui le coppie devono sperimentare la sfida dell'attaccamento - la ricerca attiva di lavorare per godersi la presenza reciproca e rendere quella sensazione più forte del rilascio di dopamina di iniziare una nuova 'avventura' con una nuova persona.

In sostanza, la chiave per una relazione di successo che sopravviva alla siccità della dopamina sta sviluppando un forte attaccamento mentre i potenziamenti della dopamina sono ancora significativi in ​​modo che l'attaccamento emotivo rimanga anche dopo che l'attaccamento neurochimico è svanito.

Ma ovviamente, questo non vuol dire che una volta che tu e il tuo partner siete stati insieme per molto tempo, allora non innescherete mai più i rilasci di dopamina l'uno nell'altro.

Richiede semplicemente lavoro e impegno da entrambe le parti. Senza questo lavoro e sforzo, l'amore in una relazione alla fine svanisce.

Ecco alcuni modi in cui permettiamo a questo amore di svanire:

uno) Sfioriamo il dolore. - Smettiamo di riconoscere il dolore del nostro partner o il nostro dolore e ci permettiamo a vicenda di soffocarlo invece di chiarirlo.

Due) Diventiamo emotivamente egoisti. - Smettiamo di raggiungere emotivamente il nostro partner perché siamo stanchi o pigri e smettiamo di aprirci.

3) Smettiamo di guardarci negli occhi. - Smettiamo di fissarci negli occhi, il modo più semplice per connetterci e legarci.

4) Ci aggrappiamo alla storia negativa. - Ci aggrappiamo a vecchi dolori e li riprendiamo ogni volta che vogliamo usarli per una discussione o una 'vittoria'.

5) Smettiamo di toccarci. - Smettiamo di fare uno sforzo con la nostra vita sessuale; non ci baciamo, non tocchiamo né ci prendiamo cura di noi stessi fisicamente.

6) Diamo per scontato le cose l'uno dell'altro. - Siamo stati insieme da così tanto tempo che pensiamo di poter assumere tutto, facendo sentire il nostro partner inascoltato.

7) Confondiamo sicuro con noioso. - Ci spaventiamo per la stabilità e la sicurezza della nostra relazione a lungo termine e iniziamo a confondere quella sicurezza con la noia.

8) Pensiamo troppo. - Pensiamo troppo e analizziamo ogni parola, ogni azione, ogni spinta. Questo uccide la nostra connessione organica e la naturale intimità, rendendo le cose robotiche.

Quando non vuoi il divorzio: 4 segni che la tua relazione può ancora essere salvata

Se hai iniziato a sentire che la tua relazione potrebbe lentamente avvicinarsi a quella separazione orribile e fatale, ma non vuoi ancora lasciarla andare, ecco i segnali che puoi cercare che dimostrino che c'è ancora speranza in un secondo vita per il tuo matrimonio:

1) Riconosci le tue imperfezioni e il tuo partner fa per te

Hai avuto litigi, discussioni, lunghe notti di avanti e indietro. Avete detto tutti le cose peggiori che potreste dirvi (o almeno così speri).

Ora chiediti: come ti senti? C'è ancora qualcosa dentro di te disposto a lottare per il matrimonio?

Capisci il punto di vista del tuo partner - le cose che stai facendo male o che potresti fare meglio - e loro vedono il tuo?

C'è un punto nei tuoi disaccordi in cui puoi connetterti e entrare in contatto? Se è così, è qui che puoi iniziare la guarigione.

Ti senti…

  • Puoi capire parte del dolore del tuo partner, anche se non sei d'accordo con tutto
  • Puoi fare di meglio in alcune parti della tua relazione e non hai fatto del tuo meglio
  • Il tuo partner è disposto ad ammettere le stesse cose

2) Quando ti viene in mente il tuo partner, sorridi

Avete fatto tutto insieme. Forse hai viaggiato per il mondo o hai guardato tutti i film insieme negli ultimi dieci anni; hai condiviso ogni festa e compleanno da quando ricordi.

Alla fine di una lunga, estenuante lotta, ti ritrovi a pensare senza meta e, per un motivo o per l'altro, i tuoi pensieri cadono sul tuo partner. Ricordi un ricordo divertente, uno sciocco evento e ridi tranquillamente a te stesso.

Ti senti…

  • Nostalgico per una versione precedente della tua relazione con il tuo partner, in un passato non troppo lontano
  • Sperando che il tuo partner entrasse dalla porta in questo momento e sistemasse le cose
  • Non volendo lasciare andare quei ricordi divertenti e iniziare una nuova relazione

3) Entrambi vi preoccupate della vostra famiglia più di ogni altra cosa

Non tutti i matrimoni hanno figli, ma per quelli che ce l'hanno, i bambini di solito sono la parte più importante del tuo amore. Li hai fatti, cresciuti e senti il ​​loro dolore ogni volta che tu e il tuo partner litigate.

Odi deluderli e quando ti chiedono se tu e il tuo partner siete arrabbiati l'uno con l'altro o vi separerete, non potete sopportare di dire loro la verità.

E sai nel tuo cuore che il tuo partner si sente allo stesso modo, e non potresti chiedere una mamma o un papà migliore per i tuoi figli di loro.

Ti senti…

  • Che il tuo amore per i tuoi figli sia sufficiente per tenere insieme te e il tuo partner in questi tempi difficili
  • Il tuo partner è la migliore mamma o papà che potrebbero essere e ti ispirano anche a essere migliore
  • Che tu e il tuo partner non dovreste pensare solo ai vostri sentimenti, ma a quelli dei vostri figli

4) Ti senti ancora al sicuro con loro alla fine della giornata

Per coloro che divorziano, il motivo principale è perché non riescono più a vedersi con il proprio partner insieme a condividere un futuro felice.

Smettono di sentirsi al sicuro in presenza del loro partner e sentono che non è più possibile crescere con il loro partner al loro fianco.

Chiediti: come si sente il tuo cuore riguardo alla tua relazione, alla tua presenza con il tuo partner? Hai voglia di allontanarti da loro? O vuoi ancora tenerli, tenerli vicino a te e rendere la tua vita più grande con loro?

Ti senti…

  • Che li vuoi sdraiati accanto a te quando vai a letto
  • Pensare che la relazione sia perfetta tranne che per una o due cose che puoi risolvere insieme
  • Innamorato del tuo partner come non lo sei mai stato prima

Quando il divorzio è inevitabile, che ti piaccia o no: 7 segni che il tuo matrimonio non può essere salvato

Con così tante storie di matrimoni che tornano dall'orlo del baratro, vogliamo sempre credere di poter salvare il nostro matrimonio fintanto che ci sforziamo abbastanza.

Ma ci sono alcuni matrimoni che sono irrecuperabili e prima tu e il tuo partner accettate questa realtà, prima le vostre vite potranno andare avanti.

Secondo i ricercatori, tra le coppie che hanno cercato di migliorare la loro relazione ma hanno comunque finito per divorziare in seguito, i motivi più significativi della separazione sono stati:

1) Mancanza di impegno

2) Infedeltà

3) Troppe discussioni e conflitti

Se non sei sicuro che la tua relazione abbia raggiunto il punto di svolta, ecco 7 segnali che possono aiutarti a vedere che il tuo matrimonio è alla sua sfortunata fine.

1) Le discussioni sono diventate impossibili

Non potete più sopportarvi a vicenda al punto che condividere pensieri è diventato impossibile. Una persona che parla porta l'altra persona a mettersi immediatamente sulla difensiva.

Sei così abituato alle discussioni che hai dimenticato come si tengono discussioni civili. Uno o entrambi ora non si impegnano più, e invece fai un muro di pietra: te ne vai prima che la discussione inizi a diventare accesa.

2) Vi evitate a vicenda (anche quando non c'è combattimento)

È diventata una norma nella tua famiglia trascorrere il minor tempo possibile l'uno con l'altro, anche quando non c'è una lite in corso o nessuno è attualmente arrabbiato.

Entrambi lo giustifichi come 'mantenere la pace', ma non esiste più una cosa come la pace tra te e il tuo partner; è un conflitto che è stato semplicemente messo in pausa perché ne siete entrambi stanchi. Uno o entrambi siete cresciuti in ambienti tossici come questo, motivo per cui pensate che sia normale e accettabile.

3) Tutto ciò che riguarda il tuo partner ti irrita

Abbiamo tutti le nostre piccole stranezze e spesso ci innamoriamo (o semplicemente accettiamo) le stranezze del nostro partner, che si tratti di strapparsi le unghie, fischiare, lasciare vestiti sul pavimento o una serie di altre cose.

Queste cose che una volta potevi ignorare ora sono diventate enormi bersagli ogni volta che le noti, o viceversa. Hai semplicemente “finito” emotivamente con il tuo partner e gli dai la caccia a ogni opportunità che ottieni.

4) Quando hai bisogno di sfogarti, parli con qualcun altro

Il tuo partner dovrebbe essere la tua casa, fisicamente e mentalmente. Ma non li consideri più uno spazio sicuro, quindi hai iniziato a rivolgerti a qualcun altro quando hai bisogno di sfogarti e lasciarlo uscire.

Potrebbe essere perché non credi che il tuo partner abbia a cuore i tuoi migliori interessi; forse temi che possano usare contro di te alcune delle tue rabbia e frustrazioni.

Per un motivo o per l'altro, il tuo partner non si sente più un confidente di cui ti puoi fidare.

5) Fantasmi come se fossi single

Non devono essere sempre fantasie sessuali o romantiche. Potresti aver iniziato a sognare ad occhi aperti una vita in cui non hai più il tuo partner.

A volte ti ritrovi a pianificare un futuro prima di ricordare che hai dimenticato di includere il tuo partner; forse quando pensi al tuo futuro a lungo termine, non li vedi più nella tua visione.

Ti preoccupi esclusivamente dei tuoi obiettivi e bisogni, ignorando completamente le implicazioni di avere ancora il tuo partner in questa fantasia.

6) Non sei più tu

Conosci 'te' meglio di chiunque altro e non ti senti più te stesso da molto tempo. La difesa a cui ti sei abituato a casa è trapelata in tutte le altre parti della tua vita - il tuo lavoro, i tuoi hobby, le tue reti, la tua famiglia - e le persone intorno a te hanno iniziato a notarlo.

Ansia e stress sono diventati parti quotidiane della tua vita e non capisci perché. E il 'perché' è semplice: ti senti bloccato e intrappolato, anche se non lo ammetti, e non vedi alcuna via d'uscita.

7) Trovate difetti e li abusate

Quando tu o il tuo partner notate anche il più piccolo errore l'uno nell'altro, lo usate come trampolino di lancio per iniziare una nuova discussione o per far risorgere le vostre lamentele e critiche sul vostro partner.

Questo è anche noto come 'lavello in cucina'; quando si individua un difetto e lo si utilizza per descrivere un reclamo personale molto più ampio.

Ad esempio, potresti lamentarti del fatto che il tuo partner sta spendendo troppo, ma invece di concentrarti sui soldi spesi, ti concentri sugli attacchi personali, definendoli egoisti e irresponsabili.

Divorzio: prendere la decisione e andare avanti

Non importa quanto possa essere stato orribile, stressante e negativo un matrimonio, il divorzio non è mai una decisione facile da prendere.

È uno che avrà un impatto sul resto della tua vita e uno che può essere devastante mentalmente ed emotivamente.

Rompere il legame di un matrimonio socialmente contratto può sembrare immensamente imbarazzante e vergognoso, anche se hai tutte le ragioni del mondo per farlo.

È importante che tu prenda la decisione: se lavorare attivamente per salvare il tuo matrimonio o finirlo qui e ora.

Tutte le aree della tua vita saranno influenzate negativamente da questa indecisione e stato coniugale di limbo, come ad esempio:

  • La tua carriera: Mancanza di attenzione, malumore e stress possono finire per costarti il ​​lavoro e la rete professionale
  • Le tue relazioni: Tutti intorno a te sentiranno la tua ansia e tristezza, e se non lo ammetti a te stesso ea loro, cambierà solo negativamente il modo in cui ti vedono
  • La vostra salute: Lo stress coniugale estremo può portare a compromessi per la salute fisica, poiché smetti di mangiare sano, smetti di fare esercizio e generalmente smetti di prenderti cura di te stesso

Quando prendi la decisione più importante, devi porsi queste domande e trovare le risposte più veritiere:

  • Se decidi di provare davvero a salvare il tuo matrimonio, hai fiducia che anche il tuo partner ci proverà?
  • Hai ancora pazienza o perdono in te?
  • Hai superato la rabbia e l'odio e sei passato all'indifferenza nei confronti della tua relazione?
  • Non c'è più intimità, inclusa intimità emotiva e affetto?
  • Stai subendo abusi o ti tradiscono?
  • Pensi che la tua vita non migliorerà mai con il tuo partner?
  • Faresti meglio a divorziare?

Trova le tue risposte e prendi la tua decisione. Può essere terrificante, stressante, angosciante e molto altro ancora, ma è la cosa più importante che devi fare.

Sappi cosa vuoi e, cosa più importante, di cosa hai bisogno per iniziare a rimettere insieme la tua vita.

Che sia con il tuo partner o con te stesso, solo tu puoi decidere.