La scienza rivela l

La scienza rivela l'esercizio numero uno per mantenere la mente lucida

Abbiamo tutti sentito parlare dei numerosi vantaggi di dedicare del tempo a noi stessi, investire in noi stessi e assicurarci di dormire a sufficienza la notte per condurre una vita più felice e più sana, ma cosa stiamo facendo per proteggere la salute del nostro cervello?


Dopotutto, abbiamo bisogno del nostro cervello per continuare a lavorare a piena capacità, o almeno, a un certo livello di capacità, per il resto della nostra vita, no?

Quindi, mentre siamo tutti così impegnati a cercare di prenderci cura della nostra salute fisica, la nostra salute mentale continua a passare in secondo piano.

Ma non preoccuparti, si scopre che in realtà c'è molto che possiamo fare per migliorare le nostre funzioni cognitive e garantire che il nostro cervello rimanga in buone condizioni di lavoro per gli anni a venire.


Sebbene non esista un modo scientifico per prevenire o trattare il morbo di Alzheimer o la demenza, ci sono molte cose che gli esseri umani possono fare per rimanere 'acuti' nella loro vecchiaia, e molti studi stanno ora dimostrando che la meditazione potrebbe essere la migliore di loro.

Perché? Le prove suggeriscono che il lato calmo e concentrato della pratica della meditazione migliora ciò che i ricercatori chiamano la tua 'riserva neurale'. Questa riserva si riferisce all'efficienza mentale, alla capacità e alla flessibilità del tuo cervello.



In altre parole, la meditazione incoraggia la neuroplasticità del cervello.


Come la meditazione migliora la neuroplasticità

Credito di immagine: Shutterstock -
Yuganov Konstantin

Conosci il vecchio detto: 'se non lo usi, lo perdi'? Bene, questo detto si applica a molte aree della nostra vita, inclusa la funzione del nostro cervello.

Studi hanno dimostrato che gli anziani che rimangono attivi nelle loro comunità e che frequentano regolarmente funzioni sociali, leggono libri, giocano a carte e fanno cruciverba hanno una funzione cognitiva migliore di quegli anziani che si accovacciano sulle loro sedie a dondolo aspettando che la morte bussi alla porta .

Questo ha perfettamente senso, ovviamente, perché più usi il tuo cervello, più forte diventa.

Mentre tutti attraversiamo le numerose fasi della vita, il pensionamento e l'invecchiamento sembrano essere il momento più lento per il nostro cervello e probabilmente hai visto molte persone appassire fino a nulla quando hanno smesso di lavorare.

Non è solo perché hanno smesso di muoversi fisicamente; è anche perché hanno smesso di sfidare il loro cervello con nuove informazioni e problemi.

La meditazione quotidiana può garantire che il cervello rimanga sveglio. Può aiutare a riaccendere l'interesse e la curiosità che potrebbero essere andati persi nelle persone e, se usato durante la giovinezza, può creare una routine per tutta la vita in cui il tuo cervello rimane vigile e pronto ad assorbire ciò che incontra.

Non solo la meditazione ti fa sentire bene, ma può aiutarti a creare pensieri positivi per te stesso, a lavorare sui problemi che stai avendo, a darti un senso di accettazione per la tua vita e, soprattutto, a mantenere il tuo cervello indovinare, il che lo aiuta a rimanere attivo.

La meditazione funziona mantenendo viva l'elasticità o la flessibilità del cervello e, se usata correttamente, può innescare la neuroplasticità che aiuta le persone a rimanere vigili e consapevoli. Fa persino sentire alcune persone più intelligenti e in grado di affrontare i problemi della vita.

Come la meditazione aiuta a mantenere una mente aperta

Credito immagine: Shutterstock - Di everst

Man mano che invecchiamo, tendiamo a sistemarci nei nostri modi, credenze, routine, sentimenti e, certamente, le nostre opinioni diventano dure e veloci.

Se hai mai sentito una persona anziana lamentarsi dei millennial, allora sai di cosa stiamo parlando.

Ma secondo la ricerca, una persona anziana che si dedica alla meditazione ha maggiori probabilità di essere aperta a nuovi modi di fare le cose; è più probabile che siano aperti all'ascolto delle opinioni o di altri, e sono ancora più propensi ad adottare loro stessi nuove opinioni perché sono curiosi del mondo che li circonda.

Sanno che il mondo continua a girare e che le cose cambiano ed evolvono nel tempo. Il cambiamento non è una brutta cosa, come molti di noi amano pensare, ma il cambiamento può essere spaventoso per le persone anziane che sono impostate nei loro modi. La meditazione è un modo per le persone di elaborare questi sentimenti e liberare la mente per essere aperti a nuovi pensieri sulla vita e sul mondo che li circonda.

Non mancano pillole e trucchi là fuori che pretendono di aiutare a rendere le persone più intelligenti e pensatrici più veloci, ma il vero potere è già nel nostro cervello; dobbiamo solo imparare a sbloccarlo e la meditazione può aiutarci a farlo.

Dedicare 15 minuti al giorno per liberare le nostre menti e lasciare che nuovi pensieri entrino nel nostro cervello può aiutarci a farci ticchettare molto più a lungo e con più vigore che mai.