Osho su come liberarsi dall

Osho su come liberarsi dall'ansia e dalla paura

Cosa trattiene le persone dal vivere la vita che desiderano veramente?


Direi che una cosa comune e distruttiva è che non possono controllare le loro preoccupazioni e ansia.

Pensano troppo ai pensieri preoccupanti finché non diventano più grandi e più spaventosi di quanto non siano in realtà.

Analizzano troppo e destrutturano le cose al punto che la loro ansia le travolge.


Ora non fraintendetemi: l'ansia può essere una grande cosa ovviamente.

Può darti energia, tenerti in allerta e prepararti ad affrontare problemi futuri.



Ma perdersi nell'ansia e nella preoccupazione può portare a diventare qualcuno che sta fermo nella vita.


Lo so. Pensavo troppo alle cose e provavo ansia senza sosta. Mi ha trattenuto in modi che non erano affatto divertenti.

Ma quando ho iniziato a divorare la saggezza della filosofia orientale da guru spirituali come Osho, ho imparato alcune tecniche preziose che mi hanno aiutato a far fronte alla mia ansia.

Ho ancora l'ansia, ovviamente, ma ho imparato ad affrontarla in modo più efficace.

Uno dei motivi principali per cui sono in grado di affrontare l'ansia in modo più sano è a causa di una tecnica che ho imparato da Osho sull ''arte di osservare la mente'.

Allora, cosa significa esattamente? E, soprattutto, come lo fai?

Diventare l'osservatore significa semplicemente fare un passo indietro dalla tua mente e diventare consapevole dei tuoi schemi di pensiero e di come stai rispondendo alle cose.

In questo articolo, esaminerò la saggezza di Osho per parlare di cosa significa veramente diventare un osservatore della mente, di come può aiutarti a ridurre la preoccupazione e l'ansia e di come puoi farcela.

Iniziamo.

Cosa significa 'diventare un osservatore della mente'?

Se non hai letto gran parte della saggezza di Osho prima, o di altri filosofi orientali, potresti non capire cosa significa essere un osservatore.

Ma è un concetto potente ed è fondamentale capire se si vuole praticare con successo la meditazione e trovare la verità pace interiore.

Può sembrare un po 'strano, soprattutto se credi di essere la tua mente, quindi come è possibile osservarla?

Ma prima, dobbiamo fare una distinzione tra la mente e te.

La mente è parte di te, ma non tutto di te.

Forse questo è meglio riassunto da questo citazione di Eckhart Tolle:

“Che liberazione rendersi conto che la“ voce nella mia testa ”non è chi sono. Chi sono allora? Quello che lo vede. '

In altre parole, è importante rendersi conto che il pensiero è solo un piccolo aspetto della coscienza. Il pensiero non può esistere senza la coscienza, ma la coscienza non ha bisogno del pensiero.

Osho lo descrive in modo eloquente, confrontando la mente con le funzioni del corpo come il battito del cuore e la respirazione dei polmoni.

“Proprio come il tuo cuore continua a battere costantemente, la tua mente continua a pensare costantemente; proprio come il tuo corpo continua a respirare costantemente, la tua mente continua a pensare costantemente; proprio come il tuo sangue continua a circolare costantemente e il tuo stomaco continua a digerire continuamente, la mente continua a pensare costantemente '.

“Non ci sono problemi in questo; è semplice. Ma non sei identificato con la circolazione sanguigna; non pensi di circolare. In effetti non sei nemmeno cosciente che il sangue circola; continua a circolare, non c'entra niente. Il cuore continua a battere; non pensi di battere. '

In breve, diventare l'osservatore significa semplicemente fare un passo indietro dalla tua mente e diventare consapevole dei tuoi schemi di pensiero e di come stai rispondendo alle cose.

Come impari a diventare un osservatore della tua mente?

Secondo Osho, diventare un osservatore è un po 'come chi siede sulla riva di un fiume a guardare l'acqua scorrere:

“Diventa un osservatore delle correnti di pensiero che fluiscono attraverso la tua coscienza. Proprio come qualcuno seduto sulla riva di un fiume che guarda il fiume scorrere, siediti accanto alla tua mente e osserva.

“O proprio come qualcuno si siede nella foresta e guarda una fila di uccelli che vola, siediti e guarda. O il modo in cui qualcuno guarda il cielo piovoso e le nuvole in movimento, guardi solo le nuvole di pensieri che si muovono nel cielo della tua mente. Allo stesso modo, gli uccelli volanti dei pensieri, il fiume fluente dei pensieri, in piedi in silenzio sulla riva, ti siedi semplicemente e guardi. '

“È come se fossi seduto sulla riva, guardando i pensieri che scorrono. Non fare nulla, non interferire, non fermarli in alcun modo. Non reprimere in alcun modo. Se c'è un pensiero in arrivo, non fermarlo, se non sta arrivando non cercare di costringerlo a venire. Devi semplicemente essere un osservatore ... '

Una volta che impari a trattare la tua mente come un fiume sul quale scorre, Osho dice che inizierai a capire che tu e i tuoi pensieri siete veramente separati:

“In quella semplice osservazione, vedrai e sperimenterai che i tuoi pensieri e tu siamo separati - perché puoi vedere che colui che sta guardando i pensieri è separato dai pensieri, diverso da loro. E te ne accorgi, una strana pace ti avvolgerà perché non avrai più preoccupazioni.

“Puoi essere in mezzo a tutti i tipi di preoccupazioni, ma le preoccupazioni non saranno tue. Puoi in mezzo a tanti problemi ma i problemi non saranno tuoi. Puoi essere circondato da pensieri ma non sarai i pensieri ...

“E se diventi consapevole che non sei i tuoi pensieri, la vita di questi pensieri inizierà a indebolirsi, cominceranno a diventare sempre più senza vita. Il potere dei tuoi pensieri sta nel fatto che pensi che siano tuoi. Quando discuti con qualcuno dici: 'Il mio pensiero è'. Nessun pensiero è tuo. Tutti i pensieri sono diversi da te, separati da te. Sii solo un testimone per loro. '

L'osservazione della mente è anche conosciuta come meditazione

Se stai cercando di praticare l'arte di diventare un osservatore della mente, non guardare oltre la pratica della meditazione.

Osho dice che il file obiettivo principale della vera meditazione sta diventando un testimone della mente. In effetti, dice anche che la meditazione è un altro nome per l'osservazione.

“La meditazione inizia con l'essere separati dalla mente, l'essere un testimone. Questo è l'unico modo per separarti da qualsiasi cosa. Se stai guardando la luce, naturalmente una cosa è certa: non sei la luce, sei tu che la guarda. Se stai guardando i fiori, una cosa è certa: non sei il fiore, sei l'osservatore.

“Guardare è la chiave della meditazione. Guarda la tua mente. Non fare nulla - nessuna ripetizione del mantra, nessuna ripetizione del nome di dio - osserva semplicemente qualunque cosa la mente stia facendo. Non disturbarlo, non impedirlo, non reprimerlo; non fare nulla da parte tua. Devi solo essere un osservatore e il miracolo di guardare è la meditazione. Mentre guardi, lentamente la mente si svuota di pensieri; ma non ti stai addormentando, stai diventando più vigile, più consapevole.

“Quando la mente diventa completamente vuota, tutta la tua energia diventa infiammata dal risveglio. Questa fiamma è il risultato della meditazione. Quindi puoi dire che la meditazione è un altro nome di guardare, testimoniare, osservare - senza alcun giudizio, senza alcuna valutazione. Solo guardando, esci immediatamente dalla mente '.

Diventare un osservatore della mente è uno stato mentale diverso. È fare un passo indietro dalla tua mente e osservarlo senza giudicare ciò che sta accadendo nella tua mente.

(Per immergerti in profondità nelle tecniche consapevoli per aiutarti a praticare l'arte di osservare la tua mente e accettare le tue emozioni, controlla l'eBook di Hack Spirit: La guida pratica all'uso del buddismo e della filosofia orientale per una vita migliore)

Comprensione della mente che osserva e della mente pensante

Un modo perfetto per iniziare a comprendere l'arte di osservare la mente è guardare all'idea di due menti della filosofia Zen.

Nello Zen, si riferiscono comunemente alla 'mente pensante' e alla 'mente osservante'.

Le terapie psicologiche occidentali come la terapia di accettazione-impegno (ACT) stanno iniziando solo di recente a vedere quanto potente possa essere questo concetto.

La prima cosa di cui dobbiamo renderci conto è che se la mente pensante è un'auto, non abbiamo il pieno controllo del veicolo.

Ad esempio, se ti dicessi adesso di NON pensare a un elefante rosa, probabilmente lo farai ancora.

Quello che è successo qui è che la tua Mente Osservante stava guardando la tua Mente Pensante che immaginava elefanti rosa, anche se stavi dicendo alla tua Mente Pensante di non farlo.

La mente pensante produce sempre pensieri e se non siamo abituati a usare la nostra mente osservante, allora ci perdiamo nella nostra mente pensante.

Questo è lo stesso per le emozioni, come l'ansia e lo stress, ed è da qui che proviene molta sofferenza.

Non possiamo fare a meno di farci risucchiare dalle emozioni negative, invece di fare un passo indietro e osservarle.

Molto del nostro stress psicologico deriva dal fatto che non riconosciamo la differenza tra mente pensante e mente osservante.

Perché non puoi controllare emozioni o pensieri negativi

Le persone spesso si chiedono come possono impedire a se stesse di provare emozioni negative come ansia, nervosismo o rabbia, ma la verità è che non lo fai.

Perché?

Perché non puoi controllare la tua mente pensante. La tua mente pensante continuerà a produrre pensieri. Le tue emozioni continueranno a comparire.

Ma il trucco non è identificarsi con quelle emozioni quando si verificano.

Questo è il motivo per cui la filosofia Zen consiglia di dire 'Mi sento arrabbiato' piuttosto che 'Sono arrabbiato'.

Non puoi controllare le tue emozioni, ma puoi controllare il tuo comportamento.

Le emozioni negative si verificano spontaneamente. Li produciamo tutti e, sfortunatamente, non cambierà.

Non importa quanti pensieri positivi provi a pensare o le terapie in cui ti impegni, i pensieri e le emozioni negative appariranno. È solo una parte dell'essere umano.

Ma puoi imparare ad accettarli, evitare di identificarti con loro e poi agire nonostante loro.

Il problema con il tentativo di sbarazzarsi dell'ansia è che più ci provi, più forte diventerà l'emozione.

Come dice un vecchio proverbio: 'Ciò a cui resisterai continuerà'.

Le emozioni negative sono un po 'come le sabbie mobili. Più cerchi di uscire, poi più nella sabbia affondi.

Invece, un approccio migliore è accettare le tue emozioni negative, evitare di attaccarti ad esse e poi andare avanti.

Non è facile da fare e richiede pratica. L'idea chiave da capire è che ci sono due menti e tu hai il controllo solo di una di esse.

Come ho detto sopra, imparare a usare la tua mente osservante è difficile ma con la pratica puoi farlo meglio.

Se stai lottando con la meditazione, probabilmente stai confondendo pratiche antiche e moderne

Come accennato in precedenza, la meditazione è la pratica perfetta per apprendere l'arte di osservare la mente.

Il problema è: se non sei cresciuto praticando la meditazione, è difficile sapere come procedere.

Potresti aver notato che ogni volta che ti siedi per provare a meditare, la tua mente pensante inizia a vagare rapidamente e perdi la 'concentrazione'.

Invece di essere il veicolo della beatitudine, la meditazione si trasforma in un ciclo infinito di 'perdita di concentrazione' che ti fa sentire sconvolto.

Non è colpa vostra. Dopotutto, probabilmente stai provando il tipo sbagliato di meditazione.

Secondo la guru della meditazione Emily Fletcher, ci sono 2 tipi di meditazione:

1. Meditazione pensata per i monaci e:

2. Meditazione per il mondo moderno.

Molte persone rimangono bloccate perché hanno scelto la meditazione progettata per i monaci.

Sì, queste pratiche funzionano ma hanno una curva di apprendimento più difficile.

D'altra parte, la meditazione moderna progettata da Emily Fletcher è più facile da imparare e più divertente. Ti permette di esercitarti usando la tua mente osservatrice in un modo più pratico.

Per imparare la meditazione moderna, dai un'occhiata a Emily Fletcher's masterclass gratuito di 80 minuti sui 3 miti inutili sulla meditazione e un esempio di 15 minuti di meditazione moderna che vale la pena imparare.

Dai un'occhiata alla Masterclass gratuita di The M Word qui

Ecco alcuni altri esercizi da implementare per aiutarti ad abituarti a usare la tua mente di osservatore.

3 tecniche per aiutarti a usare la tua mente osservante

Esercizio 1.

Ogni volta che emerge un'emozione o un pensiero forte, non identificarti con esso, ma riconoscilo.

Per esempio:

“Non sono ansioso. Mi sento ansioso perché ho un appuntamento stasera. ' 'Non odio mio fratello. Provo odio verso mio fratello. '

Non sono depresso. Mi sento depresso ”.

La lingua è un modo potente per inquadrare la mente. Questa tecnica fa 2 cose:

  1. Ti aiuta a capire che le emozioni oi pensieri negativi sono stati temporanei e sono permanenti.
  2. Ti costringe a riconoscerli e ad assumerti la responsabilità per loro.

Esercizio 2.

Esprimi gratitudine per i tuoi pensieri e le tue emozioni negative. Questa è in realtà una tecnica di ACT. Essendo grato per le tue emozioni negative, ti costringe ad accettarle.

Ad esempio: “Grazie, Thinking Mind, per esserti sentito ansioso per la mia presentazione di domani. Mi dà energia e mi tiene in punta di piedi.

“Grazie, Thinking Mind, per essere arrabbiato con la mia ex ragazza. Dimostra quanto ci tieni ”.

Potrebbe sembrare strano, ma la gratitudine è davvero un ottimo modo per diminuire la forza delle emozioni e dei pensieri negativi che stai vivendo.

Esercizio 3.

Questa tecnica è utile se qualcosa è davvero fastidioso e non riesci a lasciarlo andare.

Il primo passo è distillarlo in una singola frase, come 'Mi sento irritato con il mio collega'.

Ora chiudi gli occhi e immagina un personaggio di cartone che lo dice o un comico che trovi divertente.

Ora trasformalo in un'immagine, magari del tuo irritante collega di lavoro o di te seduto sul marciapiede fuori dal tuo ufficio. Metti quell'immagine su uno schermo televisivo. Rendi l'immagine divertente. Metti i colori lì dentro. Rendi i capelli del tuo collega colorati e ridicoli.

L'obiettivo è rendere assolutamente ridicolo il pensiero o l'emozione che dà fastidio.

Prenditi il ​​tuo tempo e cerca di farti ridere.

Dopo averlo fatto per un momento, guarda come ti senti. Se sei riuscito a renderlo abbastanza divertente, è probabile che l'emozione negativa non sia così potente come prima.

Altre tecniche

Ci sono diversi modi per esercitarsi nell'osservazione della mente. Ti potrebbe piacere visualizzare i tuoi pensieri come immagini proiettate su uno schermo cinematografico, mentre la tua consapevolezza sei 'tu' seduto tra il pubblico a guardare lo spettacolo.

Oppure potresti immaginare i tuoi pensieri come nuvole che fluttuano nel cielo della tua consapevolezza.

Un'altra tecnica utile è l'etichettatura. Ciò è particolarmente utile quando esegui un file meditazione sul respiro o scansione del corpo e vieni coinvolto in un flusso di coscienza, un flusso di pensiero, che è una distrazione dal tuo oggetto di consapevolezza scelto.

Quando alla fine ti accorgi di esserti allontanato, potresti notare questo fatto usando l'etichetta, 'pensando' e dicendolo tu stesso prima di riportare delicatamente la tua attenzione al respiro o al corpo.

In conclusione

Imparare l'arte di osservare la mente è qualcosa che richiede pratica, ma quando diventi più bravo sarai meno schiavo dei tuoi pensieri e delle tue emozioni.

Come dice Osho: 'Se diventi consapevole di non essere i tuoi pensieri, la vita di questi pensieri inizierà a indebolirsi, cominceranno a diventare sempre più senza vita'.

“Quando la mente diventa completamente vuota, tutta la tua energia diventa ardente di risveglio. '

Se vuoi davvero imparare l'arte di osservare la mente ...

Affrontiamolo.

La pratica della meditazione è fondamentale per apprendere l'arte di osservare la mente.

Il problema è, ovviamente, che la maggior parte di noi fatica a praticare la meditazione.

Cerchiamo di meditare come un monaco buddista che non si rende conto di aver praticato queste antiche tecniche per migliaia e migliaia di ore ...

Quindi, quando lo proviamo ... Ci sentiamo frustrati quando viene visualizzato un pensiero. Diventiamo facilmente distratti. Facciamo fatica a mantenere la nostra concentrazione. Diventiamo più stressati e ansiosi ... va avanti e avanti.

E a causa di questi ostacoli, non solo non troviamo la pace interiore, ma rinunciamo a fare della meditazione un'abitudine.

E se potessi imparare esercizi pratici per essere consapevole durante il giorno senza doverti sedere lì, fallendo in meditazione per 5 minuti?

È qui che entra in gioco l'esperta di meditazione Emily Fletcher. Nel suo corso, The M Word (puoi leggere la mia recensione Qui), insegna meditazione pratica per tutti i giorni, persone del 21 ° secolo.

Questa è la migliore risorsa che conosco per imparare la meditazione moderna. Se vuoi imparare come migliorare nell'uso della tua mente osservante, penso che questo corso abbia gli strumenti per aiutarti a raggiungere questo obiettivo in modo pratico.

The M Wordè progettato per insegnarti tecniche di meditazione facili e veloci che calmano la tua mente, riducono lo stress e ti impediscono di pensare troppo.

Con ogni lezione della durata di 10-20 minuti al giorno e strutturata in 33 giorni,M Wordè per gli individui di mentalità aperta che desiderano aggiungere tecniche di meditazione che cambiano la vita alla loro routine quotidiana.

Le tecniche di meditazione che Emily insegna mirano a cose come:

  • Diminuzione dell'ansia
  • Migliorare la vita sessuale
  • Gestire lo stress
  • Diminuzione dell'intensità dell'emicrania
  • Ridurre l'insonnia
  • Ridurre i sintomi dell'ADHD
  • Superare la tristezza
  • Essere presenti

Ma ecco cosa ho amato di più di questo corso di meditazione:

Non promette né si concentra su elementi come 'diventare tutt'uno con l'universo' o 'La legge di attrazione'.

La parola M non riguarda la dissoluzione dell'ego, il collegamento con una forza vitale sempre presente o elementi più metafisici.

Invece, è molto più pratico. Si tratta di migliorare la tua salute mentale e fisica generale con tecniche di meditazione adeguate che puoi usare quotidianamente in modo che la tua qualità di vita migliori.

È auto-miglioramento, 20 minuti al giorno.

Quindi, se hai a che fare con un lavoro ad alta pressione, o forse devi bilanciare la vita sociale di più bambini + il tuo trambusto laterale come un comico in erba, e senti che lo stress ti sta travolgendo. il punto di inazione, quindiM Wordla meditazione è probabilmente perfetta per te.

Come fondatore di Hack Spirit, un sito sulla consapevolezza e la saggezza della filosofia orientale, ero particolarmente interessato a questo corso di Mindvalley.

Sebbene molti lettori di Hack Spirit siano interessati alla consapevolezza, spesso si lamentano che praticare la meditazione è difficile e noioso, almeno nel senso tradizionale.

Ma Emily Fletcher trasforma il modo di praticare la meditazione, portandolo più in contatto con la vita moderna.

Per un'anteprima di ciò che otterrai durante il corso, dai un'occhiata a Emily'smasterclass gratuito.

Questo ti darà un'idea di come Emily insegna e cosa otterrai se ti iscrivi al corso.

Dai un'occhiata alla Masterclass gratuita di The M Word qui

Potrebbe piacerti anche leggere: