Neuroscienze: l

Neuroscienze: l'impatto scioccante che l'abuso narcisistico ha sul cervello

Che si tratti di un bambino e di un genitore emotivamente violento o di un adulto con un partner narcisistico, L'effetto è lo stesso-abuso narcisistico questo può lasciare molto più che un semplice danno emotivo.


Perché secondo studi recenti, i neuroscienziati lo hanno scoperto a lungo termine abuso narcisistico può causare danni fisici al cervello.

(Di seguito parliamo anche di 7 modi per gestire l'abuso narcisistico.)

Abuso narcisistico a lungo termine: effetti sul cervello


È risaputo in questi giorni che un trauma emotivo costante per un lungo periodo di tempo può causare alle vittime di sviluppare sia PTSD che C-PTSD.

Questo è il motivo per cui chiunque abbia una relazione distruttiva con un partner che si preoccupa poco del benessere emotivo della propria famiglia dovrebbe andarsene immediatamente, soprattutto quando sono coinvolti i bambini.



Tuttavia, alcune persone non prendono troppo sul serio questo avvertimento, a causa della sua base emotiva. Quello che molti non riescono a capire è che il disagio emotivo e psicologico è solo una faccia della medaglia che le vittime di abusi narcisistici a lungo termine sperimentano.


C'è anche un aspetto fisico del danno cerebrale coinvolto: quando subiscono un abuso emotivo costante, le vittime sperimentano un restringimento dell'ippocampo e un gonfiore dell'amigdala; entrambe queste circostanze portano a effetti devastanti.

L'ippocampo è fondamentale per l'apprendimento e lo sviluppo dei ricordi, mentre l'amigdala è il luogo in cui prendono vita emozioni negative come la vergogna, il senso di colpa, la paura e l'invidia.

Capire l'ippocampo

Ippocampo è la parola greca per 'cavalluccio marino', ed è la parte del cervello che è nascosta all'interno di ogni lobo temporale, a forma distintamente come due cavallucci marini.

Una delle funzioni più importanti di cui è responsabile l'ippocampo è la nostra memoria a breve termine, che è il primo passo per l'apprendimento. Le informazioni vengono prima archiviate nella memoria a breve termine prima di poter essere convertite in memoria permanente.

Senza memoria a breve termine, non ci può essere apprendimento.

E il danno all'ippocampo è molto più inquietante di quanto gli scienziati inizialmente pensassero. In uno studio della Stanford University e dell'Università di New Orleans, hanno scoperto che c'era un file stretta correlazione tra alti livelli di cortisolo (un ormone causato dallo stress) e diminuzione del volume nell'ippocampo.

Più le persone erano stressate, più piccolo diventava il loro ippocampo.

Capire l'amigdala

L'amigdala è conosciuta come il cervello rettiliano, perché controlla le nostre emozioni e funzioni primarie, tra cui lussuria, paura, odio, nonché frequenza cardiaca e respirazione.

Quando viene attivato, l'amigdala è il luogo in cui viene effettuata la risposta di lotta o fuga. I narcisisti tengono le loro vittime in uno stato in cui la loro amigdala è costantemente in allerta.

Alla fine, queste vittime cadono in uno stato permanente di ansia o paura, con l'amigdala che reagisce al minimi segni di abuso.

Molto tempo dopo che la vittima è sfuggita alla relazione distruttiva, continuerà a convivere con sintomi di disturbo da stress post-traumatico, aumento delle fobie e attacchi di panico, a causa di un'amigdala allargata che si è abituata a vivere in uno stato di paura. Per proteggersi dalla loro realtà, queste vittime usano spesso meccanismi di difesa che piegano la realtà che rendono più facile far fronte, come:

Proiezione: Le vittime si convincono che il loro aggressore narcisista abbia tratti e intenzioni positive come compassione e comprensione, quando in realtà questo potrebbe non essere il caso

Compartimentalizzazione: Le vittime si concentrano sulle parti positive della relazione, separandole dalle parti abusive e quindi ignorandole

Rifiuto: Le vittime finiscono per credere che la loro situazione non sia così grave come si sentono, poiché è più facile conviverci piuttosto che affrontarla

Un ippocampo danneggiato: Paralizzando tutto ciò che sappiamo

L'ippocampo è forse la parte più cruciale del cervello quando si tratta di conoscenza e funzione. Tutto ciò che facciamo, capiamo, leggiamo e impariamo, si basa esclusivamente sul funzionamento corretto dell'ippocampo.

Questo perché il l'ippocampo è coinvolto nella formazione di nuovi ricordi ed è anche associato all'apprendimento e alle emozioni

Ma l'ippocampo viene danneggiato quando il corpo rilascia cortisolo, l'ormone rilasciato durante i periodi di stress. Il cortisolo attacca efficacemente i neuroni nell'ippocampo, provocandone il restringimento.

L'amigdala viene quindi stimolata dal cortisolo, che trasforma i nostri pensieri e l'attività neurale dall'aumento della nostra acutezza mentale alle preoccupazioni e allo stress.

Quando queste emozioni angoscianti vengono spinte all'estremo, la nostra attività cerebrale viene spinta 'oltre le sue zone di efficacia'.

Ma ricorda: prolungati periodi di stress medio possono essere altrettanto dannosi, se non peggiori, dello stress estremo a breve termine. Anche se un abusante narcisista non si spinge mai 'troppo lontano', potrebbe sicuramente ancora causare distruzione al cervello della vittima.

[Non solo il buddismo fornisce uno sbocco spirituale a molte persone, ma può anche migliorare la qualità delle nostre relazioni personali. Dai un'occhiata alla mia nuova guida pratica per usare il buddismo per una vita miglioreQui].

Ricostruire il tuo ippocampo e calmare la tua amigdala

Ma c'è sempre un modo per tornare a un cervello che funziona normalmente. Attraverso alcuni metodi come la terapia di desensibilizzazione e ritrattamento del movimento degli occhi o EMDR, le vittime che mostrano segni di PTSD possono far ricrescere il 6% del loro ippocampo in poche sessioni.

L'EMDR può anche calmare l'amigdala allo stesso tempo, consentendo al tuo cervello di reagire in modo più razionale alle situazioni.

Alcuni altri metodi comprovati includono aromaterapia e oli essenziali, meditazione guidata, atti di altruismo e Emotional Freedom Technique (EFT), utile per normalizzare il cortocircuito biochimico, che di solito si osserva nell'ansia cronica.

Ma il primo passo è in definitiva il più importante: uscire dalla relazione distruttiva e violenta. Prima che si possa fare qualsiasi progresso verso la guarigione, la vittima deve riconoscere la situazione e accettare la sua realtà.

Quindi, se stai cercando modi per affrontare l'abuso narcisistico, controlla i seguenti 7 suggerimenti:

[Non solo il buddismo fornisce uno sbocco spirituale a molte persone, ma può anche migliorare la qualità delle nostre relazioni personali. Dai un'occhiata alla mia nuova guida pratica per usare il buddismo per una vita miglioreQui].

7 modi per affrontare l'abuso narcisistico

Credito immagine: Shutterstock - Di Dmytro Zinkevych

L'abuso in una relazione non è mai un argomento facile. Tendiamo a proteggere i nostri partner per amore e speriamo che il loro comportamento possa cambiare, anche se ciò significa sacrificare la nostra felicità e autostima.

E tra tutti i tipi di abuso, l'abuso narcisistico potrebbe essere il più difficile da affrontare.

Questo tipo di abuso non riguarda solo la rabbia o altre emozioni; piuttosto, si tratta di potere.

Questo abuso può manifestarsi a livello fisico, spirituale, emotivo, mentale, finanziario e persino sessuale.

E in molti casi, la vittima non è nemmeno pienamente consapevole della dinamica abusiva della loro relazione.

Questo perché i narcisisti comprendono l'arte della manipolazione più della maggior parte e possono convincere anche i partner più abusati che la colpa di ogni combattimento è nelle loro mani.

Prima di affrontare i 7 modi per affrontare l'abuso narcisistico, è fondamentale che comprendiamo i modi sbagliati in cui pensiamo di gestirlo, ma in realtà abilitiamo il comportamento.

Ecco qui le errori più comuni nel trattare con i narcisisti:

Incolpare te stesso: Quando combattiamo con un narcisista, tendiamo a incolpare noi stessi a causa della loro astuta manipolazione. Finiamo per provare più duramente e spingerci di più, semplicemente perché crediamo di essere la causa di tutti i combattimenti.

Minacce: Se spinti troppo oltre, potremmo minacciare il nostro partner violento. Questo può ritorcersi contro facilmente: se non superi la minaccia, perdi tutto il tuo potere.

Cercando di essere capito: Un narcisista girerà le parole per farsi sempre ragione, anche se non ha alcun senso. Un partner amorevole non lo capirà e continuerà a cercare di far capire al narcisista il loro punto di vista. Ecco la verità: ti capiscono; semplicemente a loro non importa.

Ritiro: ci arrendiamo. Tutti i combattimenti ci mettono a dura prova e li lasciamo vincere, ogni singola volta. Anche se questo ti fa risparmiare energia, non ti salva dalla situazione.

Rifiuto: Neghiamo e scusiamo il comportamento violento del nostro partner per amore o lealtà. Se continui a consentire il loro comportamento e mostri loro che manterrai segreto il loro abuso, ciò rafforzerà solo la loro determinazione.

Invece, ecco i 7 modi per affrontare efficacemente l'abuso:

1) Educare

I narcisisti spesso non capiscono veramente cosa stanno facendo, perché gran parte di ciò è stato naturalmente affinato per tutta la loro vita.

Secondo Darlene Lancer, JD, LMFT in Psicologia oggi, potresti essere in grado di istruirli; insegnate loro come insegnereste a un bambino, essendo diretti e spiegando le conseguenze del loro comportamento.

2) Rispetta i tuoi confini

Un narcisista ti spingerà spesso solo per vedere fino a che punto gli permetti di spingerti. Potrebbero non esserne pienamente consapevoli, ma in molti casi non si tratta di combattimenti quotidiani; si tratta di potere e di avere il potere nella relazione.

Quindi parla con il tuo partner: digli quali sono i tuoi limiti. Proveranno ad attraversarlo e staranno attento a quello che fai: se rispetti i tuoi limiti e li sostieni, impareranno a rispettarti. Se non lo fai, andrà solo peggio.

Karyl McBride, Ph.D., LMFT in Huffington Post dà alcuni consigli su come impostare i tuoi limiti con un narcisista:

“La chiave per stabilire dei limiti con un narcisista è attenersi a loro. Dovrai comunicare in modo chiaro e diretto ogni volta. Se commetti un errore e scopri che lo 'perdi' o dici qualcosa di sbagliato, continua a esercitarti e sii responsabile del tuo comportamento '.

3) Afferma te stesso

Sappi cosa vuoi e combatti per quello che vuoi. Stare con un narcisista è un gioco di potere costante, e se rinunci a quel gioco di potere, rinunci a tutta la tua libertà nella relazione.

Secondo Darlene Lancer, JD, LMFT, devi combattere contro il loro potere e affermare la tua area e le tue esigenze. Usa critiche verbali che richiedono rispetto e spingono la tua mente in primo piano, come:

'Non ti parlerò se tu ...'
'Può essere. Lo prenderò in considerazione. '
'Non sono d'accordo con te.'
'Cosa mi hai detto?'
'Fermati o me ne vado.'

4) Affrontalo prima di tutto

Non scappare da una rissa; potresti pensare che ti stai salvando da una brutta notte, ma il narcisista lo vedrà solo come un'altra vittoria.

Alzati, guardali negli occhi e parla. Sii una persona più completa e mostra loro che non possono soffocarti con urla e bullismo.

Secondo Darlene Lancer, JD, LMFT questo non significa combattere e discutere, ma 'significa mantenere la propria posizione e parlare per se stessi in modo chiaro e calmo, e avere dei limiti per proteggere la mente, le emozioni e il corpo'.

(Per impedire alle persone tossiche di approfittarsi di te, dai un'occhiata al mio eBook sull'arte della resilienza Qui)

5) peggiora le tue conseguenze

Dopo aver stabilito dei limiti e il tuo partner li ha superati, è il momento di mostrare loro che ti atterrai alle tue conseguenze.

Ma devono vedere le conseguenze peggiorare; ci deve essere un graduale peggioramento della loro punizione, in modo che possano vedere che ti stanno lentamente perdendo a causa del loro comportamento.

Secondo Timothy J. Legg, PhD, CRNP in Linea Salute, le conseguenze iniziano a essere importanti con un narcisista quando le cose iniziano a influenzarlo personalmente:

“Perché le conseguenze dovrebbero essere importanti per loro? Perché qualcuno con una personalità narcisistica in genere inizia a prestare attenzione quando le cose iniziano a influenzarlo personalmente.

Assicurati solo che non sia una minaccia inutile. Parla delle conseguenze solo se sei pronto a metterle in atto come dichiarato. Altrimenti, la prossima volta non ti crederanno. '

6) Strategizza

Ricorda: quando sei con un narcisista, stai giocando una guerra costante per il potere finché uno di voi non vince.

E per battere un narcisista, devi capire il modo in cui pensa: ogni interazione è solo un'altra battaglia per il potere.

Secondo Darlene Lancer JD LMFT, è importante comprendere i propri limiti, i loro limiti e ottenere il massimo da ogni interazione.

'Sappi cosa vuoi nello specifico, cosa vuole il narcisista, quali sono i tuoi limiti e dove hai potere nella relazione.'

7) Sapere quando abbastanza è abbastanza

Infine, è importante sapere quando è il momento di smettere. Sei una persona e il tuo partner narcisista farà di tutto per convincerti che non lo sei.

Ottieni supporto, cerca terapia e scopri come andare avanti con la tua vita senza coinvolgere il tuo attuale partner. Non hai bisogno di tener duro con lui o lei; è la tua vita e loro non la possiedono.

Secondo la psicologa clinica autorizzata Dianne Grande, Ph.D., una narcisista 'cambierà solo se serve al suo scopo. '

Quindi risparmiati la fatica e dai la priorità alla tua felicità e sanità mentale. In molti casi, potresti non avere scelta, quindi quando lo fai, esci, ora.