Come l

Come l'autoipnosi ha cambiato la mia vita

Vivevo a Londra e odiavo il mio lavoro.


È stato un periodo spaventoso. È difficile immaginare come fosse la vita allora, ma sapevo di essere caduto in tutta una serie di schemi di pensiero negativi.

Avevo bisogno di trovare una soluzione per creare una brusca rottura nei miei schemi mentali.

Un amico mi ha consigliato di provare l'ipnoterapia. Non ne avevo sentito parlare e inizialmente ero scettico. Ma stavo lottando nella vita, quindi ho deciso di provarci.


In tre sessioni, sono riuscito a ribaltare alcuni dei miei schemi di pensiero negativi su me stesso.

Il mio ipnoterapeuta non si è limitato a 'sistemarmi' con sessioni di ipnoterapia. Mi ha insegnato l'autoipnosi. Da allora, l'autoipnosi è diventata uno stile di vita per me.



L'autoipnosi ha cambiato la mia vita. Sono in grado di identificare modelli di pensiero negativi e spostarli rapidamente.


In questo articolo, esplorerò tutto ciò che devi sapere sull'autoipnosi, da quello che è, la scienza dietro di esso, ai modi migliori per iniziare l'autoipnosi oggi.

Cos'è l'autoipnosi?

L'idea dell'ipnosi arriva con un sacco di bagagli.

Per la maggior parte delle persone, l'ipnosi potrebbe essere considerata uno scherzo o una stupida caricatura, con i loro riferimenti all'ipnosi derivanti dalla cultura pop: zingari in tende con pendoli, stanze fumose e showmen che fanno schiamazzi come un'anatra.

Ma l'ipnosi è molto, molto di più di un semplice atto in uno spettacolo.

È un metodo con cui un individuo può accedere a una parte di sé che di solito è chiusa a se stesso - la sua mente inconscia - e guarire e crescere in modi che semplicemente non sono possibili senza l'aiuto dello stato ipnotico.

'In parole povere, l'ipnosi può aiutare a riprogrammare la mente con convinzioni diverse', diceIpnoterapeuta e Life Coach Malminder Gill.'L'autoipnosi può essere davvero utile se stai cercando di superare qualcosa, come una paura, ma anche per chiunque cerchi di rompere schemi di comportamento negativi o inutili.'

LL'ipnoterapeuta Malminder Gill insegna autoipnosi a Londra.

Secondo Gill, le persone che vivono con DOC, PTSD, ansia o depressione possono utilizzare l'autoipnosi per ottenere risultati veramente trasformativi.

È una vera alternativa alla meditazione o alla terapia, aiuta le persone a portare la loro esperienza meditativa a un livello molto più profondo.

Con l'ipnosi, una persona può imparare a:

  • Viaggia dentro e fuori dai loro vari stati di coscienza
  • Manipola consapevolmente il loro sistema di credenze, lo stato emotivo e la salute fisica utilizzando il potere della loro mente
  • Acquisire familiarità con il proprio senso di consapevolezza, permettendo a se stessi di crescere nel tempo
  • Facilitare una sorta di maggiore integrità e guarigione generale per la mente e il corpo

Ma trarre veramente beneficio dall'autoipnosi richiede veramente comprensione cosa significano veramente ipnosi e autoipnosi.

L'autoipnosi è l'assoluta consapevolezza e controllo della tua mente e del tuo corpo facendo passare la tua coscienza allo stato ipnotico, permettendoti di connetterti con te stesso a un livello superiore.

L'ipnosi sì non significare:

  • Perdere il controllo del ricordo e del corpo
  • Cadere in uno stato di incoscienza in cui diventi totalmente suggestionabile a qualunque cosa ti venga comandata
  • Penzolare un pendolo davanti a te o altri stereotipi comunemente associati all'ipnosi

L'autoipnosi ti consente di prenderti cura di te stesso. Ciò che impari diventa parte del tuo kit di strumenti.

'Le persone che soffrono di ansia parlano a se stesse in modo negativo, quindi stanno già ascoltando una sorta di autoipnosi', dice Gill. “Insegno loro a usare una voce diversa per ispirare un cambiamento positivo. I clienti arrivano a capire di cosa sono capaci le loro menti, il che significa che sono in grado di riprendere il controllo e potenziare se stessi '.

L'autoipnosi è stata soprannominata 'la nuova consapevolezza'

L'autoipnosi è diventata popolare negli ultimi anni ed è stata persino soprannominata 'La nuova consapevolezza'. È visto come un passo successivo nella gestione della salute e del benessere personali.

Il punto chiave è questo:

Non si tratta solo di liberare la mente. Si tratta di sbloccare un nuovo modo di vivere.

Il professor Stephen Redford è uno specialista del cervello e ha condotto studi a lungo termine sull'attività cerebrale e l'ipnosi. Ha detto quanto segue:

'Si tratta di imparare di cosa è capace il cervello. La mente è un posto divertente e, per alcune persone, la differenza tra essere in grado di fare qualcosa o no, o anche vivere bene o no, può dipendere esclusivamente da un singolo pensiero. Anche se non è vero dire che può aiutare tutti, l'ipnosi può certamente essere utile per molti '.

Benefici dell'autoipnosi e perché dovresti farlo

I benefici dell'autoipnosi ruotano attorno al singolare vantaggio di connettersi con la mente e superare le barriere mentali che causano la maggior parte dei problemi che affronti, mentalmente e fisicamente.

Con l'autoipnosi, una persona può aiutare se stessa a superare problemi come:

  • Depressione
  • Problemi di peso
  • Disordini del sonno
  • Dolore cronico
  • Problemi di stress e ansia
  • Problemi di autostima
  • Dipendenze
  • Altre condizioni di salute mentale

Il potere medico e terapeutico dell'autoipnosi deriva dalla capacità appresa di una persona di forzarsi in trance.

Questo dà loro accesso al loro inconscio, permettendo loro di esplorare una parte di se stessi che esiste dietro le quinte di ciò che vedono e sentono, e quindi di apportare modifiche e adattamenti a se stessi che sono semplicemente inaccessibili durante le normali ore di veglia.

Ciò che molti studenti scoprono durante il loro viaggio di autoipnosi è la grande difficoltà di accedere al loro inconscio per la prima volta e poi imparare ad accedervi ripetutamente.

Ma questo ti dà anche un maggiore rispetto per il tuo inconscio: quando ci entri e lo senti per la prima volta, riconoscerai una parte di te che non sapevi fosse lì, dandoti un'intelligenza trasformativa di te stesso che non avresti potuto avere guadagnato altrimenti.

Come funziona l'autoipnosi: lo stato di trance

La base scientifica alla base dei benefici dell'ipnosi non è completamente compresa, ma le moderne tecnologie come le fMRI che possono analizzare l'attività cerebrale ci danno un'idea di come il cervello cambia una volta che entra in stato di trance.

Da quello che capiamo, l'ipnosi si basa sullo stato di trance, che è caratterizzato dai seguenti tratti:

  • Immaginazione accresciuta
  • Estrema suggestionabilità
  • Assoluto relax di mente e corpo

L'ipnosi e il sonno sono simili ma diversi, mentre entrambi gli stati consentono a una persona di entrare nella propria mente inconscia, ma l'ipnosi consente a una persona di rimanere vigile mentre si trova all'interno del proprio inconscio.

Questa è la sensazione che provi quando sei ancora consapevole del mondo che ti circonda, ma sei iper-concentrato sull'unica cosa nella tua mente.

I ricercatori comunemente confrontano l'autoipnosi con esperienze immersive e sogni ad occhi aperti.

Oltre lo stato di trance c'è lo stato di ipnosi profonda o stato ipnotico. Questo è generalmente descritto come simile alla sensazione che una persona prova prima di addormentarsi.

L'autoipnosi è tipicamente limitata ad aiutare una persona a entrare in uno stato di trance, poiché l'ipnosi profonda richiede un livello meditativo più profondo, in cui potresti non avere più il controllo completo sui tuoi pensieri e azioni.

Sebbene l'ipnosi profonda abbia i suoi vantaggi, questa discussione si concentrerà sull'autoipnosi, sui suoi benefici e vantaggi e sulle tecniche che una persona può adottare per integrare l'autoipnosi nella propria vita.

Autoipnosi e meditazione: qual è la differenza?

L'autoipnosi e la meditazione vengono spesso confrontate e usate in modo intercambiabile, con alcune persone che sostengono che l'autoipnosi e la meditazione sono semplicemente termini diversi per la stessa attività.

In un certo senso, entrambi i termini fare descrivono la stessa attività, ma ci sono anche alcune differenze sottili ma importanti tra le due.

Cominciamo con la comprensione della meditazione, dello stato meditativo e di come l'autoipnosi e la meditazione funzionano entrambe allo stesso modo.

La meditazione può essere pensata come una tecnica psicoterapeutica, con tecniche come la ripetizione di un mantra, la concentrazione sul respiro e il distacco dal mondo mentre ci si concentra sul nostro processo di pensiero.

Questo ci aiuta a concentrarci su un'idea singolare riducendo la nostra depressione, ansia e qualsiasi altro problema mentale con cui potremmo avere a che fare.

Lo stato meditativo viene raggiunto da:

  • Entrare in una posizione immobile in cui possiamo rimanere senza sentirci a disagio o troppo rilassati
  • Chiudere gli occhi e ascoltare il nostro respiro, rallentare i nostri pensieri e sentire veramente il nostro corpo
  • Eseguire esercizi mentali per capire come ci sentiamo e scacciare eventuali distrazioni esistenti

Come l'autoipnosi, i ricercatori non hanno completamente compreso la connessione tra la meditazione e i molti benefici per la salute e la terapia che si sperimentano eseguendola regolarmente.

Alcuni ricercatori ritengono che queste due attività funzionino perché forzano un cambiamento nelle nostre onde cerebrali.

Esistono cinque frequenze delle onde cerebrali:

Stato gamma: lo stato iperattivo del cervello quando l'apprendimento è ottimale. In questo stato, il cervello è più aperto a conservare le informazioni, poiché la mente è stimolata e pronta ad assorbire nuove informazioni. Lo stato Gamma ha un impatto sulla nostra energia mentale e l'eccessiva stimolazione dello stato Gamma porta all'ansia.

Stato beta: questo è lo stato mentale 'normale' che sperimentiamo la maggior parte del tempo. Se ti senti normale - lavori normalmente, pensi normalmente e ti comporti normalmente - allora sei nello stato Beta.

Stato alfa: La mente inizia a rallentare nello stato Alfa, dandoti una sensazione di rilassamento e calma. Attività rilassanti come camminare nei boschi o sedersi con un bel libro possono indurre lo stato Alfa, consentendo alla mente di impegnarsi in un pensiero riflessivo.

Stato Theta: Lo stato Theta è il nostro primo e più comune stato di meditazione. Il cervello passa dalla modalità pensiero e verbale alla modalità visiva e meditativa. Mentre il pensiero diventa più lento, diventa anche più concentrato quando impegnato, dandoti una maggiore capacità di risolvere problemi complessi con la tua maggiore consapevolezza.

Stato delta: Il tipo più profondo di onde cerebrali sono quelle prodotte durante lo stato delta. La maggior parte delle persone sperimenterà lo stato Delta solo nel sonno, ma coloro che hanno praticato anni di meditazione seria come i monaci tibetani possono attingere a questo stato mentale mentre sono coscienti.

Sia l'autoipnosi che la meditazione mirano ad aiutare una persona a raggiungere lo stato Theta o lo stato Delta rallentando la mente e abbassando le frequenze delle onde cerebrali.

I due termini o attività possono essere considerati modi diversi per raggiungere lo stesso obiettivo, entrando nello stato Theta o Delta, che può anche essere indicato come stato di trance, stato meditativo o stato ipnotico.

La meditazione guidata - in cui una persona utilizza CD o registrazioni audio per aiutarla a stabilirsi in uno stato meditativo completo e cadere nello stato Theta o Delta - è davvero solo un altro nome per l'autoipnosi quando si guardano le sue tecniche e metodi, ma c'è una sottile differenza tra i due termini.

La principale differenza tra l'autoipnosi e la meditazione è il punto finale o l'obiettivo dell'attività.

La meditazione generalmente non ha alcun obiettivo: una persona medita per rallentare la mente e sintonizzarsi sui rumori del mondo, dando loro il tempo tranquillo di cui hanno bisogno per 'essere se stessi' di nuovo.

L'autoipnosi arriva quasi sempre con un obiettivo: ti ipnotizzi perché vuoi risolvere un problema difficile, o vuoi superare una dipendenza o un problema mentale, o hai bisogno di aiuto per capire qualcosa di te stesso.

Questo è il motivo per cui coloro che praticano la meditazione regolare e l'autoipnosi generalmente riferiscono gli stessi benefici e cambiamenti alla loro mente e al loro corpo.

Il processo è lo stesso mentre lo scopo è diverso, con la meditazione che si concentra maggiormente sul viaggio del rallentamento della mente e del corpo, mentre l'autoipnosi si concentra su ciò che può essere realizzato una volta che la mente e il corpo sono stati rallentati.

L'autoipnosi funziona davvero? Studi scientifici che dimostrano l'ipnosi

Uno dei principali ostacoli che molte persone hanno quando considerano l'autoipnosi per la prima volta è la convinzione interiorizzata che l'ipnosi sia solo uno scherzo, una truffa o un atto in uno spettacolo.

Ma se fatto sul serio, l'ipnosi e l'autoipnosi hanno dimostrato di creare risultati reali e duraturi da una serie di studi.

Ecco alcuni degli studi più interessanti sull'autoipnosi:

1) Autoipnosi per bambini in età scolare che soffrono di insonnia

Problema: Insonnia nei bambini in età scolare. L'insonnia colpisce un gruppo in crescita di bambini in età scolare negli Stati Uniti, con uno studio che ha rilevato che il 23% degli adolescenti di età compresa tra 12 e 16 anni ha riferito difficoltà ad addormentarsi e il 39% ha riferito di svegliarsi spesso sentendosi ancora stanco.

I trattamenti per l'insonnia nei bambini generalmente includono terapie farmacologiche e terapie cognitivo comportamentali, ma queste hanno risultati contrastanti.

Soluzione: In uno studio, agli studenti che avevano a che fare con l'insonnia veniva somministrata l'autoipnosi sessioni, in cui sono stati insegnati i fondamenti dell'ipnosi, una dimostrazione delle tecniche di induzione dell'autoipnosi e varie tecniche di rilassamento e di immaginazione.

In sole due sessioni, il 90% degli studenti ha riportato una significativa riduzione del tempo di inizio del sonno.

2) Autoipnosi per la riduzione del dolore negli individui ospedalizzati

Problema: Gli anziani ospedalizzati che si occupano di una serie di problemi generalmente hanno problemi per quanto riguarda la gestione del dolore, con l'unica soluzione disponibile per alcuni individui sono i farmaci antidolorifici, che possono perdere efficacia nel tempo o causare reazioni indesiderate se assunti con altri farmaci.

Soluzione: Uno studio testato l'efficacia sia della terapia di autoipnosi che della massoterapia per i pazienti anziani ricoverati, dividendo i pazienti nel gruppo di massaggio o nel gruppo di ipnosi.

Mentre poche sedute di ipnosi e massaggio erano sufficienti per ridurre i livelli di dolore auto-riportati per entrambi i gruppi di pazienti, si è scoperto che l'autoipnosi forniva il vantaggio aggiuntivo di ridurre anche la depressione.

3) Autoipnosi per la riduzione dell'ansia

Problema: Le persone che sono in attesa di sottoporsi a un test o una biopsia che possono cambiare la vita possono finire per essere pieni di ansia per settimane, il che può portare a un sistema immunitario più debole più incline alla malattia.

In questo particolare studio, i ricercatori hanno studiato le persone in attesa di ottenere una biopsia al seno, che verifica le potenziali anomalie cellulari nel seno che potrebbero causare il cancro e altri problemi.

Soluzione: I ricercatori volevano studiare se l'autoipnosi potrebbe aiutare i pazienti ad affrontare la loro ansia, ma volevano anche verificare se eventuali risultati positivi potessero essere attribuiti all'autoipnosi stessa, o semplicemente all'atto di rilassarsi e prendersi regolarmente del tempo per se stessi.

Così hanno diviso i pazienti in due gruppi: un gruppo che ha ascoltato musica rilassante per un po 'di tempo ogni giorno e un altro gruppo che si è impegnato nell'autoipnosi ogni giorno.

L'hanno scoperto mentre il gruppo musicale fatto riferisce di avere meno ansia e stress, il gruppo ipnotico ha avuto una riduzione auto-riferita molto più significativa di depressione, ansia e stress, con un aumento dell'ottimismo.

Altri studi che dimostrano l'autoipnosi:

Come ipnotizzare te stesso: tutto ciò che devi sapere

Suggerimenti prima di iniziare

L'autoipnosi richiede un livello di convinzione con cui potresti non sentirti a tuo agio, perché devi impegnarti con tutto il tuo cuore, pieno di convinzione.

E l'autoipnosi è un'attività che riguarda tanto la mente quanto il corpo, il che significa che non importa quante ore pratichi la tecnica, se la tua mente non è dentro correttamente, non ti ipnotizzerai mai veramente.

Ecco alcuni suggerimenti mentali da ricordare ogni volta che inizi una sessione di autoipnosi:

1. Il tuo sé inconscio non comprende gli aspetti negativi.

Ciò significa che i mantra e le credenze che ripeti nella tua testa dovrebbero essere inquadrati tenendo a mente gli aspetti positivi. Invece di dire: 'Non sono stressato, non sono ansioso, non sono debole', dovresti dire: 'Sono calmo, sono in pace, sono forte'.

Vuoi rimuovere la negatività dal tuo spazio mentale e dal tuo vocabolario completo durante l'autoipnosi; dovresti avere spazio solo per affermazioni positive dirette.

2. Le tue affermazioni devono essere nel qui e ora.

Chiediti: chi sei? La risposta è semplice: io sono io. Non sei chi eri ieri e non sei chi diventerai domani. Sei te stesso, e in ogni momento presente sei ancora te stesso.

Quindi le tue affermazioni devono essere espresse allo stesso modo. Invece di dire: 'Sarò più forte, diventerò più forte, diventerò più fiducioso', dovresti dire: 'Sto diventando più forte, sto diventando più fiducioso'.

Rimuovi la barriera tra te e il tuo sé futuro idealizzato: diventa la persona che vuoi essere parlando come quella persona.

3. Credici e concentrati su di esso.

L'autoipnosi richiede una convinzione assoluta. Non c'è spazio per la vocina nella parte posteriore della tua testa che potrebbe dire: 'È così stupido'.

Se non puoi sederti e avere piena fiducia nel ruolo dell'autoipnosi, allora non sei pronto per sperimentare veramente l'autoipnosi.

E infine, devi concentrarti sull'obiettivo più cruciale che hai, uno alla volta. Risolvi una dipendenza, un difetto, un problema alla volta, altrimenti il ​​tuo inconscio avrà troppe cose da destreggiarsi in una volta sola.

Ipnotizzare te stesso con la formula PIRATA in 6 fasi

Tutti i metodi di ipnosi seguono la stessa formula fondamentale:

  1. Fase di induzione: rilassamento della mente e del corpo
  2. Cambia fase: affrontare il problema mirato
  3. Fase di uscita: ritorno alla tua coscienza normale

Uno dei modi più semplici per praticare l'autoipnosi per i principianti è seguire la formula PIRATA, che sta per Privalità, ioattenzione, Ransia, PERctualizzazione, Ttrasformazione, e Exit. Andiamo in ogni passaggio:

Passaggio 1: privacy

  • Trova un luogo completamente privato dove riposare in pace e tranquillità.
  • Siediti in questo posto e sii comodo, ma non così comodo da poterti addormentare. Se il silenzio è troppo difficile all'inizio, ascolta musica rilassante con le cuffie.
  • Inizia con un limite di tempo di soli 15 minuti, anche se può allungarsi man mano che diventi più esperto.
  • Dì ad alta voce: 'Uscirò da questa trance alla fine di questo periodo'. Puoi anche impostare una sveglia con quel lasso di tempo extra per aiutarti a uscire nei tempi previsti.

Passaggio 2: intenzione

  • Comprendi perché vuoi intraprendere l'ipnosi. Qual è il tuo obiettivo principale? Qual è la tua priorità e intenzione? Vuoi rompere un'abitudine, diventare una persona migliore in qualche modo o semplicemente rilassarti?
  • Una volta identificata quell'intenzione, tienila stretta e concentrati su di essa. Non lasciare che si allontani dalla tua mente.
  • Scrivi l'intenzione su un pezzo di carta. Dirlo a voce alta. Ricordalo, ripetilo. Rendi chiaro a te stesso che questa intenzione è la tua luce guida durante questa sessione.
  • Prepara l'inconscio ad affrontare il problema ripetendo affermazioni contro il problema. Ad esempio, se vuoi smettere di bere così tanto, potresti dire: 'Posso sopravvivere facilmente senza alcol. Posso essere felice senza alcol. '

Passaggio 3: rilassamento

  • Rilassare. Messa a fuoco. Mettiti comodo senza riposarti e addormentarti.
  • Ascolta il tuo respiro. Seguilo mentre entra dal naso ed esce dalla bocca. Senti il ​​tuo corpo rilassarsi ulteriormente ad ogni respiro.
  • Lascia che il tuo respiro ti guidi nel tuo stato di trance.

Passaggio 4: attualizzazione

  • Una volta che ti senti calmo e rilassato, cerca di andare più a fondo in te stesso.
  • Lascia le parole e i pensieri verbali alle spalle ed entra nello stato di visualizzazione. Basta pensare; prova solo a vedere le cose con l'occhio della mente.
  • Un esempio potrebbe essere: invece di contare mentre sali o scendi una rampa di scale, immagina di camminare su o giù per quelle scale. E immagina di avvicinarti sempre di più al fondo o alla cima, dove non sai cosa aspettarti.

Passaggio 5: trasformazione

  • Una volta raggiunto il livello più profondo che puoi raggiungere, ricomincia a concentrarti sulla tua intenzione.
  • Con l'intenzione in mente, concentrati sul fare quel cambiamento. Ripeti le tue affermazioni. Se vuoi evitare l'alcol, dì cose come: 'Sono forte e pieno di forza di volontà'. 'So resistere a tutti i tipi di alcol con facilità.' 'Sono più felice in un corpo sano con sostanze sane.'
  • Per coloro che cercano di risolvere problemi al di fuori delle dipendenze e delle cattive abitudini, impegnarsi nella visualizzazione. Immagina il tuo problema come una grande roccia e immagina che la roccia si sgretoli.

Passaggio 6: esci

  • Esci dalla trance lentamente, permettendo al cervello di accelerare di nuovo al suo normale sé cosciente.
  • Esistono numerose tecniche per uscire efficacemente dallo stato di trance. Un modo è contare all'indietro da 10 a 1, ricordando a te stesso che una volta raggiunto l'ultimo numero, sarai di nuovo pienamente cosciente.
  • Lascia che la sessione finisca naturalmente. Anche se l'intervallo di tempo impostato non è stato completato (o è terminato prima), assicurati di farlo sentire che la tua sessione di autoipnosi sia terminata prima che tu la concluda.
  • Non aver paura della possibilità di addormentarti. Se ti addormenti durante l'autoipnosi, la tua mente si sveglierà di nuovo quando sarai pronto.

Altre tecniche di induzione ipnotica

Sebbene la tecnica PIRATA sia un'ottima base per l'ipnosi, ci sono molte tecniche di induzione di autoipnosi che puoi incorporare nelle tue sessioni di autoipnosi per aiutare ad accedere al tuo stato di trance.

Tutto dipende da cosa funziona meglio per te. Ecco alcune famose tecniche di induzione ipnotica che potresti provare:

1. Lancette magnetiche:

Questa tecnica ti aiuta a distogliere la mente dai tuoi pensieri e ad avvicinarti all'energia delle tue mani.

Strofina le mani, senti il ​​loro calore e muovile lentamente finché non senti la loro naturale attrazione magnetica l'una verso l'altra. Gioca con quell'energia e concentrati su di essa.

2. Metodo di levitazione del braccio:

Simile alla tecnica delle mani magnetiche, lo scopo qui è quello di evitare i tuoi pensieri e pensare al tuo corpo.

Solleva il braccio su e giù; acquisire familiarità con il movimento fisico. Cerca di sentire tutti i movimenti micro-muscolari e prova a rallentare il cervello finché non muovi il braccio quasi inconsciamente.

3. La tecnica 3-2-1 di Betty Erickson:

La tecnica 3-2-1 dell'ipnotizzatore Betty Erickson chiede alle persone di notare tre cose che possono vedere, sentire e sentire; seguito da due cose che possono vedere, sentire e sentire; seguito da una cosa che possono vedere, sentire e sentire.

Ripeti questi passaggi con gli occhi chiusi, con ciò che la tua mente crede di poter vedere, sentire e sentire; primi tre, poi due, poi uno. Questo dovrebbe portarti in trance.

Autoipnosi: la tua intenzione, a modo tuo

Non esiste un modo giusto o sbagliato per fare l'autoipnosi.

Come la meditazione, lo yoga e altre attività, l'autoipnosi non ha un programma o un obiettivo finale generale: si tratta di diventare una persona migliore e di dare alla mente e al corpo l'opportunità di crescere in modi scientificamente provati, con l'aiuto di autoipnosi.

Diventa il meglio di te stesso con l'autoipnosi, ascolta te stesso e cambia te stesso in modi che potresti non avere mai avuto prima nella tua vita.

Come iniziare con l'autoipnosi

La sfortunata realtà è che l'ipnoterapia è costosa. Tuttavia, ci sono alternative gratuite online per aiutarti a iniziare.

Un'opzione gratuita è un masterclass di ipnoterapia con Marisa Peer. Peer è un autore di bestseller e un famoso ipnoterapeuta. Ha trascorso quasi tre decenni a trattare una lista di clienti che includeva amministratori delegati, atleti olimpici e reali nel Regno Unito.

Peer ha collaborato con Mindvalley Academy per creare un file masterclass gratuito insegnare a fare l'autoipnosi.

Ho seguito la masterclass e l'ho trovata davvero potente. Mi ha ricordato quello che ho imparato facendo ipnoterapia a Londra per molti anni. Fondamentalmente è stato un corso di aggiornamento per me.

In classe, Peer si concentra sulla creazione di una connessione più profonda con il tuo 'bambino interiore'. Ci sono buone ragioni per concentrarti sul tuo bambino interiore, secondo Mindworks:

'L'ipnosi del bambino interiore utilizza una varietà di strumenti e tecniche per accedere, comunicare, calmare e curare il bambino interiore di un cliente. Ipnoterapia a guarisci il bambino interiore può creare cambiamenti positivi nell'adulto che cerca una maggiore autostima e accettazione di sé. Può aiutarli a superare il comportamento di auto-sabotaggio che il loro bambino interiore ha imparato per far fronte alla disfunzionalità. Ma per raggiungere questi obiettivi è necessaria la piena collaborazione del cliente che deve davvero voler guarire e apportare i cambiamenti, deve credere di poter guarire e apportare cambiamenti positivi e deve essere aperto all'utilizzo degli strumenti e delle tecniche fornite '.

Il masterclass gratuito con Marisa Peer è stato davvero un ottimo modo per riconnettermi con il mio bambino interiore e iniziare a cambiare alcuni dei miei schemi di pensiero negativi.

Se stai cercando di saperne di più sull'autoipnosi e vedere se è un percorso efficace per te, dai un'occhiata alla masterclass gratuita di Peer Qui.

Mi piacerebbe sapere se l'autoipnosi è efficace per te. Contattami su Twitter e fammi sapere.