Come superare una rottura: la guida definitiva per lasciarsi andare e andare avanti

Come superare una rottura: la guida definitiva per lasciarsi andare e andare avanti

Ci sono pochi dolori peggio di una rotturae più lunga e intensa è la relazione, più devastante può essere la rottura.


Indipendentemente da chi ha causato la rottura o se la rottura è stata una decisione reciproca o meno, raramente una rottura lascia entrambe le parti indenni. Nella maggior parte dei casi, le rotture paralizzano completamente tutte le persone coinvolte.

Ma dopo che ti sei stancato del dolore e del dolore, devi chiederti: come faccio a superare questa rottura?

In questa guida, trattiamo tutto ciò che c'è da sapere su una rottura, dai suoi sintomi esattamente al motivo per cui ci fa così male, e i modi giusti e sbagliati per superarla.


I pericoli di una rottura

Per ogni persona fortunata che ha trovato il suo 'vero amore', ha la sua storia di rotture disastrose, angosce irrisolte e storie d'amore disordinate e fallite.

Rotture può farti sentire come se fosse la fine del mondo: dolore in tutto il corpo, il tuo cuore che si sposta tra il ghiaccio e il bruciore e le lacrime che sembrano non finire mai.



Molte persone dicono che tutto ciò che serve è tempo e, per la maggior parte, questo è vero; il tempo guarisce tutte le ferite. Destra?


Ma superare una rottura nel modo giusto è fondamentale: questo significa superare una rottura in modo da essere completamente guarita dai sintomi, senza alcun bagaglio da portare nelle tue prossime relazioni.

Questo significa che essere tristi è sbagliato? Affatto. La tristezza è un sottoprodotto importante di ogni rottura e lasciare che la tua mente e il tuo corpo si sentano come desiderano è fondamentale per la completa guarigione.

Alcuni sintomi di sana tristezza che potresti provare dopo una rottura includono:

  • Insonnia
  • Apatia generale
  • Paura
  • Pianto
  • Frustrazione e rabbia

Sebbene questi sintomi possano essere difficili da affrontare, sappi che sono previsti, con la loro intensità che corrisponde all'amore che hai provato per il tuo precedente partner.

Tuttavia, se non prendi le giuste misure per guarire correttamente, potresti cadere ulteriormente in una sorta di depressione.

Se hai un minimo di cinque dei file seguenti sintomi, potresti soffrire di depressione:

  • Pensieri sul suicidio o sulla morte
  • Sentimenti di inutilità
  • Vuoto e disperazione per la maggior parte della giornata
  • Aumento dei movimenti di ansia, come strizzare le mani o camminare
  • Mancanza di energia per la maggior parte o tutto il giorno
  • Problemi di sonno (non dormire abbastanza o dormire troppo)
  • Apatia verso tutte le attività
  • Problemi di concentrazione
  • Cambiamenti estremi di peso o appetito

Perché le rotture sono così difficili: rifiuto sociale dell'ego, del corpo e della mente

La tristezza che provi dopo una rottura può sembrare la peggiore serie di emozioni che tu abbia mai dovuto affrontare nella tua vita, paragonata solo alla tragica morte di un membro della famiglia o di una persona cara.

Ma perché esattamente reagiamo così negativamente alla perdita di un partner romantico?

L'Ego

Una rottura è l'istanza più significativa di rifiuto sociale a cui semplicemente non puoi prepararti finché non si verifica.

Non è solo un rifiuto della tua compagnia, ma un rifiuto dei tuoi sforzi e del potenziale personale percepito. È una specie di rifiuto sociale diverso da qualsiasi altro.

Si scopre che il modo in cui affrontiamo la perdita di una relazione a lungo termine è simile a come affrontiamo la morte di una persona cara, secondo esperti di salute mentale.

I sintomi sia della depressione relazionale che del lutto mortale si sovrappongono, causati dalla perdita di qualcuno da cui abbiamo imparato a dipendere nella nostra vita, emotivamente o in altro modo.

Tuttavia, la perdita di una relazione romantica ci colpisce ancora più profondamente della morte di una persona cara, perché le circostanze sono il risultato di noi stessi piuttosto che un incidente o un evento che non abbiamo potuto prevenire.

Una rottura è un riflesso negativo della nostra autostima, che scuote le basi su cui è costruito il tuo ego.

La rottura è molto più della semplice perdita della persona che amavi, ma la perdita della persona che ti immaginavi mentre eri con loro.

Il corpo

Perdita di appetito Muscoli gonfi. Collo rigido. La 'rottura a freddo'. Il numero di disturbi fisici associati alla depressione post-rottura non è una coincidenza, né è un gioco della mente.

Vari studi hanno scoperto che il corpo fa crollare in un certo modo dopo una rottura, il che significa che le fitte di angoscia che provi dopo aver rotto con il tuo ex non sono solo prodotti della tua immaginazione.

Ma perché proviamo dolore fisico quando perdiamo qualcosa che dovrebbe solo causare disagio emotivo?

La verità è che il confine tra dolore fisico e dolore emotivo non è così solido come una volta pensavamo.

Dopotutto, dolore in generel - sia emotivo che fisico - è un prodotto del cervello, il che significa che se il cervello viene attivato nel modo giusto, il dolore fisico può manifestarsi dal dolore emotivo.

Ecco le spiegazioni neurologiche e chimiche dietro il tuo dolore fisico post-rottura non così immaginato:

  • Mal di testa, torcicollo e petto stretto o schiacciato: Causato dal rilascio significativo di ormoni dello stress (cortisolo e epinefrina) dopo l'improvvisa perdita di ormoni del benessere (ossitocina e dopamina). L'eccesso di cortisolo fa sì che i principali gruppi muscolari del corpo si irrigidiscano e si irrigidiscano
  • Perdita di appetito, diarrea, crampi: L'afflusso di cortisolo ai principali gruppi muscolari richiede sangue extra in quelle aree, il che significa che è presente meno sangue per mantenere il corretto funzionamento del sistema digestivo
  • 'Rompere il raffreddore' e problemi di sonno: L'aumento degli ormoni dello stress porta al sistema immunitario vulnerabile e difficoltà a dormire

Mentre il cortisolo spiega le fitte e i dolori fisici quotidiani che provi dopo una rottura, c'è un elemento di dipendenza dietro il dolore fisico percepito dopo la rottura.

I ricercatori hanno scoperto che un individuo prova sollievo da qualsiasi dolore fisico in corso quando lo fa tenere le mani con una persona cara, e possiamo diventare dipendenti da questo sollievo dal dolore alimentato dalla dopamina.

Questa dipendenza porta al dolore fisico che si verifica quando pensiamo al nostro precedente partner subito dopo una rottura, poiché il cervello desidera il rilascio di dopamina ma sperimenta invece il rilascio dell'ormone dello stress.

Nel uno studio, si è scoperto che quando ai partecipanti venivano mostrate le immagini dei loro ex, le parti del loro cervello prevalentemente collegate al dolore fisico venivano simulate in modo significativo.

In effetti, il dolore fisico dopo una rottura è così reale che molti ricercatori ora consigliano prendendo Tylenol per alleviare la depressione post-rottura.

La mente

Dipendenza dalla ricompensa: Come abbiamo discusso sopra, la mente diventa dipendente dalla soddisfazione durante una relazione e la perdita della relazione porta a una sorta di ritiro.

In uno studio che ha coinvolto studi di scansione cerebrale su partecipanti a relazioni romantiche, è stato riscontrato che avevano una maggiore attività nelle parti del cervello più associate a ricompense e aspettative, l'area tegmentale ventrale e il nucleo caudato.

Mentre stare con il tuo partner stimola questi sistemi di ricompensa, la perdita del tuo partner porta a un cervello che aspetta la stimolazione ma non la riceve più.

Ciò porta il cervello a provare un dolore ritardato, poiché deve imparare di nuovo a funzionare correttamente senza la stimolazione della ricompensa.

Euforia cieca: Ci sono anche casi in cui non sai esattamente perché sei ancora innamorato del tuo ex partner.

I tuoi amici e la tua famiglia ti mostrano tutti i loro difetti, ma il tuo cervello è semplicemente incapace di elaborare questi difetti o sommarli quando soppesa il loro carattere.

Questo è noto come 'euforia cieca', un processo che è radicato nel nostro cervello per incoraggiare la riproduzione.

Secondo i ricercatori, il detto 'l'amore è cieco' ha in realtà basi neurologiche.

Quando ci innamoriamo di qualcuno, il nostro cervello ci mette in uno stato di 'cieca euforia', in cui è meno probabile che notiamo o giudichiamo il suo comportamento, le sue emozioni e le sue caratteristiche negative.

I ricercatori teorizzano che lo scopo di questa cecità amorosa sia incoraggiare la riproduzione, poiché gli studi hanno scoperto che generalmente diminuisce dopo un periodo di 18 mesi.

Questo è il motivo per cui potresti ancora ritrovarti disperatamente perduto con il tuo ex molto tempo dopo aver rotto con loro.

Dolore evolutivo: Molte delle sfumature del nostro comportamento moderno possono essere ricondotte a sviluppi evolutivi e il dolore dopo una rottura non è diverso.

Una rottura provoca un senso opprimente di solitudine, ansia e pericolo, indipendentemente dal supporto che potresti effettivamente avere dal tuo ambiente e dalla comunità personale.

Alcuni psicologi credo che questo abbia qualcosa a che fare con i nostri ricordi primordiali, o sensazioni radicate in noi dopo migliaia di anni di evoluzione.

Mentre perdere il tuo partner conta molto poco per il tuo benessere nella società moderna, la perdita di un compagno è stato un affare molto più grande nelle società premoderne, portando alla perdita di status o posto nella tua tribù o comunità.

Ciò ha portato allo sviluppo di una profonda paura di essere soli che non siamo ancora completamente riusciti a scrollarci di dosso, e forse non lo faremo mai.

Come superare davvero una rottura: Il processo di riorganizzazione del concetto di sé

Le rotture sono difficili perché non si sentono mai come se stessi semplicemente lasciando un'altra persona; sembra molto come se stessi lasciando una parte di te stesso.

Il tempo trascorso a coltivare, condividere e creare ricordi insieme forma un legame speciale tra due persone.

Spesso, il tempo che hai condiviso sboccia in una relazione simbiotica. Prima ancora che tu lo sappia, lo sei codipendente con l'altra persona.

Scoprirai che i tuoi obiettivi, credenze, abitudini, interessi e persino virtù potrebbero essere cambiati dopo aver lasciato entrare un'altra persona nella tua vita.

La tua relazione diventa più di un semplice legame sociale: diventa un'influenza eterna che tocca ogni aspetto della tua esistenza.

Ti rendi conto solo che non puoi vivere senza di loro finché non sei costretto a farlo.

Alla gente piace dire che il tempo guarisce tutte le ferite, ma la verità è che ci sono cose che puoi fare attivamente per migliorare come ti senti.

Trasformando la rottura in un processo di autorealizzazione, puoi dedicare meno tempo a soffrire e ottenere risultati migliori dal tuo periodo di guarigione.

È qui che il processo di riorganizzazione del concetto di sé diventa più rilevante. Per andare avanti, devi ridefinire la tua individualità e distinguere le tue aspirazioni, personalità e hobby dall'altra persona.

In questo modo puoi 'separarti' dall'altra persona e rimetterti in piedi e guarire correttamente.

Passi per l'auto-riorganizzazione: dalla codipendenza all'indipendenza

Superare qualcosa di traumatico come una rottura non deve necessariamente sembrare un viaggio senza meta.

Proprio come qualsiasi altra cosa, se trasformi qualcosa in un processo, è molto più facile rimettersi in piedi e iniziare la strada del recupero.

Fase uno: distinguersi

Domande guida:

- In che modo sono diverso dal mio ex?

- Quali convinzioni, valori e principi ho che mi rendono unico?

- Se potessi descrivermi in tre parole, quali sarebbero quelle parole?

Rompere con qualcuno può sembrare come premere un pulsante di ripristino. Dopo esserti sforzato di raggiungere aspirazioni e obiettivi comuni, ora ti ritrovi solo e perso.

Per muoverti attraverso l'auto-riorganizzazione, devi passare attraverso il processo fondamentale di distinguere chi sei.

Comprendendo che tu e l'altra persona siete individui completamente diversi, inizierai a realizzare i potenziali nella tua individualità.

Forse hai perso la fiducia in te stesso e non sei in grado di andare avanti senza l'aiuto di qualcun altro.

Affermando la tua identità separatamente dall'altra persona, puoi iniziare a ricostruire la fiducia in te stesso e l'indipendenza.

Fase due: trova la tua pura essenza

Domande guida:

- Come sono cambiate le mie convinzioni, i miei valori e i miei principi da quando ho incontrato il mio ex?

- Come mi sento su determinati argomenti e problemi?

- Sono a mio agio con le mie opinioni e i miei valori attuali?

Essere orgogliosi di ciò che sei è un passo cruciale verso l'indipendenza. È difficile rivalutare chi sei dopo la relazione perché stare con un'altra persona può cambiarti in modi che non conosci nemmeno.

Usa questo momento per riflettere sui tuoi principi più veri e profondi. Valuta le tue opinioni e chiediti se ci credi con tutto il cuore o senza influenza.

Abbattendo i tuoi valori attuali, puoi riscoprire le cose in cui credi veramente, ti piace fare e difendi senza influenze esterne.

Fase tre: due passi avanti, un passo indietro

Domande guida:

- Com'era la vita prima di iniziare una relazione?

- Come passavo il tempo prima di essere coinvolto con qualcuno?

- Quali sono le cose che mi sono piaciute di più dell'essere single?

Progettare un futuro senza un'altra persona la tua vita può essere assolutamente inimmaginabile. Per ricalibrare la tua auto-organizzazione, è importante ripensare ai tempi precedenti la relazione.

In questo modo, puoi trovare la forza sapendo che c'è stato un tempo in cui eri completamente indipendente, felice e capace senza un'altra persona nella tua vita.

Considerando la rottura come un altro episodio della tua vita, diventa più facile accogliere un nuovo capitolo della tua storia.

Fase quattro: andare avanti

Domande guida:

  • Preferisco essere circondato da amici e familiari o preferisco essere solo?
  • Quali nuove cose posso provare a migliorare e rendere la mia vita più ricca?
  • Che tipo di persona voglio essere dopo aver appreso quello che so ora dalla relazione precedente?

Dopo aver ricostruito la tua identità e esserti orgoglioso di ciò che sei, è tempo di fare cose che ti aiuteranno effettivamente ad andare avanti.

Può essere semplice come entrare in contatto con vecchi amici o tenere traccia delle tue emozioni attraverso un diario.

Ci sono diverse azioni che puoi intraprendere per iniziare ad andare avanti. Di seguito sono elencate alcune cose utilizzabili che puoi effettivamente fare per avvicinarti al passaggio:

Superare una rottura: Il modo giusto

1) Evita i social media per 2 settimane

Perché è buono: I social media sono una distrazione gigantesca che ostacolerà solo te e il tuo processo di guarigione.

Ricorda, andare avanti deve essere intenzionale e scorrere i feed dei tuoi amici ed ex non ti farà sentire meglio.

Inoltre, ti sentirai vulnerabile e solo dopo una rottura. I social media sono pieni di post che ti fanno sentire bene, felici e fortunati, ma non necessariamente autentici.

È facile lasciarsi prendere da una falsa positività e sentirsi come se ti stessi perdendo. Usa il tuo tempo offline come una sfida per riconnetterti con te stesso senza distrazioni inutili.

Come farlo accadere:

  • Esci dai social media sul tuo browser ed eliminali dal tuo telefono.
  • Se hai problemi a rispettare questa regola, chiedi a un amico di cambiare tutte le tue password dei social media in modo da non poterle inserire.
  • Se due settimane sono troppo lunghe, considera invece di limitare l'utilizzo dei social media a poche ore a settimana.

2) Mangia in tre nuovi ristoranti

Perché è buono: Vestirsi e mangiare in un posto speciale è una delle cose migliori dello stare con qualcuno.

Ora che stai riscoprendo l'indipendenza, è fondamentale insegnare a te stesso che cenare fuori può essere speciale, con o senza compagnia.

Scoprire nuovi ristoranti è un ottimo modo per esercitare l'indipendenza.

Puoi scegliere dove mangiare, come vestirti, cosa ordinare e cosa fare dopo il pasto. Mangiare da soli in un bel ristorante ti apre a piacevoli esperienze e ti incoraggia a sentirti a tuo agio con la solitudine.

Come farlo accadere:

  • Cerca nuovi ristoranti nella tua città che hai sempre desiderato provare. Puoi selezionare qualsiasi cosa, dai posti per il brunch alle location per la cena di lusso.
  • Prenditi il ​​tempo per vestirti. Indossa quel vestito che hai conservato per le occasioni speciali; scegli una giacca più elegante. Vestirti bene ti farà sentire e avere un bell'aspetto.
  • Non affrettarti durante il pasto. Assapora ogni boccone e usa le pause tra un boccone e l'altro per ricordare quanto ti stai divertendo da solo.

3) Stabilire una routine mattutina e notturna

Perché è buono: È difficile tornare alla normalità dopo una rottura, motivo per cui è fondamentale stabilire una routine mattutina e notturna.

Avere cose da aspettarsi quando ti svegli e dopo essere tornato a casa dal lavoro e dalla scuola renderà ogni giornata più eccitante.

Forse puoi adattare una nuova routine di cura della pelle o assicurarti di cucinare pasti sani a cena.

Alla fine della giornata, ciò che scegli di fare nel tuo tempo libero non è davvero ciò che conta.

Il suo scopo è stabilire la motivazione tanto necessaria per alzarsi ogni giorno e andare avanti sapendo esattamente cosa fare al mattino e alla sera.

Come farlo accadere:

  • Rendi le mattine e le serate più piacevoli incorporando la cura di te stesso nella tua routine.
  • Cerca di attenersi il più possibile alla tua routine entro due settimane dalla rottura. Puoi iniziare a diventare più libero con il tuo tempo dopo aver iniziato a sentirti meglio.
  • Prova routine diverse per i fine settimana e i giorni feriali. Forse la mattina nei giorni feriali, ti piacerebbe iniziare la giornata con un podcast, quindi fare colazione con gli amici come prima cosa al mattino nei fine settimana.

4) Trova un nuovo hobby quotidiano

Perché è buono: Inevitabilmente avrai un'energia repressa che richiederà il rilascio in un modo o nell'altro. Trova un hobby in cui puoi canalizzare tutte quelle emozioni crude.

L'importante è trovare qualcosa che puoi fare ogni singolo giorno. È un ottimo modo per rendere le tue giornate più eccitanti, sviluppando nel contempo nuove capacità e interessi.

Come farlo accadere:

  • Scegli un hobby che puoi fare per almeno 20 minuti a un'ora ogni giorno senza fallire.
  • Sfida te stesso in modi mai visti prima. Forse iscriviti a una palestra o prova a insegnarti una lingua.
  • Quando fai il tuo hobby con altre persone, assicurati di essere più concentrato sul mestiere che sulla socializzazione. Ricorda che questo riguarda te e riaccendi la tua scintilla creativa e la tua curiosità.

La strada sbagliata

1) Ottieni un rimbalzo

Perché è sbagliato: Ottenere un rimbalzo è una delle cose peggiori che puoi fare dopo una rottura. Questo errore comune è solo un altro modo per spezzarti il ​​cuore.

Ti stai attaccando a un'altra persona e proietti le tue insicurezze dalla relazione precedente senza concederti spazio o tempo per riflettere e migliorare.

Per non parlare del fatto che i rimbalzi sono spesso superficiali e superficiali. Invece di aumentare la tua fiducia, entrare in un appuntamento temporaneo è un modo infallibile per abbassare il tuo valore personale.

Cosa puoi fare invece:

  • Promuovi relazioni platoniche e cerca la positività da amici e familiari.
  • Assapora i sentimenti di vulnerabilità e concentrati sul sentirti a tuo agio quando sei solo.
  • Se ti senti solo, circondati di buoni amici e trascorri del tempo con loro più spesso.

2) Rimani in contatto

Perché è sbagliato: Alcuni ex rimangono amichevoli dopo la rottura, ed è fantastico. Tuttavia, non è consigliabile rimanere in contatto con l'altra persona subito dopo la separazione.

Anche se pensi di essere solo amichevole, restare in contatto impedisce a entrambe le parti di ritrovare l'indipendenza.

Stai solo prolungando la relazione codipendente che hai l'uno con l'altro e corri anche il rischio di ripetere gli stessi errori che hanno portato alla rottura in primo luogo.

Cosa puoi fare invece:

  • Non cercare di forzare un'amicizia subito dopo la relazione. Concedetevi un po 'di tempo per concentrarvi sulla crescita personale prima di decidere se andare avanti come amici o meno.
  • Dai la priorità ai tuoi sentimenti anziché a quelli dell'altra persona. Ricorda che non hai più l'obbligo di essere empatico con ciò che provano.
  • Usa il tempo lontano dal tuo ex per valutarlo in modo obiettivo e rafforzare i motivi che hanno portato alla rottura.

3) Ripensare le decisioni sulle relazioni

Perché è sbagliato: Fare un viaggio nella memoria raramente finisce bene. Con senso di colpa, solitudine e paura di essere soli, è facile convincersi che 'non era così male' e aggrapparsi alla propria zona di comfort invece di essere costretti ad affrontare la realtà dell'essere soli.

La nostalgia rende facile sorvolare sulle cose brutte della relazione e romanticizzare l'intera esperienza.

Quando lo fai, dimentichi i veri motivi per cui la relazione non ha funzionato.

Cosa puoi fare invece:

  • Smetti di associarti all'altra persona. Non sei più un 'noi'. Da qui in poi, ora sei il tuo 'tu'.
  • Trova la pace nelle decisioni che hai preso. Accetta che il passato è passato e che l'unica cosa che puoi controllare è come andare avanti.
  • Invece di tenere tutto nella tua testa, elenca tutte le qualità che non ti sono piaciute dell'altra persona. Se per te è stato importante allora, non c'è motivo per cui non ti importi ora che la relazione è finita.

4) Parla con gli amici

Perché è sbagliato: Si è tentati di rilasciare la frustrazione repressa e di sfogarsi con gli amici, ma così facendo si rinforzeranno solo le emozioni negative associate alla rottura.

Alla gente piace pensare che parlare male del proprio ex sia un'esperienza catartica, quando in realtà è solo un modo per alleviare i brutti momenti e rimanere ancora più invischiati nell'intera esperienza di rottura.

Inoltre toglie il concetto di concentrarsi su se stessi. Quando parli male di qualcun altro, ne sei assorbito, il che toglie energia dal dare la priorità a te stesso.

Cosa puoi fare invece:

  • Concentrati sull'amore, la positività e l'accettazione. Sforzati di allontanarti dalla rabbia e spostati invece verso il perdono.
  • Chiedi agli amici di non parlare del tuo ex. Ricorda che andare avanti riguarda chi sei ora, ora chi eri durante la relazione.
  • Incoraggia gli amici e la famiglia a essere ottimista riguardo alla rottura e considerala un'opportunità per l'apprendimento e lo sviluppo personale.

Superare una rottura, diventare un te migliore

Una rottura è come cadere in una fossa, in cui forse non ti saresti mai aspettato di cadere. E uscire da quel pozzo significa ritrovare la strada per un ambiente autosufficiente, indipendente e orgoglioso tu.

Una volta che sei scappato da quella fossa e hai superato il dolore e l'angoscia, potresti finalmente dire che stai 'bene'.

Ma essere 'Ok' non significa che hai finito. Superare davvero una rottura non significa trovare la strada per la persona che eri prima di avere una relazione.

Significa diventare una persona che è cresciuta dalla relazione e dall'angoscia da allora in poi, qualcuno più grande e migliore di quanto tu non sia mai stato prima.

Qualsiasi esperienza, indipendentemente dalla quantità di dolore coinvolta, fa parte della tua vita e della tua storia. Non seppellirlo e dimenticarlo. Usalo per diventare la migliore versione di te stesso che puoi essere. Solo allora puoi veramente dì che hai superato la rottura.

Presentazione del mio nuovo libro

Per approfondire ciò di cui ho discusso in questo post del blog, controlla il mio libroL'arte di rompere: come lasciare andare qualcuno che amavi.

In questo libro, ti mostrerò esattamente come dimenticare qualcuno che ami il più rapidamente e con successo possibile.

Per prima cosa ti guiderò attraverso i 5 diversi tipi di rotture: questo ti dà la possibilità di capire meglio perché la tua relazione è finita e come le ricadute ti stanno influenzando ora.

Successivamente, fornirò un percorso per aiutarti a capire esattamente perché ti senti come sei riguardo alla tua rottura.

Ti mostrerò come vedere veramente quei sentimenti per quello che sono veramente, in modo che tu possa accettarli e alla fine voltare pagina.

Nell'ultima fase del libro, ti svelo perché il tuo io migliore ora aspetta di essere scoperto.

Ti mostro come abbracciare l'essere single, riscoprire il significato profondo e le semplici gioie della vita e, infine, ritrovare l'amore.

Ora, questo libro NON è una pillola magica.

È uno strumento prezioso per aiutarti a diventare una di quelle persone uniche che possono accettare, elaborare e andare avanti.

Implementando questi suggerimenti e approfondimenti pratici, non solo ti libererai dalle catene mentali di una rottura angosciante, ma molto probabilmente diventerai una persona più forte, più sana e più felice che mai.

Controllalo qui.