Come riparare un matrimonio rotto: 7 passaggi senza stronzate

Come riparare un matrimonio rotto: 7 passaggi senza stronzate

Il tuo matrimonio è rotto e non sai cosa fare.


Probabilmente hai chiesto ai tuoi amici o alla tua famiglia (o anche al tuo terapista) come aggiustare il tuo matrimonio, a cui ottieni l'onnipresente risposta: 'Comunicate e siate onesti gli uni con gli altri'.

Ma le cose non sono così semplici come quelle nella tua testa. Hai tutti questi pensieri nella tua testa, tutti questi sentimenti nel tuo petto, tutte queste emozioni nel tuo cuore.

È una sensazione terribile quando riconosci che le cose non funzionano nel tuo matrimonio.


Questo è particolarmente vero se la tua vita è così intrecciata a causa dei bambini e delle risorse condivise.

Comunque, ci sono buone notizie.



I matrimoni sull'orlo del collasso e del divorzio hanno ancora quel punto di svolta che potrebbe rinvigorire la relazione.


Ma riparare un matrimonio rotto è molto più complicato che riparare una relazione.

Come coppia sposata, ci sono aspettative e responsabilità che non ti aspetteresti da un partner occasionale e la posta in gioco è più alta in un matrimonio, soprattutto se hai figli o condividi le tue risorse.

Per quanto possa sembrare difficile, è sicuramente nel regno delle possibilità.

Come con qualsiasi relazione, un matrimonio rotto non deve rimanere rotto, a patto che le due persone coinvolte facciano il loro lavoro per riparare la relazione.

Risolvere il tuo matrimonio: perché dargli un'altra possibilità

  • Non sei sposato da molto. La durata media di un matrimonio prima che finisca con un divorzio è di 8 anni. Se sei sposato solo da un paio d'anni e vuoi già farla finita, considera di concederti uno o due anni in più prima di revocarlo.
  • Potresti non essere il miglior partner in questo scenario. Se riesci a riconoscere che potresti fare di meglio nel tuo matrimonio, ha maggiori possibilità di sopravvivere ai conflitti.
  • Il tuo coniuge è pronto ad incontrarti a metà strada. Questo vale anche per il tuo coniuge. Se sono ancora disposti a lavorare attraverso il matrimonio con te, allora il matrimonio non è assolutamente destinato a fallire.
  • Non puoi immaginare di essere sposato con nessun altro. Nessuna relazione è perfetta. A volte ci vogliono un paio di tentativi prima di capire di cosa ha bisogno la relazione per diventare più forte e più felice.
  • Hai la possibilità di lasciare il matrimonio ma non lo vuoi. Il divorzio dovrebbe essere la tua ultima risorsa assoluta, se riesci a trovare in te stesso il tentativo di fare di più e far funzionare le cose, allora vale sicuramente la pena salvare il tuo matrimonio.

Sconfiggere il divorzio: 5 passaggi per riparare un matrimonio rotto

Quindi vuoi riparare un matrimonio rotto. La realtà della situazione è che il tuo matrimonio è rotto per una ragione e, in alcuni casi, risolverlo è un compito impossibile.

Ma non importa quanto possa sembrare brutta la tua relazione in questo momento, vale sempre la pena salvare il matrimonio: per te stesso, per il tuo partner, per la tua famiglia e per tutto ciò che avete costruito insieme.

Ecco alcuni dei passaggi chiave per risolvere un matrimonio rotto (ricordati di adattarti di conseguenza a seconda della tua situazione specifica):

1) Ricorda perché lo stai facendo.

Come potresti sentirti: Sei alla fine del matrimonio. Una lunga strada di litigi, discussioni e inutili esplosioni emotive è ora dietro di te o intorno a te, e l'unica cosa che vuoi fare è uscire.

Una parte di te vuole il matrimonio ma non puoi davvero capire il motivo, perché tu e il tuo partner non potete nemmeno più sopportare di essere nella stessa stanza.

Come devi sentirti: Riparare un matrimonio rotto significa voler riparare un matrimonio rotto, e non lo vorrai mai veramente se non sei innamorato dell'idea di modellare la relazione nella versione migliore di se stessa.

Ricorda perché ti sei innamorato del tuo partner in primo luogo, ma non fermarti qui.

L'amore non è più sufficiente per continuare così perché un matrimonio è più che solo amore; è una vita, è una famiglia, è un impegno finanziario ed emotivo per tutta la vita.

Il tuo partner può davvero essere la persona che vuoi che sia, sia per la prima volta che ancora una volta?

2) Elenca tutto ciò che ritieni sia sbagliato nella relazione.

Come potresti sentirti: Dopo mesi (o anni) di lotte senza fine e periodi di assoluta apatia nei confronti della relazione, potresti sentirti nel mezzo di un vortice di discussioni rotonde mescolate a sentimenti di colpa e rabbia, o di essere alla fine del lungo, estenuante viaggio e hai assolutamente finito con il matrimonio.

Non ci sono problemi individuali; tutto si è trasformato in una massa gigantesca e pesante che appesantisce te e il matrimonio.

Come devi sentirti: Per quanto difficile possa essere, devi essere in grado di analizzare il matrimonio e tutti i suoi problemi.

Troppe persone cercano di aggiustare i loro matrimoni falliti senza affrontare veramente e individualmente ogni parte che li turba; cercano solo di farsi avanti con una mentalità positiva forzata e sperano che tutto funzioni.

Ma lasciare il passato alle spalle non lo cancella; si trasforma solo in un peso che tu e il tuo coniuge dovete affrontare per il resto della vostra vita.

Elenca tutto, individualmente e separatamente, e assicurati di comprendere completamente ogni parte del matrimonio che necessita di lavoro.

Quindi quali sono i tipi di cose che puoi elencare? Ecco alcuni esempi di lotte comuni nei matrimoni falliti:

  • Mancanza di comunicazione
  • Mancanza di affetto, cura e intimità
  • Infedeltà, emotiva e / o fisica
  • Una crisi non correlata

3) Correggi quello che puoi aggiustare - te stesso.

Come potresti sentirti: Sei malato e stanco del tuo coniuge e desideri solo che vedano tutte le cose che stanno facendo di sbagliato o le cose che hanno fatto di sbagliato e risolveranno quelle parti di loro.

Potresti avere alcuni dei tuoi problemi, ma sai che i difetti del tuo partner sono il problema più grande quando si tratta del tuo matrimonio rotto.

Come devi sentirti: Non sarai mai in grado di risolvere i problemi del tuo coniuge per loro, qualunque essi siano, ma puoi risolvere un altro insieme di problemi: il tuo.

Anche se i tuoi difetti non sono grandi come quelli del tuo coniuge, ciò non significa che non hai nulla su cui devi lavorare.

Semplicemente assumersi la responsabilità dei propri problemi e dei propri difetti è sufficiente per incoraggiare il proprio partner ad assumersi la responsabilità per i propri, perché mostra loro che ci tieni abbastanza al matrimonio da apportare i cambiamenti che ti hanno chiesto di fare, anche dopo tutti i combattimenti e il dolore.

Deve esserci di nuovo un senso di collaborazione e puoi iniziare a coltivarlo lavorando per un obiettivo condiviso: migliorarti l'uno per l'altro.

4) Salta le emozioni e le bizze.

Come potresti sentirti: Sembra impossibile avere alcun tipo di discorso razionale o calmo con il tuo partner.

La metà di voi vuole solo prenderli a pugni in faccia; l'altra metà vuole lasciare la stanza e non parlare mai più con loro.

Anche con l'aiuto di un intermediario come un consulente matrimoniale, non puoi superare una singola conversazione con il tuo partner senza che si trasformi in una partita urlante.

Come devi sentirti: Abbiamo capito - stai soffrendo. Nessuno sta dicendo che il tuo partner non ti ha ferito o deluso e che non dovresti provare le cose che senti.

Ma hai preso una decisione consapevole di sistemare il tuo matrimonio fallito, e farlo sarà impossibile se non smetti mai di comportarti come ti stai comportando attualmente.

Lasciati alle spalle i capricci emotivi. Devi fare un vero sforzo per trattenerti dalla rabbia impulsiva e dalle esplosioni emotive.

Il tuo partner vedrà i tuoi sforzi per cambiare e, a sua volta, smetterà di essere difensivo o difficile da affrontare. Vai al punto, alla radice dei problemi e inizia a risolverli.

5) Riapprendi la tua collaborazione e comunicazione.

Come potresti sentirti: Continuando il punto precedente, ti sentirai ancora come se non volessi avere nulla a che fare con il tuo coniuge per molto tempo, anche se entrambi avete già concordato che avreste provato a sistemare il matrimonio.

C'è semplicemente troppo dolore per ignorare quello che è successo e andare avanti, e si manifesteranno nei momenti più casuali e inaspettati.

Come devi sentirti: Il tuo partner ha bisogno di capire come ti senti e tu devi capire come si sente.

Non solo i tuoi desideri e bisogni, ma anche i tuoi dolori e dispiaceri esistenti.

Devono essere comprensivi con te piuttosto che sulla difensiva ogni volta che un attacco di rabbia inaspettato sale in superficie e viceversa.

Ricorda: questa è una partnership e nessuna partnership ha successo senza un'adeguata cooperazione e comunicazione.

Nella tua mente, il tuo partner è diventato il tuo nemico; devi riallineare la tua idea del tuo partner e trasformarlo nella persona con cui vuoi continuare a costruire la tua vita.

6) Riscopri l'intimità sessuale

Come potresti sentirti: Potresti sentire che non vuoi fare sesso con il tuo coniuge, anche se sta facendo delle avance.

Potresti credere di dover comunicare e risolvere in anticipo i tuoi problemi di connessione emotiva.

Come devi sentirti: Uno dei consigli più comuni per i matrimoni che subiscono turbolenze è riaccendere l'intimità fisica.

Sebbene non vada a fondo nei conflitti psicologici ed emotivi del tuo matrimonio, non hai bisogno di vedere un consulente matrimoniale per sapere che essere intimi l'uno con l'altro può aiutare a migliorare il legame e ridurre la tensione.

Mantenere una relazione fisica favorisce l'intimità tra due persone.

Anche semplici tocchi come tenersi per mano, pacche sulla spalla e abbracciarsi possono stimolare la produzione di ossitocina, che è l'ormone associato alla socializzazione e al legame.

Più tocchi il tuo coniuge, più il tuo cervello lo associa a sostanze chimiche cerebrali che ti fanno sentire bene.

7) Lodate ad alta voce le piccole cose

Come potresti sentirti:Poiché il tuo matrimonio sta diventando stantio, ti stai perdendo nella tua routine e dimentichi di apprezzare ciò che originariamente ti rendeva felice nel matrimonio.

Come devi sentirti: Darsi l'un l'altro per scontato è uno dei motivi comuni per cui i matrimoni falliscono. Questa piccola violazione genera infelicità e malcontento, che spesso si trasformano in problemi più seri in una partnership.

Questo può essere facilmente evitato semplicemente ringraziando il tuo partner per tutte le piccole cose.

Per la maggior parte delle coppie, la vita coniugale riguarda meno la vita con il proprio partner e più la condivisione delle risorse e la cura dei figli.

L'obbligo implicito di provvedere e prendersi cura della famiglia può far sembrare ovvio e non meritevole di elogio gli sforzi quotidiani del partner.

Ed è proprio per questo che ringraziarsi a vicenda per qualcosa di semplice come tenere la porta aperta o fare il caffè è importante per mantenere viva una relazione.

È facile perdersi ogni giorno e dimenticare che rimanere impegnati in una relazione a lungo termine è una scelta; il tuo partner si sveglia consapevolmente accanto a te ogni giorno e sceglie di farlo ogni singolo giorno dell'anno.

Il matrimonio da solo non li spinge a restare con te - lo fanno perché lo vogliono, e questo da solo vale la pena ringraziare.

Non devi aspettare che il tuo coniuge faccia un gesto grandioso prima di ringraziarlo. Fai loro sapere che sono amati incondizionatamente in tutte le cose, grandi o piccole.

Segni che il tuo matrimonio è irreparabile: sapere quando basta è abbastanza

Questa potrebbe non essere la prima volta che cerchi di sistemare il tuo matrimonio; forse hai passato mesi o addirittura anni in uno stato di limbo in cui né tu né il tuo partner avete deciso se è ora di porre veramente fine a una relazione che non sta causando altro che dolore e incertezza a tutte le persone coinvolte.

Mentre ci vuole coraggio per tornare dal tuo partner e cercare di aggiustare qualcosa che sai di aver amato una volta, ci vuole anche un coraggio immenso per sapere che abbastanza è finalmente abbastanza.

Il tempo non ti aspetterà e puoi usare preziosi anni della tua vita lottando in una relazione che non sta andando da nessuna parte.

Ecco quattro segni sicuri che il tuo matrimonio è scaduto:

1. Tutto è una trattativa.

Né tu né il tuo partner potete tornare a un punto in cui siete disposti a dare più di quanto vorreste dare su uno dei vostri campi di battaglia. C'è solo troppo dolore e risentimento per dare loro quelle vittorie, e si sentono allo stesso modo.

2. Non esiste più una discussione calma.

Non puoi più discutere senza sentirti infastidito, arrabbiato, turbato o cinico. Non sopporti nemmeno il rumore di loro che camminano nella stanza. Come puoi aggiustare qualcosa quando non puoi nemmeno iniziare a comunicare? Cv

3. Non vivi più nello stesso mondo.

Una partnership di successo richiede trasparenza. Ciò non significa che tu e il tuo partner dovreste conoscere ogni pensiero segreto nella mente dell'altro ed essere consapevoli di ogni piccola cosa che fate entrambi durante il giorno, ma dovrebbe esserci la sensazione che non state solo vivendo per voi stessi; che le tue azioni influenzano due persone, non solo una, e l'altra persona dovrebbe essere il tuo partner.

Se le mani smettono di lavorare insieme, non verrà fatto nulla.

4. Semplicemente non sembra che ne valga la pena.

Chiediti: perché lo stai facendo? Perché ami il tuo partner? Perché vuoi salvare la tua casa? Perché vuoi che i tuoi figli abbiano un'infanzia sana e senza problemi? O solo perché ti senti come se fosse quello che dovresti fare?

Se ti accorgi di non poter nemmeno più essere disturbato, la relazione è finita. Il tuo cuore ha bisogno di esserci, pienamente e senza compromessi.

Un matrimonio fallito può essere incredibilmente faticoso per la tua mente e per la tua anima, e prima di iniziare a provare a risolverlo, dovresti essere assolutamente certo di volerlo persino risolvere per cominciare.

Se il tuo cuore non è completamente dentro, non sarai in grado di creare il tipo di sforzo e affetto necessario per riconquistare il tuo partner e convincerlo a fare lo stesso.

Perché i matrimoni falliscono?

Ci piace pensare che gli affari, la dipendenza e il comportamento abusivo siano le ragioni per cui i matrimoni falliscono.

Ma nella maggior parte delle situazioni, questi problemi spesso insorgono dopo che il matrimonio ha raggiunto un punto di non ritorno.

Questo non vuol dire che l'inganno o il comportamento offensivo non siano problematici; questi comportamenti sono inammissibili e non hanno spazio in un matrimonio sano e felice.

Ma per capire perché i matrimoni falliscono, è importante conoscere i principali fattori che promuovono questo tipo di comportamento in un matrimonio.

Pensala in questo modo: se il tuo partner ha l'occhio vagabondo, c'è una possibilità che la relazione sia finita molto prima che tu lo sorprenda a tradirlo.

Il motivo per cui il tuo matrimonio è fallito non è che ha barato; è a causa di eventi, insicurezze o qualsiasi altra cosa che possa aver messo in moto gli ingranaggi.

I matrimoni non falliscono a causa delle circostanze e degli eventi, falliscono perché le persone coinvolte non sono in grado di diventare gli sposi di cui i loro partner hanno bisogno.

Capire da dove derivano i problemi coniugali comuni riconducendoli a problemi psicologici e di personalità, piuttosto che fissarsi sul problema dopo che è già accaduto, è un modo più efficace per prevenire il fallimento di un matrimonio.

Quattro motivi comuni per cui i matrimoni finiscono

1) Mancato raggiungimento di un compromesso

Anche le coppie più compatibili hanno alcune differenze. Le differenze nella comunicazione preferita e nei tratti della personalità possono creare un matrimonio difficile, ma ciò non significa che una relazione liscia sia impossibile.

Le coppie che non riescono a vedere oltre se stesse e incontrano i loro coniugi a metà inevitabilmente alienano il loro partner.

Senza una base condivisa e stabile, qualsiasi matrimonio è destinato a crollare se una delle parti è in grado di prenderne uno per la squadra.

2) Obiettivi disallineati e convinzioni personali

Alcune differenze sono conciliabili mentre altre sono semplicemente scolpite nella pietra.

Le coppie che si trovano in disaccordo su cose apparentemente banali spesso non si rendono conto che il disaccordo deriva da sistemi di credenze molto personali.

Se il tuo partner crede nell'indipendenza nel matrimonio mentre apprezzi la completa codipendenza, questo tipo di incompatibilità si manifesterà in alcuni aspetti del tuo matrimonio proprio perché tu o il tuo partner state agendo in base alle vostre convinzioni personali più forti.

Una parte potrebbe pensare che le discussioni su come andare a cene regolari e passare consapevolmente del tempo insieme siano necessarie per un matrimonio, mentre l'altra potrebbe sentirsi come se fossero imposizioni.

Alcuni disallineamenti sono semplicemente inconciliabili o, almeno, richiedono molta empatia e consapevolezza per essere risolti.

3) Incompatibilità sessuale

L'intimità è una componente importante in ogni relazione, ma soprattutto nel matrimonio.

Senza soddisfazione sessuale, anche le coppie più perfette sulla carta troveranno il modo di allontanarsi dalla relazione.

Il tocco fisico e l'intimità legano due persone in un modo che le altre interazioni non possono fare.

Non essere d'accordo sui dettagli della camera da letto può far sentire l'una o l'altra persona come se fossero oppresse per eseguire cose che non gli piacciono o che sono bloccate in un accordo che non troveranno sessualmente soddisfacenti.

4) Mancanza di senso sicuro di sé

Le tendenze abusive, la dipendenza e persino l'adulterio sono problemi profondamente personali che spesso derivano dall'insicurezza.

Gli individui che entrano in una relazione senza una solida base personale spesso si comportano male in una relazione a causa della loro incapacità di rispettare i confini del proprio partner o di disegnarne uno da soli.

Troppe persone entrano in matrimoni e relazioni pensando che l'altra persona sia un antidoto ai propri difetti e debolezze.

Ma avere un'altra persona nella tua vita non riparerà i danni interni e guarirà vecchie ferite.

Alla fine, i matrimoni si sciolgono perché una o entrambe le persone hanno sempre avuto un'idea oscura di chi fossero e dipendevano dal matrimonio per fornirla.

Senza una chiara direzione, una persona inevitabilmente dà per scontati i legami del matrimonio.

Altri motivi per cui i matrimoni falliscono includono:

  • Non riuscire a parlare dei tuoi sentimenti e alla fine sentirti trascurato
  • Cattivi rapporti con i suoceri
  • Non lavorare per crescere insieme come partner
  • Non riuscire a rimanere in contatto e intimo durante la relazione
  • Mancanza di interessi reciproci e fondamento platonico debole

Le quattro fasi della rottura coniugale

Sebbene sia difficile definire il momento esatto in cui il tuo matrimonio è passato da problematico a fallito, i fallimenti coniugali tendono a seguire lo stesso schema, indipendentemente dalle sue specifiche.

Lo psicologo delle relazioni John Gottman ha identificato le quattro fasi distinte della rottura coniugale come i 'Quattro Cavalieri dell'Apocalisse', con ogni fase che rappresenta un nuovo comportamento che, se lasciato incontrollato, potrebbe portare alla dissoluzione del matrimonio.

Secondo gli psicologi, questi comportamenti sono predittori di divorzio e affrontare questi problemi in modo specifico potrebbe migliorare la comunicazione e persino salvare un matrimonio sull'orlo del divorzio.

Fase 1: reclami

Cosa sembra:

  • Svergognare il tuo partner per un errore e esagerare quando cerchi di 'insegnargli una lezione'
  • Gettandoli sotto l'autobus e usando i superlativi per descrivere la tua relazione (Non hai mai ..., hai sempre ...)
  • Ricorrere ad attacchi personali invece di concentrarsi sulla discussione dei problemi a portata di mano

Le coppie sposate che vogliono una possibilità di combattere contro il divorzio devono imparare a comunicare correttamente.

Sebbene conflitti, disaccordi e problemi di comunicazione siano comuni in qualsiasi relazione sana, il ricorso a lamentele anziché a critiche costruttive è uno dei primi segni di un matrimonio rotto.

Quando i partner sono eccessivamente critici l'uno con l'altro, non sono più comunicativi e collaborativi. I reclami che rasentano gli attacchi personali seminano discordia tra i partner e creano un precedente per un matrimonio irrispettoso e potenzialmente abusivo.

Spesso, i coniugi ritengono che ripetere critiche o reclami possa portare a risultati migliori, il che non fa che danneggiare ulteriormente la relazione.

In realtà, il problema non è che il tuo coniuge non ascolta o non capisce cosa stai dicendo.

Mantenere un basso livello di rispetto anche quando si è in disaccordo è essenziale per evitare che il proprio matrimonio fallisca.

Fase 2: disprezzo

Cosa sembra:

  • Eviti di discutere di certe cose perché sai che il tuo discorso sfocerà in una rissa
  • Diventi evitante del tuo partner perché lo associ a emozioni negative
  • Cammini sui gusci d'uovo intorno al tuo partner cercando di 'salvare la giornata'

I coniugi che hanno una propensione alla critica distruttiva passano inevitabilmente alla seconda fase della rottura del matrimonio, il disprezzo.

Man mano che le coppie diventano più sfacciate e dure con le loro critiche, il rispetto reciproco e l'intimità si interrompono fino a quando non puoi nemmeno sederti nella stessa stanza senza provare una punta di fastidio l'uno per l'altro.

In questa fase, il disprezzo per il proprio partner invade altri aspetti della tua vita coniugale.

Anche al di fuori di una discussione, inizi a vedere il tuo partner come inferiore a te, e questo si traduce nel tuo linguaggio del corpo e nelle interazioni generali.

Alzare gli occhi al cielo, schernire, rispondere sarcasticamente diventa una parte normale delle tue interazioni quotidiane.

Piccoli favori e semplici richieste iniziano a sembrare imponenti e l'idea di passare del tempo insieme inizia a diventare terribile.

I coniugi che sono sprezzanti l'uno dell'altro iniziano a sentirsi meno empatici nei confronti dell'altra metà.

In questa fase, la comunicazione è ancora più difficile ei partner iniziano a creare meccanismi di difesa automatica per far fronte al ciclo ripetitivo di lamentele e disprezzo.

Fase 3: difesa

Cosa sembra:

  • Passando alle risposte automatiche quando ci si confronta
  • Improvvisamente che esplode a causa di essere sopraffatto dal conflitto
  • Sentirsi come se non ci fosse più alcun modo per risolvere le differenze tra te e il tuo partner

I matrimoni in uno stato permanente di disprezzo finiranno per essere troppo sopraffatti per progredire positivamente.

I partner alla fine diventano induriti dalla tossicità nel matrimonio che diventano desensibilizzati al matrimonio, compresi i suoi aspetti positivi.

Nella fase difensiva, i coniugi tendono a sintonizzarsi a vicenda.

I problemi di comunicazione diventano ancora più dilaganti perché nessuno dei due è disposto a parlare tra loro, spesso credendo che il loro partner non abbia nulla di nuovo da dire o semplicemente non li capisca più.

Sentire il costante bisogno di proteggerti dal tuo partner crea tensione nella relazione. In poco tempo, il matrimonio raggiunge la quarta e ultima fase di scioglimento: il disimpegno.

Fase 4: disimpegno

Cosa sembra:

  • Evita attivamente che il tuo partner eviti di passare del tempo con lui
  • Concordare e scusarsi distrattamente solo per fermare il conflitto
  • Rimanere più tardi al lavoro, occuparsi di più faccende e commissioni solo per sembrare occupato e limitare i contatti non necessari con il proprio coniuge

Quando i coniugi si sentono finalmente troppo stanchi per l'estremo della fase di disprezzo e la ripetitività della fase di difesa, il matrimonio cade inevitabilmente nel disimpegno.

Invece di emozioni forti, i problemi cronici nel matrimonio che una volta richiedevano attenzione diventano così comuni da essere ignorati.

Entrambe le parti ritengono che affrontare le preoccupazioni non porterà più a una soluzione, a quel punto questi problemi continuano a peggiorare e marcire.

Il disimpegno è il motore principale del divorzio proprio perché i partner non sono più disposti a comunicare tra loro.

In questa fase, i partner sono desensibilizzati e distaccati dalle emozioni l'uno dell'altro e sono troppo prosciugati mentalmente per provare rabbia.

Senza sentire il bisogno di reagire e interagire con il tuo coniuge, il matrimonio si ferma inevitabilmente, portando al divorzio.