Un video brillante sul cervello diviso

Un video brillante sul cervello diviso

Ecco un video brillante che spiega il cervello diviso. Dai un'occhiata e fammi sapere cosa ne pensi.


Per coloro che non possono guardare il video in questo momento, eccolo nel testo:

Iain McGilchrist afferma che le neuroscienze tradizionali hanno in gran parte smesso di parlare delle differenze tra il cervello sinistro e il cervello destro da quando quella teoria è stata sfatata.


Ma, contrariamente a quanto crede la maggior parte dei neuroscienziati, Iain McGilchrist afferma che il cervello è ancora profondamente diviso. Inoltre, nel corso dell'evoluzione umana, è diventato ancora più diviso.

Il rapporto tra il corpo calloso e il volume dell'emisfero si è ridotto durante l'evoluzione. E la trama si infittisce quando ci si accorge che la funzione principale del corpo calloso è proprio quella di inibire l'altro emisfero. C'è qualcosa di molto importante nel tenere le cose separate l'una dall'altra.



Non solo, ma il cervello è profondamente asimmetrico.


È più largo nella parte posteriore a sinistra e più ampio a destra nella parte anteriore del lato.

Cosa sta succedendo qui?

Non sono solo gli umani che hanno diviso i cervelli. Anche gli uccelli e gli animali li hanno. Gli uccelli e gli animali usano in modo abbastanza affidabile il loro emisfero sinistro per questa stretta attenzione focalizzata e mantengono il loro emisfero destro vigile per tutto ciò che appare in modo casuale. Usano anche il loro emisfero destro per stabilire connessioni con il mondo.

Quando si tratta di esseri umani, questo tipo di attenzione è una delle grandi differenze.

L'emisfero destro fornisce vigilanza e vigilanza sostenute, ampie e aperte. Mentre l'emisfero sinistro offre un'attenzione ai dettagli stretta e fortemente focalizzata. Le persone che perdono l'emisfero destro hanno un restringimento patologico della finestra di attenzione.

Dice che le cose più importanti degli esseri umani sono i loro lobi frontali. E lo scopo di quella parte è inibire il resto del cervello, il che consente di fare ciò che gli umani sanno fare meglio: ingannare l'altra parte ed essere machievelliani.

Si tratta di interagire con il mondo e usarlo a nostro vantaggio.

Ad esempio, usiamo principalmente l'emisfero sinistro per usare le nostre mani per creare strumenti e cibo. Usiamo anche quella parte per il linguaggio per afferrare le cose che diciamo e fissarle.

È qui che sappiamo già cosa è importante e su cosa essere precisi. E ne abbiamo bisogno per avere una versione semplificata della realtà. È difficile se tutte queste informazioni sono di fronte a te e non riesci a individuare i dettagli e ciò che conta davvero. Non è la realtà reale ma funziona meglio.

L'emisfero destro, tuttavia, è sempre alla ricerca di cose che potrebbero essere diverse dalle nostre aspettative. Vede le cose nel contesto. Comprende il significato implicito, la metafora, il linguaggio del corpo, le espressioni emotive ecc. Si occupa di un mondo incarnato, in cui ci troviamo incarnati in relazione a un mondo concreto. Capisce gli individui, non solo le categorie.

Tuttavia, questa comprensione non ha nulla a che fare con il vecchio concetto di differenze emisfero sinistro / destro. Per l'immaginazione, hai bisogno di entrambi gli emisferi. Per ragione, hai bisogno di entrambi gli emisferi.

Invece, Iain McGilchrist stabilisce la vera differenza tra il cervello sinistro e il cervello destro:

L'emisfero sinistro dipende dal linguaggio denotativo, dall'astrazione, produce chiarezza e potere di manipolare cose conosciute e fisse.

L'emisfero destro produce un mondo di esseri viventi individuali, mutevoli, in evoluzione, interconnessi nel contesto del mondo vissuto. Ma la natura delle cose non è mai completamente afferrabile o perfettamente conosciuta. Questo mondo esiste in una certa relazione.

Entrambi coprono due versioni del mondo e le combiniamo in modi diversi tutto il tempo. Dobbiamo fare affidamento su alcune cose per manipolare il mondo, ma per una comprensione ampia di esso, dobbiamo usare la conoscenza che proviene dall'emisfero destro.

Iain McGilchrist spiega che ora viviamo in un mondo paradossale. Perseguiamo la felicità e porta al risentimento, che porta all'infelicità. Perseguiamo la libertà, ma ora viviamo in un mondo sempre più monitorato dalle telecamere a circuito chiuso.

Iain McGilchrist dice che viviamo in un mondo occidentale controllato dall'emisfero sinistro, dove tutto è fisso. Abbiamo bisogno di controllo, il che porta alla paranoia. L'emisfero destro non ha voce.

Ma dobbiamo impegnarci nel nostro emisfero destro per una visione più ampia della realtà e una società più equilibrata.