70 citazioni di Eckhart Tolle che ti aiuteranno a vivere una vita più consapevole

70 citazioni di Eckhart Tolle che ti aiuteranno a vivere una vita più consapevole

Eckhart Tolle è un tedesco residente in Canada, meglio conosciuto come l'autore di Il potere di adesso e di una nuova terra: risveglio allo scopo della tua vita. Nel 2011, è stato elencato dalla Watkins Review come la persona spiritualmente più influente al mondo.


Eckhart Tolle offre ottimi consigli su cui si concentra consapevolezza e lasciare andare l'ego. È un grande sostenitore del vivere nel presente e leggere le sue citazioni mi fa sempre sentire felice.

Molte di queste citazioni sono tratte dal suo libro più popolare, The Power of Now, dove dà insegnamenti pratici e consigli in modo che possiamo imparare a vivere nel momento presente.

Spero che queste citazioni ti piacciano tanto quanto me!


Sul momento presente

'Il passato non ha potere sul momento presente.'

“La vita ti darà qualunque esperienza sia più utile per l'evoluzione della tua coscienza. Come fai a sapere che questa è l'esperienza di cui hai bisogno? Perché questa è l'esperienza che stai vivendo in questo momento. '



“Renditi conto profondamente che il momento presente è tutto ciò che hai. Rendi l'ADESSO l'obiettivo principale della tua vita '.


'Il tempo non è affatto prezioso, perché è un'illusione. Ciò che percepisci come prezioso non è il tempo ma l'unico punto fuori dal tempo: l'Adesso. Questo è davvero prezioso. Più ti concentri sul tempo, passato e futuro, più ti manca l'Adesso, la cosa più preziosa che ci sia. '

“… Il passato ti dà un'identità e il futuro custodisce la promessa di salvezza, di adempimento in qualsiasi forma. Entrambe sono illusioni. '

'Renditi conto profondamente che il momento presente è tutto ciò che avrai mai.'

'Non lasciare che un mondo pazzo ti dica che il successo è altro che un momento presente di successo.'

“Non offrire resistenza alla vita significa essere in uno stato di grazia, agio e leggerezza. Questo stato quindi non dipende più dal fatto che le cose siano in un certo modo, buone o cattive. Sembra quasi paradossale, ma quando la tua dipendenza interiore dalla forma è svanita, le condizioni generali della tua vita, le forme esteriori, tendono a migliorare notevolmente. Cose, persone o condizioni di cui pensavi di aver bisogno per la tua felicità ora vengono da te senza lotte o sforzi da parte tua e sei libero di godertele e apprezzarle, finché durano. Tutte queste cose, ovviamente, passeranno ancora, i cicli andranno e verranno, ma con la dipendenza scomparsa non c'è più paura della perdita. La vita scorre con facilità. '

“Se la tua mente porta un pesante fardello del passato, sperimenterai più o meno lo stesso. Il passato si perpetua per mancanza di presenza. La qualità della tua coscienza in questo momento è ciò che plasma il futuro '.

“Muori al passato in ogni momento. Non ne hai bisogno. Fare riferimento ad esso solo quando è assolutamente rilevante per il presente. Senti il ​​potere di questo momento e la pienezza dell'Essere. Senti la tua presenza. '

'Non è mai successo nulla in passato che possa impedirti di essere presente ora, e se il passato non può impedirti di essere presente ora, che potere ha?'

Sul cambiamento

'Alcuni cambiamenti sembrano negativi in ​​superficie, ma presto ti renderai conto che si sta creando spazio nella tua vita per far emergere qualcosa di nuovo.'

'La consapevolezza è il più grande agente del cambiamento.'

Sulla felicità

'La causa principale dell'infelicità non è mai la situazione, ma i tuoi pensieri al riguardo.'

'Riconoscere il bene che hai già nella tua vita è il fondamento per tutta l'abbondanza.'

“La causa principale dell'infelicità non è mai la situazione, ma pensarci. Sii consapevole dei pensieri che stai pensando. Separali dalla situazione, che è sempre neutra. È così com'è. '

'Il piacere deriva sempre da qualcosa fuori di te, mentre la gioia nasce da dentro.'

Su chi sei

“Smetti di definire te stesso - a te stesso o agli altri. Non morirai. Verrai in vita. E non preoccuparti di come gli altri ti definiscono. Quando ti definiscono, si limitano, quindi è un loro problema. Ogni volta che interagisci con le persone, non esserci principalmente come una funzione o un ruolo, ma come il campo della Presenza cosciente. Puoi solo perdere qualcosa che hai, ma non puoi perdere qualcosa che sei. '

'Solo la verità su chi sei, se realizzata, ti renderà libero.'

“Non sei nell'universo, SEI l'universo, una parte intrinseca di esso. In definitiva non sei una persona, ma un punto focale in cui l'universo sta diventando consapevole di se stesso. Che miracolo straordinario '.

“Sei qui per consentire lo sviluppo del proposito divino dell'Universo. Ecco quanto sei importante! '

Lasciando andare

'A volte lasciare andare le cose è un atto di molto maggiore potere che difendere o aggrapparsi.'

Sull'amore

'Amare è riconoscersi in un altro.'

“L'amore non è selettivo, così come la luce del sole non è selettiva. Non rende speciale una persona. Non è esclusivo. L'esclusività non è l'amore di Dio ma l ''amore' di
ego. Tuttavia, l'intensità con cui si sente il vero amore può variare. Potrebbe esserci una persona che riflette il tuo amore verso di te in modo più chiaro e più intenso di altre, e se quella persona prova lo stesso nei tuoi confronti, si può dire che hai una relazione d'amore con lui o lei. Il legame che ti connette con quella persona è lo stesso che ti connette con la persona seduta accanto a te su un autobus, o con un uccello, un albero, un fiore. Solo il grado di intensità con cui viene percepito è diverso. '

“Una relazione genuina è quella che non è dominata dall'ego con la sua creazione di immagini e la sua ricerca di sé. In una relazione genuina, c'è un flusso verso l'esterno di un'attenzione aperta e vigile verso l'altra persona in cui non manca assolutamente nulla '.

“L'amore è uno stato dell'Essere. Il tuo amore non è fuori; è nel profondo di te. Non puoi mai perderlo e non può lasciarti '.

Sulla vita

'La vita non è così seria come la mente pensa che sia.'

'La vita è la ballerina e tu sei la danza.'

'Non è raro che le persone trascorrano tutta la vita aspettando di iniziare a vivere'.

'Anche questo passerà.'

'Essere all'altezza di un'immagine che hai di te stesso o che altre persone hanno di te è una vita inautentica.'

'Nella fretta di oggi pensiamo tutti troppo, cerchiamo troppo, vogliamo troppo e dimentichiamo la gioia del solo Essere.'

'Ciò che un bruco chiama la fine del mondo, noi chiamiamo farfalla.'

“Il significato si nasconde nell'insignificante. Apprezzo tutto. '

Sull'accettazione

'Qualunque cosa contenga il momento presente, accettalo come se l'avessi scelto.'

'Tutto ciò che ti risente e a cui reagisci con forza in un altro è anche in te.'

'Qualunque cosa combatti, la rafforzi e ciò a cui resisti, persiste.'

'Dì sempre' sì 'al momento presente. Cosa potrebbe esserci di più futile, più folle, che creare una resistenza interna a ciò che già è? cosa c'è di più folle che opporsi alla vita stessa, che è adesso e sempre adesso? Arrenditi a ciò che è. Dì 'sì' alla vita e guarda come la vita inizia improvvisamente a lavorare per te piuttosto che contro di te. '

“Accetta, quindi agisci. Qualunque cosa contenga il momento presente, accettalo come se lo avessi scelto. Lavora sempre con esso, non contro di esso. '

“Non offrire resistenza alla vita significa essere in uno stato di grazia, agio e leggerezza. Questo stato quindi non dipende più dal fatto che le cose siano in un certo modo, buone o cattive. Sembra quasi paradossale, ma quando la tua dipendenza interiore dalla forma è svanita, le condizioni generali della tua vita, le forme esteriori, tendono a migliorare notevolmente. Cose, persone o condizioni di cui pensavi di aver bisogno per la tua felicità ora vengono da te senza lotte o sforzi da parte tua e sei libero di godertele e apprezzarle, finché durano. Tutte queste cose, ovviamente, passeranno ancora, i cicli andranno e verranno, ma con la dipendenza scomparsa non c'è più paura della perdita. La vita scorre con facilità. '

“Guarda qualsiasi pianta o animale e lascia che ti insegni ad accettare ciò che è, arrenditi all'Adesso.
Lascia che ti insegni ad essere.
Lascia che ti insegni l'integrità, che significa essere uno, essere te stesso, essere reale.
Lascia che ti insegni come vivere e come morire, e come non rendere la vita e la morte un problema '.

'Non cercare la pace. Non cercare nessun altro stato oltre a quello in cui ti trovi ora; altrimenti, creerai un conflitto interiore e una resistenza inconscia. Perdona te stesso per non essere in pace. Nel momento in cui accetti completamente la tua non pace, la tua non pace si trasmuta in pace. Qualunque cosa accetti pienamente ti porterà lì, ti porterà in pace. Questo è il miracolo della resa '

Sulla pace

'Trovi la pace non riorganizzando le circostanze della tua vita, ma realizzando chi sei al livello più profondo.'

“C'è una differenza tra felicità e pace interiore? Sì. La felicità dipende dalle condizioni che vengono percepite come positive; la pace interiore no. '

Sulla morte

“La morte è uno spogliarsi di tutto ciò che non sei tu. Il segreto della vita è 'morire prima di morire' e scoprire che non c'è morte '.

“Cosa rimarrà di tutte le paure e i desideri associati alla tua situazione di vita problematica che ogni giorno attira la maggior parte della tua attenzione? Un trattino, lungo uno o due pollici, tra la data di nascita e la data di morte sulla tua lapide. '

Sull'agire

“Qualsiasi azione è spesso meglio di nessuna azione, soprattutto se sei rimasto bloccato in una situazione infelice per molto tempo. Se è un errore, almeno impari qualcosa, nel qual caso non è più un errore. Se rimani bloccato, non impari nulla '.

Sulle emozioni negative

'La preoccupazione finge di essere necessaria ma non serve a nulla.'

“Ogni negatività è causata da un accumulo di tempo psicologico e dalla negazione del presente. Disagio, ansia, tensione, stress, preoccupazione - tutte le forme di paura - sono causati da troppo futuro e da una presenza insufficiente. Colpa, rimpianto, risentimento, rimostranze, tristezza, amarezza e tutte le forme di non perdono sono causati da troppo passato e da una presenza insufficiente '.

“Ogni volta che diventi ansioso o stressato, lo scopo esterno ha preso il sopravvento e hai perso di vista il tuo scopo interiore. Hai dimenticato che il tuo stato di coscienza è primario, tutto il resto secondario. '

'Dove c'è rabbia c'è sempre dolore sotto.'

“Focalizza l'attenzione sulla sensazione dentro di te. Sappi che è il corpo di dolore. Accetta che sia lì. Non pensarci, non lasciare che la sensazione si trasformi in pensiero. Non giudicare o analizzare. Non crearti un'identità. Rimani presente e continua ad essere l'osservatore di ciò che sta accadendo dentro di te. Diventa consapevole non solo del dolore emotivo ma anche di 'colui che osserva', l'osservatore silenzioso. Questo è il potere dell'Adesso, il potere della tua presenza cosciente. Poi guarda cosa succede. '

Sull'essere spirituale

'Essere spirituale non ha nulla a che fare con ciò in cui credi e tutto a che fare con il tuo stato di coscienza. '

“Non diventi buono cercando di essere buono, ma trovando la bontà che è già dentro di te e permettendo a quella bontà di emergere. Ma può emergere solo se qualcosa di fondamentale cambia nel tuo stato di coscienza. '

“Essere un estraneo in una certa misura, qualcuno che non si' adatta 'agli altri o che viene rifiutato da loro per qualsiasi motivo, rende la vita difficile, ma ti mette anche in vantaggio per quanto riguarda l'illuminazione. Ti porta fuori dall'incoscienza quasi con la forza. '

Sulla creatività

'Tutti i veri artisti, che lo sappiano o no, creano da un luogo di non-mente, dalla quiete interiore.'

'... ogni volta che c'è ispirazione ... ed entusiasmo ... c'è un potenziamento creativo che va ben oltre ciò di cui una semplice persona è capace.'

Sui pensieri

“Che liberazione rendersi conto che la“ voce nella mia testa ”non è chi sono. Chi sono allora? Quello che lo vede. '

“Vedi se riesci a sorprenderti a lamentarti, parlando o pensando, di una situazione in cui ti trovi, di quello che fanno o dicono gli altri, dell'ambiente circostante, della tua situazione di vita, persino del tempo. Lamentarsi è sempre non accettazione di ciò che è. Invariabilmente trasporta una carica negativa inconscia. Quando ti lamenti, ti trasformi in una vittima. Quando parli, sei in tuo potere. Quindi cambia la situazione agendo o parlando, se necessario o possibile; abbandonare la situazione o accettarla. Tutto il resto è follia. '

'Tutte le cose che contano veramente, bellezza, amore, creatività, gioia e pace interiore nascono da oltre la mente.'

'Riesci a guardare senza la voce nella tua testa che commenta, trae conclusioni, confronti o cerca di capire qualcosa?'

'Quando non copri il mondo con parole ed etichette, il senso del miracoloso ritorna nella tua vita che è stato perso molto tempo fa quando l'umanità, invece di usare il pensiero, è stata posseduta dal pensiero.'

“L'essere deve essere sentito. Non si può pensare. '

“Nel momento in cui il giudizio si ferma attraverso l'accettazione di ciò che è, sei libero dalla mente. Hai fatto spazio all'amore, alla gioia, alla pace '.

'Riconoscere la propria follia è, ovviamente, il sorgere della sanità mentale, l'inizio della guarigione e della trascendenza.'

'Le parole riducono la realtà a qualcosa che la mente umana può comprendere, il che non è molto.'

'Piuttosto che essere i tuoi pensieri ed emozioni, sii la consapevolezza dietro di loro.'

Sull'ego

“Nel momento in cui diventi consapevole dell'ego in te, in senso stretto non è più l'ego, ma solo un vecchio schema mentale condizionato. L'ego implica inconsapevolezza. La consapevolezza e l'ego non possono coesistere. '

'Le identificazioni dell'ego più comuni hanno a che fare con i beni, il lavoro che svolgi, lo stato sociale e il riconoscimento, la conoscenza e l'istruzione, l'aspetto fisico, le abilità speciali, le relazioni, la storia della persona e della famiglia, i sistemi di credenze e spesso nazionalistici, razziali, religiosi, e altre identificazioni collettive. Nessuno di questi sei tu. '

'L'inizio della libertà è la consapevolezza di non essere' il pensatore '. Nel momento in cui inizi a guardare il pensatore, viene attivato un livello più alto di coscienza. Allora inizi a realizzare che c'è un vasto regno di intelligenza oltre il pensiero, che il pensiero è solo un minuscolo aspetto di quell'intelligenza. Ti rendi anche conto che tutte le cose che contano veramente - bellezza, amore, creatività, gioia, pace interiore - sorgono da oltre la mente. Inizi a risvegliarti. '

'Diventi più potente in qualunque cosa fai se l'azione viene eseguita per se stessa piuttosto che come mezzo per proteggere, migliorare o conformarti alla tua identità di ruolo.'

'L'ego vuole volere più di quello che vuole.'

“Agli occhi dell'ego, l'autostima e l'umiltà sono contraddittorie. In verità, sono la stessa cosa. '