25 sorprendenti statistiche di meditazione che tutti devono sapere

25 sorprendenti statistiche di meditazione che tutti devono sapere

La meditazione è un esercizio mentale che implica rilassamento, concentrazione e consapevolezza.


È per la mente ciò che l'esercizio è per il corpo. Di solito è fatto individualmente, da seduti e con gli occhi chiusi.

Le statistiche mostrano che la meditazione è diventata uno dei modi più popolari per alleviare lo stress tra le persone di tutti i ceti sociali.

Oltre a riportare il corpo e la mente a uno stato calmo e pacifico, la meditazione offre anche una serie di altri vantaggi.


Non sorprende che sempre più persone si stiano rivolgendo a questa pratica secolare.

Continua a leggere per scoprire alcuni dei dati e delle statistiche di meditazione più eccitanti e illuminanti.



Non solo imparerai a conoscere le attuali tendenze della meditazione, ma acquisirai anche informazioni utili su quante persone meditano oggi, come lo fanno, perché lo fanno e qual è l'esperienza della persona media con la meditazione.


Immergiamoci.

Statistiche e approfondimenti sulla meditazione rapida super interessanti

  • Si stima che oggi il numero di persone che meditano a livello globale sia compreso tra 200 e 500 milioni.
  • Il 40% degli americani adulti afferma di meditare almeno una volta alla settimana.
  • Il numero di persone che meditano oggi è aumentato di 3 volte dal 2012.
  • Più di 35 milioni di americani hanno pensato di praticare la meditazione ad un certo punto.
  • Dal 2012, il numero di bambini che hanno provato la meditazione è aumentato di 10 volte.
  • Il 75% degli insonni che hanno iniziato un piano di meditazione quotidiana riesce ad addormentarsi entro 20 minuti dall'andare a letto.
  • La meditazione può ridurre il tempo di veglia per le persone con problemi di sonno fino al 50%.
  • Praticare la meditazione per 6-9 mesi può ridurre l'ansia del 60%.
  • Si stima che oltre il 50% degli anziani americani mediti almeno una volta alla settimana.
  • Fino al 70% delle persone che hanno iniziato a meditare hanno continuato con le loro routine di auto-cura per più di 2 anni
  • Il mercato della meditazione negli Stati Uniti ha un valore di $ 1,22 miliardi
  • Il mercato statunitense dell'auto-cura dovrebbe raggiungere oltre $ 2 miliardi entro il 2022.
  • Entro il 2018, oltre il 52% dei datori di lavoro disponeva di corsi di formazione e corsi di auto-cura per i propri dipendenti.
  • Le sessioni di meditazione hanno ridotto le sospensioni scolastiche del 45%.

La crescente popolarità della meditazione

A differenza di alcuni anni fa, quando la meditazione era solo un'attività marginale per i tipi di benessere interno, ora è proliferata fino a diventare una delle tendenze del benessere più potenti.

Insieme a una dieta sana e all'esercizio fisico, la meditazione è oggi uno dei tre pilastri del benessere preferiti.

Ecco alcune delle principali statistiche di meditazione che rivelano quanto sia diventata popolare questa pratica di cura di sé:

1. Si stima che il numero di persone che meditano a livello globale sia compreso tra 200 e 500 milioni [1].

Sebbene non siano disponibili dati globali chiari sull'adozione della meditazione e sulle dimensioni del mercato, una stima approssimativa delle persone che meditano a livello globale è stimata tra 200 e 500 milioni.

Con più persone che si rendono conto di quanto sia efficace la meditazione per il benessere generale, non sorprende che più persone siano disposte a impegnarsi nella pratica.

(Il buon corpo)

2. Il 40 per cento degli americani adulti afferma di meditare almeno una volta alla settimana [2].

Statistiche dal Pew Research Center ha suggerito che circa il 40% degli americani adulti ha affermato di meditare almeno una volta alla settimana.

La ricerca ha inoltre indicato che mentre la religione gioca un ruolo cruciale nella pratica della meditazione, non tutte le persone che meditano lo fanno per motivi religiosi.

(Pew Research Center)

3. Il numero di persone che meditano oggi è aumentato di 3 volte dal 2012 [3].

Secondo a rapporto di CDC, il numero di persone che hanno meditato nel 2017 è stato tre volte superiore a quello del 2012, passando da un misero 4,1% nel 2012 al 14,2% nel 2017.

Questo è il risultato della crescita diffusa di studi di meditazione, marchi, app e consapevolezza generale che promuove la meditazione come pratica di auto-cura economica e facile da usare.

(Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie)

4. Più del 14% degli americani ha considerato di praticare la meditazione ad un certo punto [4].

Le prove emergenti suggeriscono che circa Il 14% degli americani - rispetto al 9,5% nel 2012 - ha provato la meditazione almeno una volta nella vita.

Utilizzando i dati del censimento del 2019 sulla popolazione americana, questo si traduce in oltre 35 milioni di americani.

Lo stress e l'ansia della vita contemporanea di oggi possono avere qualcosa a che fare con questo aumento.

(CDC / Centro nazionale per le statistiche sanitarie)

Benefici della meditazione

5. Il benessere generale è il motivo numero uno per cui le persone provano la meditazione [5]

Uno studio del 2016 ha cercato di capire perché le persone praticano la meditazione per la cura di sé.

Tra i motivi addotti, il 76,2% delle persone ha indicato di essere stato attratto dalla meditazione per migliorare il proprio benessere generale.

Altri motivi includevano:

  • Migliorare l'energia - 60%
  • Migliorare la funzione cerebrale - 50%
  • Riduci l'ansia - 29,2%
  • Allevia lo stress - 21,6%
  • Ridurre la depressione - 17,8%

(Nature.com)

6. La meditazione può ridurre il tempo di veglia per le persone con problemi di sonno fino al 50% [6].

PER studio del National Center of Biotechnology Information ha indicato che la meditazione è un nuovo approccio alla riduzione dello stress e alla regolazione delle emozioni.

Un altro studio comparativo sulla consapevolezza basata approccio per il trattamento dell'insonnia ha osservato che la meditazione potrebbe essere utilizzata per sviluppare modi adattativi tra gli insonni cronici che possono aiutarli a combattere i tempi di veglia e i sintomi notturni.

(Centro nazionale di informazioni sulle biotecnologie)

7. Praticare la meditazione per 6-9 mesi può ridurre l'ansia del 60% [7].

Una ricerca sulla possibilità che la meditazione consapevole migliori i sintomi dell'ansia e dell'umore ha mostrato che la popolazione clinica testata ha riportato un miglioramento del 60% per l'ansia e i disturbi legati all'ansia.

I pazienti che hanno imparato la meditazione erano più resistenti allo stress e all'ansia.

(J Clin Psychiatry)

8. Le persone con mal di schiena avevano maggiori probabilità di sperimentare un miglioramento del 30% nella loro capacità di svolgere le attività quotidiane rispetto a quelle che assumevano solo farmaci. [8].

Il mal di schiena cronico è una delle principali cause di perdita di tempo, che colpisce fino a 80% degli adulti statunitensi. Uno studio recente ha dimostrato che la meditazione può alleviare i dolori alla schiena del 30%.

La meditazione impartisce meccanismi di coping adattivi e basati sull'accettazione a persone che soffrono di dolori alla schiena cronici.

(Università del Wisconsin)

9. La meditazione consapevole può ridurre le ricadute della depressione fino al 12% [9]

Alcuni psicologi sono ampiamente d'accordo che la meditazione gioca un ruolo fondamentale nella gestione della depressione e può ridurre le ricadute del 12%.

Ulteriore ricerca mostra che le persone che praticano la consapevolezza regolarmente possono capire più facilmente quando sono a rischio di a ricaduta, consentendo loro di intraprendere le azioni appropriate con largo anticipo.

(Associazione Americana di Psicologia)

10. La meditazione può ridurre i sintomi del disturbo da stress post-traumatico nel 73% delle volte [10]

Ricerca sugli effetti della meditazione consapevole ha mostrato risultati promettenti che suggeriscono che questa pratica di auto-cura potrebbe ridurre i sintomi del disturbo da stress post-traumatico nel 73% degli individui esposti a traumi. Ciò potrebbe fornire ai pazienti gli strumenti per iniziare uno stile di vita attivo e coinvolgente.

(Medscape)

11. La meditazione gioca un ruolo fondamentale nel ritardare l'insorgenza e rallentare la progressione della malattia di Alzheimer aumentando l'enzima telomerasi del 43% [11]

Ricerca recente ha dimostrato che brevi sessioni quotidiane di meditazione possono aiutare ad alleviare i segni e i sintomi della malattia di Alzheimer.

Idealmente, la meditazione aiuta aumentare l'enzima telomerasi che protegge i cappucci / coperchi del DNA del 43%, ritardando così l'insorgenza di A.D.

Inoltre, la meditazione riduce il rischio di malattia di Alzheimer promuovendo il sonno, aumentando il benessere, regolando i geni del sistema immunitario, riducendo i geni infiammatori e riducendo la depressione.

12. La meditazione porta a massicci aumenti della densità della materia grigia cerebrale regionale [12]

Statistiche di meditazione recenti da diverse immagini di risonanza magnetica (M.R.) del cervello hanno dimostrato che i praticanti di meditazione a lungo termine hanno un volume di materia grigia maggiore rispetto alle persone che non meditano.

Il aumento dell'ippocampo la materia grigia ha un conseguente aumento delle capacità di apprendimento e memoria. Anche altre sezioni regionali della materia grigia influenzano la compassione, l'autoconsapevolezza e l'introspezione.

(Guida di laurea in psicologia online)

13. Persone che hanno meditato per un periodo di otto settimane ha cambiato l'espressione di 172 geni che regolano l'infiammazione, i ritmi circadiani e il metabolismo del glucosio. [13]

A sua volta, questo era collegato a una significativa diminuzione della pressione sanguigna.

(Biblioteca Nazionale di Medicina)

Dati demografici degli utenti della meditazione

14. 4% in più le donne praticano la meditazione rispetto agli uomini [14]

Un recente studio del National Health Interview Study ha dimostrato che le donne hanno tassi più elevati di utilizzare la meditazione come un modo per combattere i fattori di stress quotidiani rispetto agli uomini. Complessivamente, il 10,3% delle donne e il 5,2% degli uomini ha riferito di utilizzare un qualche tipo di meditazione.

(National Health Interview Survey)

15. Le donne traggono vantaggio dalla meditazione più degli uomini [15]

Uno studio della Yale School of Medicine ha scoperto che le donne che meditano hanno ridotto il pensiero negativo rispetto agli uomini.

Ciò potrebbe essere dovuto al differenze emotive basate sul genere tra uomini e donne e come i due sessi rispondono ed elaborano lo stress emotivo.

16. Gli adulti di 45-64 anni sono più propensi a usare la meditazione rispetto ai gruppi più anziani o più giovani [16]

Dati del National Center for Health Statistics mostrano che il 15,9% degli adulti di età compresa tra i 45 ei 64 anni ha praticato la meditazione nel 2017.

Gli adulti sotto i 44 anni e sopra i 64 anni avevano una probabilità del 13% di praticare la meditazione.

(Biblioteca Nazionale di Medicina)

17. Gli adulti bianchi non ispanici avevano il 15,2% in più di probabilità di meditare [17]

PER Studio del 2017 del National Center for Health Statistics ha dimostrato che i non ispanici avevano maggiori probabilità di praticare la meditazione rispetto agli afroamericani (13,5%) e agli ispanici (10,9%).

(Centro nazionale per le statistiche sanitarie)

18. I buddisti meditano il 66% in più rispetto ad altri gruppi [18]

Uno studio di Pew Research lo ha dimostrato Il 66% dei buddisti medita almeno una volta alla settimana, Il 6% medita una volta al mese mentre il 7% medita almeno una volta all'anno.

Ciò non sorprende poiché la meditazione è una pratica antichissima tra i buddisti. Ma le statistiche mostrano che la meditazione non è una pratica isolata per un gruppo religioso.

Infatti, il 49% degli evangelici ha riferito di aver praticato la meditazione settimanale, con il 77% dei testimoni di Geova anche indicato che medita almeno una volta alla settimana con il 25% delle persone non affiliate a nessun gruppo religioso che medita una volta alla settimana

(Pew Research)

Meditazione e bambini

19. 10 volte più bambini hanno praticato la meditazione nel 2017 rispetto al 2012 [19]

Il National Institutes of Health stima che 1OX in più di bambini medita oggi rispetto al 2012. I dati dell'indagine rappresentativa nazionale ha rivelato che solo un misero 0,6% ha praticato la meditazione nel 2012 rispetto al 5,4% nel 2017.

(Istituto Nazionale della Salute)

20. Circa il 5% di tutti i bambini americani (4-17 anni) ora medita [20]

Negli ultimi anni, più bambini americani ora praticano la meditazione di consapevolezza, tra le altre forme di pratiche di cura di sé.

Sorprendentemente, a differenza delle controparti adulte, sia i ragazzi che le ragazze non hanno mostrato differenze significative nell'uso della meditazione tra i due sessi.

21. Più bambini più grandi praticavano la meditazione rispetto ai bambini più piccoli [21]

Solo nel 2017, uno studio del National Institute of Health ha indicato che i bambini più grandi sopra 12 anni stavano praticando la meditazione rispetto alle loro controparti più giovani.

Mentre razze diverse mostravano pratiche di meditazione diverse, c'era una differenza minima tra i bambini al di sotto dei 17 anni.

(Centro nazionale per le statistiche sanitarie)

L'industria della meditazione

22. Il mercato della meditazione negli Stati Uniti è valutato a $ 1,22 miliardi [22]

La meditazione è diventata mainstream negli Stati Uniti con una crescita annuale dell'11,4%. Oggi, l'industria della meditazione lo è vale oltre 1 miliardo di dollari e si stima supererà i 2 miliardi di dollari nel 2022.

(Statista)

23. Le prime 10 app di mindfulness hanno raccolto più di 195 milioni di dollari nel 2019 [23]

Le app di meditazione sono state le maggiori entrate nella categoria della cura di sé. Headspace App ha guidato il gruppo incassando più di $ 56 milioni nel solo 2019.

Ulteriori statistiche sulla meditazione mostrano che oltre 52 milioni di utenti hanno scaricato le 10 migliori app di meditazione entro il 2019.

(National Business Group on Health)

(Tech Crunch)

Meditazione al lavoro oa scuola.

24. Entro il 2018, oltre il 52% dei datori di lavoro disponeva di corsi di formazione e corsi di auto-cura per i propri dipendenti.

Un numero sempre maggiore di datori di lavoro sta adottando l'idea di tenere corsi di auto-cura e formazione alla meditazione per i propri dipendenti come un modo per aumentare la produttività e la fidelizzazione dei dipendenti. Si tratta di un aumento significativo dal 36% nel 2017.

(National Business Group of Health)

25. Le sessioni di meditazione hanno ridotto le sospensioni scolastiche del 45%.

Una scuola media di San Francisco ha introdotto un programma denominato 'Quiet Time' ridurre la violenza e la cultura delle gang che spesso arrivavano a scuola dal quartiere.

In appena un mese, la scuola aveva registrato un tasso di frequenza del 98% e una riduzione delle sospensioni scolastiche del 45% grazie a questa forma di meditazione.

(Il guardiano)

La linea di fondo

La meditazione potrebbe essere un modo per ridurre lo stress, alleviare il dolore, migliorare la salute cardiovascolare, aumentare la memoria e la funzione cerebrale e migliorare i modelli di sonno.

Oltre a promuovere la salute e il benessere generale, la meditazione è un'ottima alternativa per creare calma e migliorare la produttività e la coesione tra bambini, dipendenti e comunità.

Queste statistiche sulla meditazione mostrano solo quanto sia diventata pervasiva la meditazione.

Domande importanti sulla meditazione con risposta con oltre 20 statistiche di meditazione reali

Sia che tu stia pensando di entrare in meditazione, che pratichi meditazione da anni o che sia solo curioso di saperne di più sulle tendenze della meditazione nel mondo moderno, il modo migliore per conoscere la meditazione e rispondere alle tue domande è guardare i numeri dietro it: gli studi, le tendenze e le ricerche che circondano la meditazione.

In questa sezione di questo rapporto sulle statistiche di meditazione, trattiamo tutte le statistiche più urgenti e sorprendenti che circondano la meditazione, dalle tendenze della meditazione a come puoi iniziare con una pratica di meditazione a quanto tempo ci vuole davvero

Interessato ad iniziare la meditazione?

Il bisogno di meditazione è ora più grande che mai.

C'è una sensazione prevalente di disconnessione da sé tra le persone di tutte le età; sentimenti di solitudine, isolamento e incapacità di legare veramente con chi ci circonda e di impegnarsi con il nostro sé autentico.

Abbiamo difficoltà a essere e vivere nel momento e la lotta per essere presenti nelle nostre vite non è mai stata più reale.

La meditazione e la consapevolezza sono diventate popolari semplicemente perché ci permettono di riconnetterci con le parti di noi che si sono perse nel mondo moderno.

Con l'eccessiva stimolazione da gadget, tecnologia e Internet, e solo la fretta generale dell'ambiente moderno eccessivamente produttivo, i nostri valori si sono spostati così lontano dal nostro io interiore che la meditazione è diventata una necessità solo per sentirci di nuovo noi stessi, e alla fine vivere una vita felice e appagante.

Se vuoi iniziare a incorporare la meditazione nella tua vita, ecco alcune domande che potresti porre:

La meditazione sta diventando più popolare di prima?

Sì, la meditazione è diventata sempre più popolare negli ultimi anni e più persone che mai negli Stati Uniti e nel resto del mondo sono impegnate in pratiche meditative regolari.

Secondo dati recenti del CDC, Il 14% degli americani ora medita, con circa 500 milioni di persone che meditano regolarmente in tutto il mondo, ovvero circa il 16% della popolazione mondiale.

Anche se il 14% potrebbe non sembrare un numero enorme, è importante contestualizzarlo: solo 8 anni fa, nel 2012, solo il 4,1% della popolazione statunitense praticava la meditazione regolare.

Il salto dal 4,1% al 14% significa che il numero di americani che meditano regolarmente è più che triplicato in meno di un decennio e il numero non sembra rallentare.

Quali sono i principali sostenitori che spingono in avanti la meditazione?

Oltre alle piattaforme di social media, agli influencer e alle persone di grande successo che attribuiscono il loro successo e promuovono la meditazione, più persone sentono il grande bisogno di prendere tempo dalle loro vite frenetiche e rumorose per sedersi e riconnettersi.

Non ho mai provato a meditare prima; posso farlo adesso?

Come qualcuno che potrebbe voler iniziare a meditare, potresti sentirti un po 'perso. Da dove inizi e come lo inizi?

Come iniziare un nuovo hobby, iniziare a meditare richiede un po 'di ricerca e pazienza, e chiunque può farlo quando vuole.

Non hai bisogno di una lezione o di alcun tipo di esperienza. In effetti, un sondaggio ha rilevato che quasi il 70% delle persone che meditano lo fa da meno di due anni.

Ecco il ripartizione esatta da quanto tempo le persone meditano:

  • Meno di un anno: 24%
  • 1-2 anni: 28%
  • 2-5 anni: 19%
  • Oltre 5 anni: 30%

Un numero considerevole di persone che meditano regolarmente lo ha fatto per così poco tempo, ma ha sperimentato tutti i benefici che derivano dalle pratiche meditative e dalla consapevolezza.

Non hai bisogno di alcun tipo di esperienza o consulenza esperta.

Di cosa ho bisogno per iniziare a meditare?

Come abbiamo detto sopra, la maggior parte delle persone che meditano lo fanno da poco meno di un anno o due, il che significa che chiunque può decidere di iniziare a meditare quando ne ha voglia.

E esattamente come inizi a meditare dipende interamente da te: se vuoi partecipare a un corso, fisico o online, o se vuoi seguire un vlogger preferito, allora fantastico. Se sei più vecchia scuola e vuoi seguire i suggerimenti in un libro, anche quello funziona.

La cosa importante da ricordare è: è tutta una questione di volontà e desiderio di farlo, e la pazienza di continuare a impegnarsi senza vedere ricompense immediate.

Secondo un sondaggio di Mellowed, L'87% delle persone che meditano lo fa da sole. Non sono richieste lezioni di gruppo speciali o insegnanti costosi. Solo il tuo tempo e la volontà di centrarti.

Non credo di avere il tempo per meditare. Quanto tempo ci vuole?

tu fare avere tempo; abbiamo tutti il ​​tempo per meditare. Se hai il tempo di sederti e guardare un episodio del tuo programma preferito un paio di volte a settimana, allora hai il tempo di meditare per il tuo benessere.

Le domande più importanti sono: quanto spesso le persone meditano e quanto dovrebbe durare la meditazione?

Secondo lo stesso sondaggio sopra menzionato, circa il 51% delle persone medita fino a tre giorni alla settimana e solo il 16% delle persone medita quotidianamente. Ecco la ripartizione esatta degli intervistati:

  • Una volta alla settimana: 9%
  • 2 giorni a settimana: 20%
  • 3 giorni a settimana: 22%
  • 4 giorni a settimana: 15%
  • 5 giorni a settimana: 14%
  • 6 giorni a settimana: 3%
  • 7 giorni a settimana: 16%

In termini di durata di ogni sessione meditativa, la maggior parte delle persone pratica anche un impegno molto gestibile: l'88% degli intervistati ha dichiarato che le proprie meditazioni durano 30 minuti o meno, con il 41% che medita solo per 15 minuti, il 47% che medita per 15 minuti. a 30 minuti, il 12% medita da 30 a 60 minuti e solo l'1% medita per più di un'ora.

Il bello della meditazione è che non ci sono regole. Questa è una pratica personale che ti aiuta a prescindere da come scegli di farlo, a patto che tu lo faccia nel modo che ti sembra giusto.

Basta dare alla tua mente quella pausa regolare per ritrovare se stessa in mezzo a tutto il rumore e il caos è sufficiente per sperimentare la spinta che la meditazione può fornire.

Se pensi di non avere il tempo di aggiungere meditazioni nella tua vita normale, allora molto probabilmente ti sbagli. Ricorda: se vuoi davvero fare qualcosa, troverai sempre il tempo per farlo.

Ho paura di iniziare a meditare. Cosa c'è che non va?

Cadiamo nella routine e nelle abitudini quotidiane e può essere difficile incorporare una nuova attività nella tua vita quotidiana, specialmente una che richiede uno sforzo attivo per raggiungere la tua consapevolezza.

Mentre altre attività intorno a noi assorbono la nostra attenzione passiva, la meditazione richiede il tuo desiderio attivo per continuare a farlo, giorno dopo giorno.

Per la maggior parte di noi, entrare nel ritmo della meditazione quotidiana richiede semplicemente di trovare il motivo per cui vuoi farlo.

Nell'indagine collegata sopra, gli intervistati hanno elencato i loro principali motivi per meditare, con il motivo più comune per la riduzione dello stress e dell'ansia. Ecco i principali motivi per cui le persone meditano:

  • Ridurre lo stress e l'ansia: 84%
  • Migliora la memoria e la concentrazione: 53%
  • Migliorare le prestazioni scolastiche o lavorative: 52%
  • Migliora l'energia giornaliera complessiva: 39%
  • Migliora il benessere generale e la salute: 30%
  • Migliora la prospettiva generale e la visione del mondo: 28%
  • Scopi spirituali: 21%
  • Altro: 3%

Per la maggior parte delle persone, non c'è solo una ragione per cui meditiamo, ma una raccolta di esse. Forse vuoi una salute migliore, una maggiore energia e una visione più positiva; forse vuoi solo il tempo per essere te stesso, migliorare la tua concentrazione e riscoprire la tua spiritualità.

Qualunque siano le tue ragioni, è importante che tu capisca cosa sono, in modo che tu possa veramente iniziare a meditare per te stesso piuttosto che meditare solo perché è di tendenza o qualcuno ti ha chiesto di farlo.

Qualcuno può meditare?

Sì. Non c'è niente che ti impedisca di meditare. La tua età, background, status socioeconomico, nazionalità - niente di tutto questo ha importanza quando vuoi iniziare a meditare.

Secondo gli studi, più donne meditano rispetto agli uomini, con il 16% delle donne che medita e il 12% degli uomini che medita.

In termini di fasce di età, gli studi hanno rilevato che circa il 5% dei bambini statunitensi medita e ne traggono incredibili benefici, con una scuola che subisce una riduzione del 45% delle sospensioni scolastiche dopo aver implementato programmi di meditazione a livello scolastico.

Per altre fasce di età, circa il 13-16% delle persone su tutta la linea si impegna in meditazioni regolari, dai 18 ai 44 anni, dai 45 ai 64 anni e dai 65 anni in su.

Quali sono i vantaggi della meditazione?

La meditazione offre tonnellate di benefici dimostrati da studi e statistiche. Esploriamo i seri benefici a lungo termine della meditazione in modo più approfondito nella sezione seguente, ma ecco alcuni dei benefici più comunemente riportati della meditazione:

I benefici per la salute fisica e mentale della meditazione sono infiniti.

In generale una maggiore salute fisica, emotiva e mentale e stabilità, riduzione dell'ansia e della depressione, gestione dello stress, capacità di attenzione e miglioramento della concentrazione, riduzione della perdita di memoria e maggiore gentilezza verso gli altri e se stessi: tutti questi e altri sono benefici comprovati del prendersi del tempo impegnarsi con il tuo io interiore.

In che modo la meditazione aiuta con i sintomi della menopausa?

Le donne di età compresa tra i 45 ei 55 anni vanno in menopausa, che è la fine degli anni riproduttivi della donna. Durante questo periodo, le donne in genere sperimentano ansia, depressione e sintomi fisici come vampate di calore.

Uno studio suggerisce che l'utilizzo di tecniche meditative come la consapevolezza possono aiutare ad alleviare i sintomi della menopausa di una donna.

Lo studio coinvolge 1.700 partecipanti di età compresa tra i 40 ei 65 anni. Gli scienziati desideravano capire come il loro livello di consapevolezza e meditazione influenzasse il loro livello di stress e i sintomi che sperimentavano.

I pazienti che hanno ottenuto un punteggio elevato nei loro livelli di consapevolezza hanno anche riportato risultati più positivi su irritabilità, depressione e ansia.

Il dottor Sood, uno dei principali scienziati, suggerisce che la consapevolezza può aiutare a ridurre lo stress, il che a sua volta migliora l'umore di una donna, specialmente durante la fase della menopausa.

Ho traumi, PTSD e ansia generale; come può aiutarmi la meditazione?

La meditazione trascendentale consiste nel sedersi con gli occhi chiusi mentre si recita un mantra per 15-20 minuti al giorno.

Rispetto ad altre tecniche meditative, la meditazione trascendentale non si basa sulla concentrazione; i partecipanti si fissano e pensano al mantra, che in genere non ha un vero significato, finché il corpo non si sente completamente rilassato e allo stesso tempo sveglio.

Uno studio pubblicato su Military Medicine lo ha scoperto La meditazione trascendentale può aiutare i membri in servizio attivo del servizio militare degli Stati Uniti nel trattare con PTSD. Lo studio prevede la meditazione trascendentale per 20 minuti, due volte al giorno per due mesi.

I partecipanti hanno riferito di sentirsi più rilassati e concentrati dopo l'addestramento alla meditazione trascendentale.

In un caso, un paziente che ha subito due commozioni cerebrali correlate all'esplosione, ha manifestato frequentemente flashback e incubi e ha mostrato un comportamento ipervigilante e ansioso ha riferito di sentirsi più rilassato dopo la sessione di allenamento.

Questo particolare soldato faceva meno affidamento sui farmaci per calmarsi e mostrava miglioramenti comportamentali, inclusa una minore irritabilità.

Risultati simili sono stati trovati in uno studio che ha coinvolto 180 detenuti con profilo criminale ad alto rischio. Gli scienziati hanno scoperto che c'erano miglioramenti significativi su disturbi del sonno, stress percepito e sintomi di trauma dopo che i detenuti hanno partecipato alla meditazione trascendentale.

Meditazione e corpo fisico

I benefici psicologici e mentali della meditazione come dimostrati in quegli studi non sono davvero scioccanti.

Dopo tutto, i miglioramenti che la meditazione porta alla propria salute mentale sono sempre stati conosciuti.

In questi giorni, sempre più scienziati stanno cercando di capire se la meditazione può influenzare i sintomi fisici e migliorare il nostro benessere fisico. Due studi particolari suggeriscono che può.

La consapevolezza può aiutare con il dolore fisico?

Una ricerca pubblicata sulla rivista Social, Cognitive, and Affective Neuroscience lo ha suggerito la consapevolezza può aiutare ad alleviare il dolore. Questo studio ha coinvolto 17 partecipanti di età compresa tra i 18 ei 45 anni, tutti con poca o nessuna esperienza precedente con la meditazione.

Gli scienziati hanno introdotto stimoli sotto forma di dolorosa temperatura VS calda. Tutti i partecipanti sono stati esposti agli stimoli due volte e sono stati costretti a sperimentare nell'esperimento con due diverse mentalità.

In una mentalità, sono stati istruiti a reagire in modo naturale. Nella seconda mentalità, gli scienziati hanno evidenziato due aspetti della consapevolezza: 1) accettazione del momento presente; 2) attenzione alla sensazione presente.

La ricerca ha mostrato che i pazienti hanno riportato meno dolore fisico ed emozioni negative durante la mentalità consapevole, anche se gli stimoli erano completamente gli stessi. Uno degli scienziati spiega che le riduzioni del dolore sono state causate da risposte ridotte nell'amigdala, che è la parte del cervello associata all'esperienza delle emozioni.

Il significato clinico di questo studio non si limita all'impatto che la meditazione a breve termine ha sul miglioramento del dolore e forse anche del dolore cronico. Poiché tutti i soggetti avevano poca o nessuna esperienza con la meditazione e la consapevolezza prima dell'esperimento, questo dimostra come la consapevolezza possa trarre benefici clinici anche nei pazienti che non hanno un'esperienza di meditazione prolungata.

La meditazione coinvolge la salute del cuore?

Un altro studio interessante svela i benefici fisici che la meditazione ha sul corpo. L'ipertensione e l'ipertensione sono due fattori di rischio significativi per le malattie cardiache.

Secondo il CDC, le malattie cardiache sono ancora la principale causa di morte negli Stati Uniti, con 1 persona su 4 che muore a causa di un problema cardiaco.

Per la maggior parte, la gestione dell'ipertensione e dell'ipertensione richiede in genere diete rigide e farmaci regolari. Per la maggior parte dei pazienti, la difficoltà sta nel tenere il passo con queste sane abitudini e nel mantenerle per un lungo periodo di tempo.

Uno studio particolare ha coinvolto l'uso di Programma MB-BP, noto anche come programma di riduzione della pressione sanguigna basata sulla consapevolezza. Il loro obiettivo era cercare di capire se il curriculum MB-BP può aiutare i pazienti a mantenere abitudini sane per mantenere la pressione sanguigna al di sotto della linea di base.

43 partecipanti sono stati sottoposti a un programma di 10 sessioni e sono stati seguiti dopo un anno. Gli scienziati hanno rivelato che il curriculum MB-BP ha aiutato i pazienti a mantenere la loro pressione arteriosa, così come cambiamenti salutari dello stile di vita.

Ciò dimostra che l'allenamento alla consapevolezza può essere una componente che cambia la vita quando si tratta di affrontare condizioni croniche come l'ipertensione.

Questi studi dimostrano che la meditazione è una pratica utile che offre benefici sia a breve che a lungo termine.

I benefici a breve termine sono ovviamente legati al rilassamento immediato e alla riduzione dell'ansia. A lungo termine i pazienti che praticano la meditazione sviluppano un più forte senso di controllo, equilibrio e capacità di autogestione, tutte cose indispensabili per mantenere la propria salute fisica.

La meditazione come mercato e pratica in crescita

Non c'è dubbio che la meditazione diventerà ancora più radicata nella nostra società negli anni successivi.

L'ondata di app di meditazione e spiritualità sul mercato è una chiara indicazione che sempre più persone stanno entrando in meditazione. Solo nel 2019, 52 milioni di utenti hanno scaricato app di meditazione.

I seguenti numeri mostrano quanto siano popolari le app di meditazione e spiritualità:

  • Le app per la cura di sé hanno guadagnato $ 195 milioni di entrate nel solo 2019
  • Gli esperti prevedono che il mercato delle app di meditazione sarà valutato a $ 4 milioni nel 2027
  • C'è un aumento del 65% su base annua nel numero di ricerche di app di meditazione e yoga

Ed è probabile che non si fermerà qui. Quella che era una pratica personale è diventata più comune anche in contesti più professionali.

Le grandi aziende come Apple e altre piccole imprese che seguono l'esempio, ora dispongono di sale di meditazione dedicate per migliorare la salute dei dipendenti.

In effetti, c'è stato un aumento del 20% dell'interesse per i programmi meditativi sul posto di lavoro solo dal 2017 al 2018.

Se ti stai chiedendo se è troppo tardi per salire a bordo del treno di meditazione, le statistiche parlano molto chiaramente da sole.

La meditazione non è solo una moda passeggera, è una necessità in un mondo moderno così rumoroso, indaffarato e frenetico.

Non è mai troppo tardi per iniziare e utilizzare la meditazione per migliorare le tue prestazioni, salute e felicità.

Riferimenti

[1] H. M. L. J. F. Y. Z. B. L. J. A. R. L. Holger Cramer, 10 novembre 2016. [Online]. Disponibile: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5103185/. [Accesso 27 giugno 2020].

[2] H. David Masci, 'La meditazione è comune a molti gruppi religiosi negli Stati Uniti', Pew Research, gennaio 2018. [Online]. Disponibile: https://www.pewresearch.org/fact-tank/2018/01/02/meditation-is-common-across-many-relectual-groups-in-the-u-s/. [Accesso 27 giugno 2020].

[3] 'National Center for Health Statistics', CDC, 28 novembre 2018. [Online]. Disponibile: https://www.cdc.gov/nchs/pressroom/nchs_press_releases/2018/201811_Yoga_Meditation.htm. [Accesso a giugno 2020].

[4] 'Yoga e meditazione', Science Alert, 12 novembre 2018. [Online]. Disponibile: https://www.sciencealert.com/yoga-and-meditation-in-the-us-are-totally-exploding-right-now. [Accesso a giugno 2020].

[5] 'Scientific Reports', Nature, 10 novembre 2016. [Online]. Disponibile: https://www.nature.com/articles/srep36760. [Accesso a giugno 2020].

[6] L. R. Jason C, 'Meditazione consapevole con terapia cognitivo-comportamentale per l'insonnia', Ntional Library of Medicine, novembre 2007. [Online]. Disponibile: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/18502250/. [Accesso a giugno 2020].

[7] J Clin Psychiatry. 2013 Aug; 74 (8): 786–792.

[8] A. B. Aleksandra Zgierska, 'Meditazione consapevole per la lombalgia cronica', Università del Wisconsin-Madison, 2014. [Online]. Disponibile: https://wholehealth.wisc.edu/tools/mindfulness-meditation-for-chronic-low-back-pain/. [Accesso a giugno 2020].

[9] Lu, 'Cover-mindfulness', American Psychological Association, marzo 2015. [Online]. Disponibile: https://www.apa.org/monitor/2015/03/cover-mindfulness. [Accesso a giugno 2020].

[10] Brauser, 'Medscape Psychiatry News', Medscape, 26 aprile 2013. [Online]. Disponibile: https://www.medscape.com/viewarticle/803175. [Accesso a giugno 2020].

[11] W. A. ​​Dharma Singh Khalsa, 'Journal of Alzheimer’s Disease', agosto 2015. [Online]. Disponibile: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4923750/. [Accesso 27 giugno 2020].

[12] McGreevey, 'Otto settimane per un cervello migliore', The Harvard Gazette, gennaio 2011. [Online]. Disponibile: https://news.harvard.edu/gazette/story/2011/01/eight-weeks-to-a-better-brain/. [Accesso a giugno 2020].

[13] Cambiamenti specifici del trascrittoma associati alla riduzione della pressione sanguigna nei pazienti ipertesi dopo l'allenamento di risposta al rilassamento. Disponibile: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/29616846/
[Accesso a giugno 2020]

[14] M. B. B. J. S. R. L. N. Tainya C. Clarke, National Center for Complementary and Integrative Health, 2017. [Online]. Disponibile: https://www.cdc.gov/nchs/data/databriefs/db325-h.pdf. [Accesso a giugno 2020].

[15] A. Melville, 'Psychiatry News', Medscape, aprile 2017. [Online]. Disponibile: https://www.medscape.com/viewarticle/879252. [Accesso a giugno 2020].

16] N. L. B. S. H. Y. Adam Burke, 'BMC Complementary Medicine and Therapies', National Library of Medicine, giugno 2017. [Online]. Disponibile: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5472955/. [Accesso a giugno 2020].

[17] Clarke, 'NCHS Data Brief', NCHS, [Online]. Disponibile: https://www.cdc.gov/nchs/data/databriefs/db325-h.pdf. [Accesso a giugno 2020].

[18] Forum, 'religion & Public Life', Pew Forum, 2019. [Online]. Disponibile: https://www.pewforum.org/about-the-religion-landscape-study/#data-details. [Accesso 2020].

[19] 'Più adulti e bambini usano lo yoga e la meditazione', National Institutes of Health, novembre 2018. [Online]. Disponibile: https://www.nih.gov/news-events/news-releases/more-adults-children-are-using-yoga-meditation. [Accesso a giugno 2020].

[20] NIH, 'Più adulti e bambini usano lo yoga e la meditazione', 8 novembre 2018. [Online]. Disponibile: https://www.nih.gov/news-events/news-releases/more-adults-children-are-using-yoga-meditation. [Accesso 26 giugno 2020].

[21] 'Nationa Institute of Health', National Center for Complementary and Integrative Health (NCCIH), 2018. [Online]. Disponibile: https://www.nih.gov/news-events/news-releases/more-adults-children-are-using-yoga-meditation. [Accesso a novembre 2020].

[22] LaRosa, 'MARKET RESEARCH BLOG', Market Research, ottobre 2019. [Online]. Disponibile: https://blog.marketresearch.com/1.2-billion-u.s.-meditation-market-growing-strongly-as-it-becomes-more-mainstream. [Accesso a giugno 2020].

[23] Perez, 'Le 10 migliori app di meditazione', Tech Crunch, 31 gennaio 2020. [Online]. Disponibile: https://techcrunch.com/2020/01/30/top-10-meditation-apps-pulled-in-195m-in-2019-up-52-from-2018/#:~:text=In% 202019% 2C% 20the% 20top% 2010,% 25% 20e% 2033% 25% 2C% 20 rispettivamente .. [Accesso 27 giugno 2020].

[24] La scienza del benessere e perché è importante: pratiche del datore di lavoro. Disponibile: https://www.nihcm.org/categories?task=download&collection=presentation_slide_x&xi=0&file=presentation_slide&id=940 [Accesso a giugno 2020] [25] Una delle scuole più dure di San Francisco trasformata dal potere della meditazione. Il guardiano. Disponibile: https://www.theguardian.com/teacher-network/2015/nov/24/san-franciscos-toughest-schools-transformed-meditation [Accesso a giugno 2020]